Notizie

12.11.2021

Sport

| Tiro a segno

Gli istruttori del Tiro a segno "Genesi", per una disciplina in costante crescita

Si è concluso a Roma, sotto l’egida di ASI, il primo corso basico per istruttori di tiro a segno, chiamato “Genesi”, tenuto dalla Asd “Pisana Shooting Club”. L’innovativo corso che si è sviluppato in 40 ore divise fra lezioni di teoria in aula e prove pratiche direttamente sulle linee di tiro, oltre ad affrontare le diverse tematiche riguardanti la disciplina sportiva, ha trattato anche elementi di diritto e di primo soccorso. 

La preparazione dei candidati ammessi alla prova finale è stata verificata da un’attenta e qualificata commissione composta dal medico, Antonio Biggio, dal Colonnello dei Carabinieri Savino Guarino, dall’avvocato Mario Pinchera e dal Colonnello dell'Esercito Italiano Fabrizio Ricci.

Il coordinatore del corso, Istr. Giuseppe Rossi si è ritenuto “molto soddisfatto del risultato raggiunto dagli allievi che hanno ricevuto i complimenti da tutti i membri della commissione” e vista la forte richiesta di adesioni, che si è dovuta limitare per motivi di contingentamento, preannuncia che questo sarà il primo di una serie di corsi. Sempre il coordinatore ha tenuto altresì a precisare che “…la preparazione dell’istruttore è fondamentale sia per garantire il corretto esercizio dell’attività sportiva ma soprattuttoper la sicurezza di chi la pratica”.

Un corso definito appositamente basico in quanto sarà condizione necessaria per accedere ad aggiornamenti periodici e approfondimenti a seconda delle singole specializzazioni della disciplina sportiva che si vuole trattare unitamente alla dimostrata esperienza che sarà acquisita solo frequentando i campi di tiro.

Il Presidente della Pisana Shooting Club, Francesco Ziantoni, nel suo ringraziamento ad ASI, che ha consentito e approvato la realizzazione di questo corso, ha specificato che “solo un programma come quello che si è realizzato, e che comunque sarà ancora migliorato garantisce, sia alle persone che si avvicinano alla disciplina che ai praticanti, di poter interagire con un istruttore preparato e professionale che sappia rispondere a qualsiasi richiesta gli si presenti, e spero che questo nostro format sia seguito in tutti i campi di tiro a segno italiani”.

"L'importanza di questo corso deriva sicuramente dal numero di persone coinvolte, a futuro servizio di un'utenza che sta sempre più avvicinandosi al Tiro a Segno e ha bisogno di istruttori competenti", ha spiegato Vittorio Fanello, il Presidente della Commissione Tecnico-Ispettiva di ASI. 
"Abbiamo rilevato come il corso fosse stato strutturato veramente molto bene: gli istruttori sono ora in attesa di un ulteriore corso avanzato e aggiornamenti. Abbiamo conosciuto candidati motivati anche se di età non giovanissima: questo ci fa capire come questa disciplina sia trasversale a livello di età. Quaranta ore di lezioni e una giornata intera per le sessioni di esami tra parte teorica e pratica.
Una citazione la merita la commissione d'esame, sicuramente di alto livello e composta da un colonnello dei Carabinieri e uno dell'Esercito, un medico, un avvocato. Una nota la merita anche l'istruttore Giuseppe Rossi, una persona che per la sua competenza e capacità di insegnamento, ci ha veramente colpito"

In Primo Piano
In Evidenza