Notizie

09.12.2019

Istituzionale

| Terza Età

Una preoccupante ricerca sul sonno

8 su 10 non dormono bene
ma fare sport può aiutare

Cosa significa dormire bene per gli italiani? Comporta una miglior qualità della vita (per il 92%), un atteggiamento più positivo (91%), migliori prestazioni fisiche (84%) e mnemoniche (83%). Di contro, dormire male comporta un peggioramento della qualità della vita: aumenta lo stress (86%), diminuisce l’efficienza nel lavoro o nello studio (85%), con tracce chiaramente visibili sul viso (78%) e impatti comportamentali: per almeno 3 intervistati su 4 si è più irascibili.
È quanto emerge da una ricerca commissionata da P&G Vicks su un campione di oltre 1.500 persone e rilanciata dall'agenzia 9Colonne nell'ambito del progetto Happy Age.
Sono meno efficienti nello studio o nel lavoro quando dormono male i più giovani, della Generazione Z (molto, abbastanza d’accordo: 90% contro l’85% della media campionaria). Solo il 18% riesce a dormire la notte senza problemi. Più dell’80% accusa qualche forma di disturbo nel sonno di intensità diversa; le motivazioni più condivise sono l’ansia, il caldo/freddo e le preoccupazioni familiari. Anche in questo caso lo sport risulta essere il rimedio più efficace.

[  9Colonne  ]

 

In Evidenza