Notizie

30.05.2022

Sport

| Footvolley

FootVolley, al via la stagione. Obiettivo la nascita di una Federazione

“Dopo 20 anni di calcio non è semplice dedicarsi a un altro sport. Con Aldair stiamo cercando di promuovere questa disciplina. Ci sentiamo più solidi grazie al sostegno di ASI e Umbro”. Così Max Tonetto, davanti alla folta platea di giornalisti presenti nella sala Giunta del Foro Italico, presenta la stagione di FootVolley. “Stiamo cercando – prosegue l’ex calciatore di Roma, Milan e Sampdoria – di portare i più grandi giocatori al Mondo qui a Roma e avremo l’opportunità di organizzare anche la fase finale dell’Europeo” (in programma tra il 9 e l’11 settembre ad Ostia, ndr). 

BARBARO: “L’obiettivo è quello di costituire una federazione”

Gli fa eco, nel corso della conferenza stampa moderata da Marco Madeddu, il presidente di ASI Sen. Claudio Barbaro: “Il FootVolley può arrivare a livelli importanti. L’ASI ha un approccio polisportivo e vuole accompagnare questa disciplina nella crescita, sia sul piano della visibilità, sia su quello del numero praticanti. L’obiettivo è di arrivare al riconoscimento da parte del Coni, affinché si possa costituire una vera e propria Federazione di FootVolley”. ASI con oltre 130 sedi territoriali, 13mila associazioni e un milione e trecentomila tesserati, è pronta a questa sfida.

Presenti in sala anche i due campioni d’Italia in carica, Alain Faccini e Federico Iacopucci, che sperano di ripetere la grande stagione vissuta nel 2021. Saranno loro a rappresentare l’Italia alle fasi finali del campionato Europeo: “L’obiettivo è quello di migliorarci costantemente – sottolinea Faccini – anche se la concorrenza è davvero forte sappiamo che ce la giocheremo con tutti”. Sulla stessa linea Iacopucci: “Nei mesi scorsi ho avuto modo di conoscere la realtà migliore al mondo, quella brasiliana. Non siamo ancora al loro livello, ma certamente stiamo crescendo in fretta. Questa deve essere la stagione della consacrazione per il FootVolley italiano”. 

 

ALDAIR: “Una disciplina che nasce in Brasile”

A fare da collante tra le due realtà ci pensa soprattutto Aldair Nascimento dos Santos: “Questo sport mi piace molto. Spero di dare una mano per la sua diffusione in Italia. Non riesco a compiere le acrobazie dei più giovani, ma sicuramente mi diverto ancora a stare con il pallone sulla sabbia.
Questa disciplina nasce in Brasile e noi giochiamo tutti sulla spiaggia. Cresce anche così la tecnica di base che ci rende famosi nel Mondo”.

Gli elementi per un’estate all’insegna di questa disciplina così spettacolare e divertente sembrano non mancare. Lo assicurano, tra gli altri, i vertici di Umbro Italia, presenti in sala con la figura del Ceo, Pino Magno, e del Teamwear, Luigi Boccia: “Quando abbiamo scelto di legare il nostro marchio a questa disciplina – sottolinea il massimo dirigente – immaginavamo il grande potenziale di questo sport. A distanza di dodici mesi possiamo affermare di avere avuto un ottimo intuito”. Felice del connubio lo stesso Aldair: Sono molto soddisfatto di collaborare con la Umbro – sottolinea il brasiliano – perché era lo sponsor del Brasile Campione del Mondo nel 1994

Massima soddisfazione esprime infine l’Ambasciatore Europeo, Frederic Salamone, mente principale dell’intera organizzazione: “Stiamo riuscendo a portare in Italia – sottolinea – i migliori atleti al mondo. Apriremo il programma con il campionato italiano e proseguiremo con un serie affascianante di appuntamenti internazionali che culmineranno della fase finale degli Europei. Aldair e Tonetto saranno protagonisti sul Centrale del Foro Italico, la location più bella e prestigiosa d’Europa. Ci aspettiamo una grande risposta da parte del pubblico”.

In Primo Piano
In Evidenza