Pallanuoto Femminile, Ostia ha la sua squadra, si chiama Agepi Sport ‘97 e milita in A2

Da una “costola” della SIS Roma è nata Agepi Sport ‘97, la prima squadra di pallanuoto femminile di Ostia che milita in serie A2 (girone Sud). L’Agepi Sport, affiliata ASI, è la società sportiva di attività natatorie che fa riferimento alla piscina “Amendola” di Ostia ponente. “Ho praticato e sono un grande appassionato di pallanuoto – spiega Flavio Giustolisi, Presidente della SIS Roma – e sono anche nato e cresciuto sul litorale romano dove risiedo con la mia famiglia, ho scelto di portare la SIS Roma a giocare al Polo Natatorio rinunciando alla piscina del Foro Italico perché volevo portare la pallanuoto ad Ostia, dove potrebbe trovare nuovi stimoli e grande partecipazione. Sapevo che è un progetto che ha bisogno di tempo, prima abbiamo portato la pallanuoto nazionale ed internazionale con la Champions League, ora abbiamo la possibilità di presentare ai nastri di partenza del campionato di serie A2 un team Di Ostia, nel quale far crescere e maturare il nostro settore giovanile. L’esordio in casa è previsto per domenica 21 gennaio, alle 15,30 al Babel (Infernetto), dove le ragazze si allenano”.

Squadra giovane, anzi giovanissima, affidata a Federico D’Urso, anche lui un giovanissimo tecnico che crede nel progetto: “L’Agepi Sport ‘97 è una signora squadra. E’ formata da elementi della rosa delle ragazze e juniores della SIS Roma che a fine campionato partecipano sempre alle finali nazionali. La partecipazione al campionato di serie A2 serve, tecnicamente parlando, a far maturare esperienza a queste ragazze ed a promuovere lo sport della pallanuoto. Praticamente siamo una squadra di Ostia. L’anno scorso abbiamo vinto il campionato di serie B ed approdiamo in A2 come neo-promossa. Abbiamo grandi ambizioni ma stiamo affrontando un campionato dove ci sono società di esperienza e blasone, che ogni anno investono molto sui giocatori con campagne acquisti impostate per vincere il campionato e salire in A1.  Il nostro obiettivo stagionale è far crescere il nostro vivaio e renderlo sempre più competitivo a livello nazionale, puntiamo a salvarci e comunque a navigare nel centro classifica, non ci nascondiamo le difficoltà e sopratutto sappiamo che sarà dura e dovremo lottare ogni domenica ma conosciamo anche il valore di queste ragazze che avranno molto da…imparare”.

Nella prima partita in casa l’Agepi Sport ‘97 affronterà i Castelli Romani, all’esordio, invece, le ragazze hanno affrontato la Lazio, una delle candidate al titolo, uscendo sconfitte (14-6) ma con tanta voglia di riscattarsi.


La rosa AGEPI Sport ‘97

1 Liofredi Carlotta 2009
2 Di Giacomoantonio Dalila 2008
3 Capasso Ilaria 2007
4 Rossi Sofia 2006
5 Barotta Sofia 2007
6 Nardelli Benedetta 2008
7 Aprea Ginevra 2007
8 Romeo Elena 2007
9 Abrizi Martina 2008
10 Sancamillo MariaSole 2009
11 Fontana Camilla 2007
12 Brandani Rebecca Erja 2003
13 Rinaldi Asia 2007
14 Troiani Sophia 2006

Che spettacolo il torneo “Buon natale Trieste”

Una bellissima serata di sport e divertimento. La vasca tuffi della piscina “Bruno Bianchi” ha ospitato la seconda edizione di “Buon Natale Trieste”, torneo di pallanuoto a scopo benefico ideato da Asi, organizzato da Pallanuoto Trieste e Fin Plus Trieste, con il patrocinio del Comune di Trieste. Vi hanno preso parte atlete e atleti di otto società sportive di diverse discipline: Pallanuoto Trieste, Pallacanestro Trieste, Triestina Calcio, Futurosa, Pallamano Trieste, Venjulia Rugby Trieste, New Virtus Volley e Triestina Nuoto.

In acqua si sono date battaglia tre squadre miste particolarmente agguerrite, capitanate dai giocatori e dalle orchette della Pallanuoto Trieste di serie A1 maschile e serie A1 femminile, che si sono divisi il compito di guidare i team dalla panchina e in vasca, dove però avevano divieto assoluto di tirare in porta. A difesa dei pali sono andate le nuotatrici della Triestina Nuoto.

Nella prima partita la compagine Rugby Pallacanestro ha prevalso di misura per 8-7 sulla Pallamano Pallavolo, che nel secondo match – trascinata dai gol dell’ala della Pallamano Trieste Gianluca Dapiran capocannoniere della manifestazione – ha regolato il Calcio per 9-5. Nella terza partita il Rugby Pallacanestro ha impattato per 8-8 con il Calcio, conquistando così il punto decisivo per primeggiare in classifica. Non contenti, i ragazzi del Venjulia e le ragazze del Futurosa hanno vinto anche la staffetta di nuoto.

Infine, premiazioni e brindisi finale per tutti, partecipanti e organizzatori. Ottimo riscontro anche per la raccolta fondi destinata in beneficenza all’Associazione Astad, legata alla distribuzione della t-shirt dell’evento. L’appuntamento, ovviamente, è già fissato per il 2024!

Regione Lazio, la grande festa della SIS Roma

Elena Palazzo, Assessore all’Ambiente, Sport, Cambiamenti climatici, Transizione energetica, Sostenibilità della Regione Lazio: “La Sis Roma è una società che sta dando lustro ai colori della nostra città nel Nuoto, nel Nuoto Sincronizzato e nella Pallanuoto dove la prima squadra femminile è ormai stabilmente ai vertici del movimento in Italia e in Europa. E’ un orgoglio per la nostra Regione e un modello da emulare per tanti ragazzi che iniziano”.

E’ stata una giornata di festa per il nuoto romano, ieri nella sala Tirreno della Regione Lazio, ha avuto luogo la premiazione degli atleti della SIS Roma – società affiliata ASI – protagonisti della stagione agonistica 2022-2023 nel nuoto, pallanuoto e sincronizzato.
La società ha premiato più di 40 ragazzi e ragazze per i risultati ottenuti nella stagione agonistica.
Alla “festa” hanno partecipato oltre ad Elena Palazzo, anche Riccardo Viola (Presidente CONI Lazio), Fabio Conti (Coordinatore FIN settore pallanuoto) e Simone Foglio (Capo Segreteria Assessore Enti Locali).

“La Sis Roma è una società che sta dando lustro ai colori della nostra città nel Nuoto, nel Nuoto Sincronizzato e nella Pallanuoto dove la prima squadra femminile è ormai stabilmente ai vertici del movimento in Italia e in Europa.  – ha spiegato l’Assessore allo sport della Regione Lazio Elena Palazzo – Risultati importanti conquistati grazie alla costanza e alla passione del suo Presidente Flavio Giustolisi, che quotidianamente lavora per la promozione dello sport. Un orgoglio per la nostra Regione e un modello da emulare per tanti ragazzi che iniziano. Per questo siamo stati felici di ospitare l’intero gruppo nella prestigiosa Sala Tirreno della Regione Lazio e di poter personalmente salutare gli atleti in occasione dell’avvio di stagione. Alla squadra tutta ho espresso la mia disponibilità a incontrarci presto per capire come continuare a offrire il nostro sostegno”.

La SIS Roma è una società di rilievo per gli sport natatori sia sul piano organizzativo e sia su quello agonistico con i tre settori di eccellenza della pallanuoto, tra cui la prima squadra femminile che milita in Serie A1 e nella Champions League a livello europeo, il nuoto ed il nuoto sincronizzato.

“A questo incontro, oggi sono venuto con la divisa sociale (la tuta della SIS) – esordisce il Presidente Flavio Giustolisi – per trasmettere il mio ‘senso di appartenenza’ a questo progetto. Il senso di appartenenza è tutto ed è quello che chiedo ai nostri atleti, tecnici e dirigenti. Senza… non si va da nessuna parte. Un filo che ci unisce tutti, ritengo che sentirsi parte di un gruppo e dare il massimo dà più soddisfazione nello sport anche in caso di sconfitta. La vittoria è importante ma senza ‘senso di appartenenza’ non è la stessa cosa e soprattutto è difficile ripetersi.
Quest’anno il nostro impegno è stato costante e sono soddisfatto dei risultati raggiunti, nel giugno scorso, il nostro team era composto da 300 atleti, nel sincro, ai Campionati Italiani Propaganda FIN e Confsport abbiamo portato a casa, nelle diverse categorie, a squadre, duo ed individuali: sei oro, quattro argento e tre bronzi, in bacheca è finita anche la Coppa di 1° società classificata ai tricolori serie A e Master della Confsport. Nel nuoto abbiamo riscosso tantissimi successi a livello Nazionale sia durante i Criteria che durante i Campionati Italiani Assoluti con una partecipazione sempre crescente dei nostri atleti”.

Flavio Giustolisi ha presentato la rosa della prima squadra di serie A1 nella pallanuoto femminile, partendo dai nuovi arrivi: il portiere Caterina Banchelli (titolare del sette rosa), la spagnola Anna Gual Rovirosa, Sara Centanni ed Olimpia Sesena, elementi che sono andati a rinforzare la squadra affidata alla guida tecnica di Marco Capanna. Tanti applausi per le nazionali del team. “Siamo una società vincente – ha continuato Flavio Giustolisi – ed una realtà del mondo acquatico che abbiamo costruito negli anni. Non nego che è stato difficile. Dobbiamo fare tutto con le nostre mani per portare questa attività ad altissimo livello. Il nostro obiettivo societario fin dall’inizio è stato quello di far crescere e valorizzare il settore giovanile. Ai tricolori di pallanuoto abbiamo avuto tre formazioni protagoniste delle fasi finali. In A1, abbiamo disputato i quarti di finale di Champion League, cedendo solo per differenza reti alle spagnole del Sabadell (campionesse d’Europa in carica) ed in Italia, abbiamo conquistato il terzo posto in Coppa Italia e disputato gli spareggi finali per lo scudetto con l’Ekipe Catania. Per tutto questo, un ringraziamento particolare, in questa giornata di festa, vorrei rivolgerlo a tutto lo staff tecnico della SIS per quanto hanno fatto e stanno facendo per i risultati tecnici conseguiti nel corso della stagione”.

LA ROSA 2023-2024

  1. DOMITILLA PICOZZI
  2. CATERINA BANCHELLI
  3. MARTA MISITI
  4. GIUDITTA GALARDI
  5. ANNA GUAL ROVIROSA
  6. CHIARA RANALLI
  7. LAVINIA PAPI
  8. FEDERICA TRONCANETTI
  9. LUNA DI CLAUDIO
  10. CECILIA NARDINI
  11. SARA CENTANNI
  12. AGNESE COCCHIERE
  13. SARA CAROSI
  14. OLIMPIA SESENA
  15. ANDREACAROLA APREA

Pallanuoto femminile al via. Nella prima giornata successo SIS

E, martedì 3 ottobre nella sala Tirreno della Regione Lazio, la SIS Roma presenterà la stagione agonistica 2023-2024, nell’occasione verranno premiati gli atleti distintisi nei settori della pallanuoto, nuoto e sincronizzato.

Al Polo federale “Freccia Rossa” di Ostia la SIS Roma festeggia con una netta affermazione (15-9) la prima giornata del campionato di serie A1 di pallanuoto femminile. Alla SIS Roma è stato sufficiente un primo tempo a gran ritmo per “tramortire” e poi affondare le coraggiose siciliane del Brizz Nuoto. La partita è finita 15-9 ma non è stata una partita facile perché le ospiti si sono battute con grande coraggio. Sotto di quattro goal nel primo tempo (6-2), infatti, nel secondo e terzo tempo il Brizz ha avuto una reazione d’orgoglio, contenendo le romane ed obbligandole alla divisione della posta (3-3; 2-2). Il Brizz Nuoto rispetto alla passata stagione è apparsa più determinata, ha fatto apprezzare scorci di bel gioco, ma in sostanza, non è riuscita mai a rientrare in partita od a limare il distacco dalla SIS. Poi, nel quarto tempo, è arrivata la resa onorevole delle siciliane (5-2) che ha sancito la prima vittoria in campionato per il team giallorosso.

“Non è stata ancora la SIS che mi aspetto – ha detto il coach Marco Capanna che alla vigilia dell’incontro con le siciliane aveva avvertito che non sarebbe stato facile e che le ospiti si erano rinforzate rispetto alla passata stagione – ho registrato “alti” con sprazzi di bel gioco e “bassi” con errori evitabili ed ingenuità che dobbiamo evitare. La verità è che non dobbiamo vergognarci di sbagliare, che solo sbagliando e poi analizzando gli errori che si può migliorare e trovare le giuste contromisure. Era importante partire bene, dovevano vincere e l’abbiamo fatto. Dobbiamo andare avanti partita dopo partita: mercoledì 4 ottobre, a Como, dobbiamo tornare in acqua per la seconda giornata di Campionato. Sabato prossimo 7 ottobre affronteremo il Terrassa nella prima partita del secondo girone di Champions.”

Conferme giungono da Chiara Ranalli e Agnese Cocchiere, entrambe con tre reti all’attivo, ma è stata Giuditta Galardi (2 reti) che ha dato il via alla goleada del primo tempo, portando avanti la SIS con una splendida volee delle sue, finita all’incrocio dei pali. Da segnalare anche il ritorno al goal della “mancina” Cecilia Nardini che dalla sinistra ha realizzato una doppietta. Bene anche la spagnola Anna Gual Rovirosa, una dei nuovi arrivi, autrice di una doppietta con conclusioni dalla distanza ed un punto di riferimento costante. Positiva la prova di Sara Centanni (1 goal all’inizio del quarto tempo che ha messo definitivamente le ali alle romane), ma un discorso particolare va fatto per Caterina Banchelli, che non ha segnato per il suo ruolo di portiere ma che ha evitato almeno tre marcature e compiuto interventi rassicuranti per tutta la squadra, davvero una sicurezza che ha rinforzato notevolmente l’asse difensivo del team romano insieme alla giovane Olimpia Sesena che ha fatto un ottimo quarto tempo.

E, martedì 3 ottobre, nella sala Tirreno della Regione Lazio (ore 16,30) ingresso da via Rosa Raimondi Garibaldi n.7, la SIS Roma presenterà la stagione agonistica 2023-2024, nell’occasione verranno premiati gli atleti distintisi nei settori della pallanuoto, nuoto e sincronizzato. Alla manifestazione saranno presenti: Elena Palazzo, assessore ambiente, sport, cambiamenti climatici, transizione energetica e sostenibilità della regione Lazio, Riccardo Viola, presidente Coni Lazio, Fabio Conti Coordinatore Fin settore pallanuoto, Gianpiero Mauretti Presidente Fin Lazio e Simone Foglio.

TABELLINO.
SIS ROMA-BRIZZ NUOTO, 16-9
(6-2; 3-3; 2-2; 5-2)

SIS ROMA: C. Banchelli, M. Misiti 1, G. Galardi 2, Gual Rovirosa 2, C. Ranalli 3, Papi 1, F. Troncanetti, L. Di Claudio 1, C. Nardini 2, S. Centanni 1, A. Cocchiere 3, S. Carosi, O. Sesena, A. Aprea. All. M. capanna
BRIZZ NUOTO: H. Santapaola, C. Russo, A. Vitaliano, G. Pastanella, A. Arcidiacono, M. Spampinato, V. Sbruzzi 1, I. Pane, D. Namakshtansky 2, V. Koptseva 4, M. Giuffrida 1, R. Santapaola 1. All. C. zilleri
Arbitri: Severo e Petronilli
Superiorità numeriche: SIS Roma 5/6 + 2 rigori e Brizz 1/6 + un rigore.
Note: Nessuna giocatrice uscita per limite di falli. Ranalli (S) fallisce un rigore (palo) nel primo tempo. Brizz Nuoto con 12 giocatori a referto. Sesena (S) subentra a Banchelli nel quarto tempo.

Champion League. La SIS centra la qualificazione, spettacolo e bel gioco al polo natatorio

La SIS Roma si è qualificata con pieno merito alla seconda fase della Champion League. Nel girone D dei preliminari il team romano si è classificata al secondo posto, cedendo solo alle spagnole del Sant Andreu, che hanno vinto il raggruppamento chiudendo a punteggio pieno.

La SIS Roma, dopo una partenza a razzo con le francesi del Grand Nancy (21-5 il risultato finale con uno straordinario 8-1 nel secondo tempo che ha tagliato le gambe alle transalpine), ha subito una battuta d’arresto con le spagnole del Sant’Andreu.

Il match con le spagnole, infatti era la seconda partita del girone, in mattinata le spagnole avevano battuto le ungheresi. La SIS Roma ha sentito il peso dell’incontro, qualcosa non ha funzionato e le spagnole hanno condotto per quasi tutta la partita, anche se nel terzo tempo per due volte le romane acciuffavano il pari (7-7 ed 8-8) allo scadere. Nel quarto tempo due calci di rigore spianavano la strada alle spagnole, ma soprattutto a pesare era l’uscita per tre falli di Misiti, Ranalli e Di Claudio. Il Sant Andreu concludeva sul 15-9 (5-1 il parziale del quarto tempo).

La SIS era chiamata a reagire subito, una nuova sconfitta nella terza giornata del preliminare avrebbe potuto significare l’eliminazione e le ragazze di Marco Capanna non si sono fatte pregare, avevano di fronte le Campionesse di Francia del Lille, un buona squadra, scesa in acqua più che mai determinata a fare risultato. Le romane però stavolta non si sono perse d’animo, sotto di un goal al primo tempo (2-3), sono passate in vantaggio (6-5) alla fine della seconda frazione (4-2 il risultato del II tempo) per poi mantenere con calma e sicurezza il risultato fino al 9-8 finale. Nell’ultima partita del girone la SIS aveva di fronte le ungheresi del Dunajuvaros, alla vigilia indicata come la formazione con più alto tasso tecnico. Una partenza devastante per le ungheresi, con la SIS che non ha sbagliato quasi nulla (5-1 il finale del primo tempo), ipotecando dall’inizio la vittoria finale anche se le ungheresi hanno risalito la china (2-3 II tempo, 1-1 terzo tempo, 1-3 quarto tempo) fino al 9-8 finale.

La SIS, ringiovanita nei suoi quadri, ha dimostrato di esserci e sopratutto di essere competitiva ai massimi livelli, si tratta di una squadra giovane con ampi margini di miglioramento, la società ha scelto di puntare sui giovani e Capanna ha portato in panchina, regalandogli qualche minuto di gioco, ragazzine di 15 anni.

“E’ stata una quattro giorni intensa, faticosa ma speciale perché quando giochi per la coppa europea ti può solo bollire il sangue…. – afferma Marco Capanna, il coach delle romane – Giudico molto positivo il piazzamento come secondi in un girone equilibrato. Non posso che essere soddisfatto dell’impegno e della voglia di vincere che le ragazze hanno messo in mostra anche nei momenti difficili e nonostante le difficoltà fisiche del periodo. Se c’è stata qualche sbavatura nel gioco è più che comprensibile, questa è una squadra che ha cambiato tanto rispetto alla passata stagione. Eppoi abbiamo esordito con la Champion League, dove ci sono le migliori formazioni europee, logico che non fosse facile giocare con avversarie così agguerrite e valide tecnicamente. Da domani lavoreremo con tanta attenzione per costruire il “vestito giusto “a questa squadra, una sfida che è molto stimolante”.

Protagonista di questa fase europea è stata Chiara Ranalli che ha realizzato 13 reti in quattro gare, da sottolineare le prove della “mancina” Nardini (6 reti al suo attivo e 3 alle spagnole), Giuditta Galardi (4 reti) è stata la solita leonessa, lottando su tutte le palle, conferme per Cocchiere (4 goal), Carosi, Papi e Misiti (tutte con due marcature all’attivo), tra le nuove, si è messa in evidenza la spagnola Anna Gual Rovirosa (7 reti) e la Centanni (5 reti). Sulla qualificazione pesano anche le parate puntuali del nuovo numero uno, la toscana Banchelli, da segnalare anche l’esordio tra i pali dell’emiliana Sesena, una giovane portiera niente male.

Il Presidente della SIS Roma Flavio Giustolisi, sorridente e distaccato con la qualificazione in tasca: “Sono soddisfatto del comportamento della squadra, non era facile in un girone complesso e molto equilibrato. E’ una formazione giovane ma che ha dimostrato di valere le migliori, a vedere questa squadra, così compatta ed unita, sembra che abbiano giocato sempre tutte assieme. Le nuove sopratutto si sono inserite bene, in considerazione, della pausa estiva e della difficoltà dell’impegno. La cosa che mi è piaciuta di più? – continua il presidente, orgoglioso delle ragazzine terribili del suo settore giovanile – è stato lo spirito di sacrificio di tutte ed il grande impegno. Se continuano così ritengo che possiamo dimostrare un buon campionato di serie A1”