La bandiera ASI della Ginnastica Ritmica a Chambéry

Ancora emozioni per le eccellenze ASI di Ginnastica Ritmica. Matilde Barone (della società Anna Basta Sport Academy) e Nicole Colucci (della società ginnastica Grifone Grosseto) scenderanno sulla pedana internazionale a Chambéry portando alta la bandiera ASI. Due giovani promettenti ginnaste seguite personalmente dalla pluri campionessa del mondo Anna Basta, si metteranno in gioco con i loro esercizi alla palla e al corpo libero per la prima tappa, su 6, di questo circuito internazionale giovanile tra i più importanti d’Europa. Sarà solo l’inizio per questi due giovani talenti, che grazie alla disponibilità delle loro società, ai loro risultati, al contributo smisurato di ASI e alla loro allenatrice Anna, si esibiranno nelle più importanti pedane di Italia e d’Europa. Grande emozione anche per l’esordio come allenatrice della campionessa del mondo Anna Basta, già dimostratasi perfettamente in grado di gestire le sue ginnaste e le loro competizioni grazie alla sua rinomata ed eccelsa carriera nel settore.

Esercizi calibrati sull’armonia della ginnasta, musiche cucite sull’atleta, passione ed emozione smisurata, forza e determinazione nel conquistarsi la pedana, onore nel rappresentare il settore ginnastica ASI, sarà ciò che vedremo in questi giorni negli occhi e nell’espressione di queste due giovani promesse della ginnastica. Tanta emozione per le loro allenatrici , Anna Basta e Rossella Marconi, che le hanno portate a raggiungere questo traguardo. Non resta che fare un enorme in bocca al lupo a queste due promettenti atlete, augurandogli di vivere una bellissima esperienza per la loro carriera. Un in bocca al lupo ad Anna che le accompagnerà e guarderà da una di quelle pedane internazionali che lei stessa conosce e ha vissuto. Un enorme Grazie ad ASI che le sostiene sempre nella loro crescita.

 

Ginnastica. Più di 400 atleti alla gara regionale in Sicilia

Si è svolta a Gela, la gara regionale di ginnastica artistica e ritmica “Acrogym”. La competizione patrocinata dal Comitato Regionale ASI Sicilia, presieduto da Maria Tocco, e organizzata dal Comitato Provinciale Caltanissetta, presieduto da Salvatore Spinello, e dall’ASD Gymnastics Club del prof. Valter Miccichè, ha visto la partecipazione di 420 atleti ASI, provenienti da tutta la Sicilia. Alla manifestazione oltre alle suddette cariche, erano presenti Jlenia Cosenza, vice presidente del Comitato Provinciale Caltanissetta e Ester Greco, responsabile regionale dei giudici di gara.

Salvatore Spinello, il presidente provinciale e responsabile regionale della formazione, afferma come sia stata una grande emozione aver visto nuovamente un palazzetto gremito, ma soprattutto i sorrisi degli atleti mentre gareggiano e si confrontano tra loro nel sano spirito sportivo. “Questi due anni di stop, a causa della pandemia, ci hanno fermato, ma resi più forti. Questo è il primo di grandi eventi, che vedrà ASI protagonista”.

Valter Miccichè, nel doppio ruolo di istruttore della Gymnastic Club e responsabile regionale ASI della ginnastica, punta l’accento sul sociale. “Per tante atlete è la prima volta – dice – hanno lavorato tanto in inverno in palestra ma qui si confrontano con centinaia di ragazze in una struttura enorme. Sarà un momento di crescita ma anche di divertimento”.

 

Ginnastica ritmica. Verso Osimo

Migliaia di ginnaste, sparse per molte regioni d’Italia, hanno infiammato nelle ultime due settimane la pedana dei piccoli attrezzi targata ASI Nazionale-Confsport Italia, cercando di conquistarsi un posto utile alla qualificazione per i Campionati Nazionali che si svolgeranno ad Osimo dal 23 aprile al primo maggio. Giornate intense di sfide, ma anche di confronto costruttivo e amicizia nel rispetto dei valori dello sport.

Concluse nel fine settimana le gare nelle Marche che, in questo nuovo anno, ha visto coinvolte tante ginnaste e società che, nonostante le enormi difficoltà (che fino all’ultimo hanno reso incerta la partecipazione), sono riuscite con tenacia e resilienza a ripartire. Vedere tanta voglia di esserci e fare bene è stata davvero una grande soddisfazione!

In Campania hanno partecipato più di 300 ginnaste a tutti i campionati previsti da programmi tecnici. “Il 3 aprile abbiamo ripetuto qualche specialità già fatta per agevolare chi per covid non aveva potuto partecipare alla prima prova del 13 marzo”, ha affermato la Direttrice tecnica regionale Carmen Bisogni, aggiungendo poi di ritenersi molto soddisfatta della larghissima partecipazione all’evento.

Anche il Veneto è stato protagonista di una gara avvincente, 142 ginnaste sono scese in pedana a difendere i colori delle proprie società cercando di portare a casa una medaglia ma, soprattutto, dando il massimo divertendosi, perché il valore dello sport promozionale è proprio questo!

“Una gara bellissima, una giornata di sport e solidarietà, anche se per me soffertissima visto che ho dovuto assistere da casa, causa covid. In 10 anni di direzione tecnica è la prima gara a cui non ho potuto partecipare!”, ha così affermato Marta Sgarabotto DTR della regione Veneto.

Ultima, ma non certo per importanza in quanto new entry del circuito la regione Sicilia che ha organizzato l’evento presso il Pala Nitta di Catania, dove si sono svolti tutti i campionati previsti dai programmi. 10 società siciliane presenti ed una proveniente dalla Calabria, per un totale di 300 bambine partecipanti: “Siamo davvero felici di essere entrate a far parte di questo circuito di gare dove bambine di ogni livello si possono confrontare tra loro. E non vediamo l’ora di partire per Osimo, anche perché dalla Sicilia sembra sempre impossibile spostarsi, ma con una buona organizzazione si riesce a fare tutto”. Ha dichiarato così dichiarato Francesca D’Alessandro, DTR della regione.

Un tripudio di gare dunque che, dopo la fine dello stato di emergenza, hanno visto il ritorno di un grande protagonista: il pubblico! Finalmente, le piccole ginnaste hanno potuto godere degli applausi dei loro tifosi numero uno, i genitori! Appuntamento tra dieci giorni ad Osimo!

 

 

La Coppa Campania di Ginnastica ritmica è andata in scena presso il palazzetto dello sport a Casalnuovo di Napoli

Dopo il rinvio dello scorso anno e dell’anno precedente a causa del Covid, ancora molte erano le perplessità sulla fattibilità dell’evento di caratura regionale. Ma caparbietà, voglia di fare sport, stare insieme e condivisione è stata la formula vincente che ha raccordato 16 società campane con oltre duecentocinquanta partecipanti per dodici ore ininterrotte di gare. La voglia di tante bambine e tante giovani di “fare” sport ed i loro sguardi rivolti alle famiglie sugli spalti hanno impreziosito la seconda edizione della Coppa Campania di ginnastica Ritmica. La manifestazione, ben organizzata dalla Responsabile del Dipartimento Ginnastica Ritmica del Comitato Regionale ASI della Campania Anna Aurilio in collaborazione della Polisportiva Bellona di Pino Romano, supportata dall’ASI Campania e dall’ASI Point Napoli Nord nella persona del suo presidente Pietro Giannone si è aperta con l’impegnativo programma silver e non sono mancati, nella lunga maratona, gli attesissimi percorsi motori per le più piccoline. Ma al di là della grande ed inaspettata partecipazione dopo due anni di stop, che comunque premia l’organizzazione, la vera nota gioiosa è stata quella di avere il pubblico in presenza. Tutti con la mascherina FFp2 e green pass rafforzato per i maggiori di 12 anni. Il segnale è stato quello della ripresa e del ritorno alla normalità, nel limite del possibile. E’ stata una gioia per tutti tornare a vedere le persone sugli spalti – anche se a capienza limitata – dopo le restrizioni degli ultimi mesi.

Il Presidente di ASI Campania, Nicola Scaringi, nel corso della consegna della targa ad Anna Aurilio

Particolarmente soddisfatto il Presidente di ASI Campania Nicola Scaringi che più di tutti ha voluto una ripresa fatta di di sport ma soprattutto di famiglie che attraverso la magia dello sport hanno potuto rivivere il senso della “normalità”. Parole di sincero ringraziamento alle famiglie, per aver “regalato un ricordo” ai propri bambini, sono arrivate anche dall’assessore al Comune di Casalnuovo Biagio Antignani che li ha premiati con una bellissima medaglia ricordo. Insomma, dopo il successo ottenuto, già si pensa alla prossima edizione, con un bagaglio pieno di maggiore esperienza, perché lo sport è una continua crescita e miglioramento. Appuntamento al 2023 con la terza edizione della Coppa Campania.

Giornata intensa a Roma per la Ginnastica Ritmica ASI

La domenica il giorno del riposo? Per le ginnaste assolutamente no, la domenica è il giorno più importante della settimana, quello dove si possono mostrare in pedana i frutti del proprio allenamento. E proprio domenica 27 febbraio presso il CS Phampili Village di Roma si è svolta la prima prova della fase regionale dei campionati di serie C e D del Lazio. Sulla pedana dei piccoli attrezzi si sono esibite circa a 200 ginnaste, in una gara che ha visto protagonista lo sport in ogni sua fase. Le partecipanti infatti, quasi tutte esordienti, si sono dimostrate delle vere e proprie battagliere determinate a strappare un posto di qualificazione per i campionati nazionali ASI che si svolgeranno il mese di aprile. “Ci riteniamo molto soddisfatti della grande partecipazione a questo campionato, in quanto venendo da due anni difficili ci siamo resi conto che le società hanno tenuto duro e stanno riavviando al meglio le loro attività”, ha affermato Gilda di Nardo la direttrice regionale di giuria.