Ginnastica. Più di 400 atleti alla gara regionale in Sicilia

Si è svolta a Gela, la gara regionale di ginnastica artistica e ritmica “Acrogym”. La competizione patrocinata dal Comitato Regionale ASI Sicilia, presieduto da Maria Tocco, e organizzata dal Comitato Provinciale Caltanissetta, presieduto da Salvatore Spinello, e dall’ASD Gymnastics Club del prof. Valter Miccichè, ha visto la partecipazione di 420 atleti ASI, provenienti da tutta la Sicilia. Alla manifestazione oltre alle suddette cariche, erano presenti Jlenia Cosenza, vice presidente del Comitato Provinciale Caltanissetta e Ester Greco, responsabile regionale dei giudici di gara.

Salvatore Spinello, il presidente provinciale e responsabile regionale della formazione, afferma come sia stata una grande emozione aver visto nuovamente un palazzetto gremito, ma soprattutto i sorrisi degli atleti mentre gareggiano e si confrontano tra loro nel sano spirito sportivo. “Questi due anni di stop, a causa della pandemia, ci hanno fermato, ma resi più forti. Questo è il primo di grandi eventi, che vedrà ASI protagonista”.

Valter Miccichè, nel doppio ruolo di istruttore della Gymnastic Club e responsabile regionale ASI della ginnastica, punta l’accento sul sociale. “Per tante atlete è la prima volta – dice – hanno lavorato tanto in inverno in palestra ma qui si confrontano con centinaia di ragazze in una struttura enorme. Sarà un momento di crescita ma anche di divertimento”.

 

Cinquecento atleti e l’impegno di Vitattiva

Si sono svolte ad Anzio (Ssd Ginnastica Anzio) e a Civitavecchia (Asd Ginnastica Civitavecchia) le gare di ginnastica artistica femminile e maschile targate Vitattiva. Hanno partecipato 22 società affiliate ASI e circa 500 atleti alla presenza del Presidente Alfonso Rossi. Incontri svolti in presenza nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza.

Le società che hanno partecipato sono:
SSD JUNIOR 88 s.c.
APD A.GRAMSCI
ASD MAX GYM
ASD HARMONY CLUB
SSD GINNASTICA ANZIO
ASD VIRTUS TRIGORIA
ADP SAN PIOX
SSD ESCHILO 2 SPORT IN PROGRESS
ASD MB SPORTING CLUB
ASD SPORTING HEALTH CLUB
ASD CHLOE
ASD VARSITY GYM
ASD AGORA’
ASD GYM POINT
SSD CRISTO RE
SSD PARCO DEI PINI
ASD L’AQUILONE
ASD GYMNASTICA JULIA
APD PALOCCO
ASD VIRTUS SANTA MARIA
ASD BASKET VALSUGANA

 

Ginnastica artistica per 600 piccoli atleti

In scena le gare di Ginnastica Artistica Femminile e Maschile ASI Vitattiva presso la palestra Ginnastica Anzio. Sabato 09 aprile si è svolta la categoria Green cup della Ginnastica Artistica Femminile e le categorie Easy Light / Promo Open della Ginnastica Artistica Maschile. La domenica si è svolta la categoria Pink cup della Ginnastica Artistica Femminile. Hanno partecipato 24 società affiliate ASI e circa 600 atleti alla presenza del Presidente di ASI Vitattiva, Alfonso Rossi. È stata un’altra manifestazione sportiva svoltasi in presenza nel rispetto di tutti i protocolli di sicurezza Covid-19; essendo ancora a porte chiuse, per poter far partecipare anche i genitori, è stata trasmessa in diretta online sulla piattaforma Zoom.

Le società che hanno partecipato sono state:
SSD JUNIOR 88
APD A.GRAMSCI
ASD MAX GYM
ASD GYMNICHE C.S. LAZIO
ASD HARMONY CLUB
SSD GINNASTICA ANZIO
ASD VIRTUS TRIGORIA
ADP SAN PIO X
SSD ESCHILO 2 SPORT IN PROGRESS
ASD MB SPORTING CLUB
ASD SPORTING HEALTH CLUB
ASD CHLOE
ASD VARSITY GYM
ASD AGORÀ
ASD GYMNASTICA JULIA
ASD GYM POINT
SSD CRISTO RE
SSD PARCO DEI PINI
ASD MATER CARMELI
ASD PALAGYM
APD PALOCCO
ASD L’AQUILONE
A.D.BASKET VALSUGANA
SSD CENTRO SPORTIVO SANTA MARIA

Toscana. Tempo di ripartenza con la Ginnastica Artistica

2022: ASI fa da apripista con il Settore Attività Motoria di Base della Regione Toscana che comprende la Ginnastica Ritmica. Con la prima prova di qualifica Nazionale, avvenuta a Montecatini questa domenica.
Nonostante il Covid abbia più che dimezzato le iscritte, erano presenti anche la madrina campionessa del Mondo Anna Basta e la giovane promessa Matilde Barone
È stata una giornata piena di allegria e di sport con anche l'esordio delle giovani promesse, partendo dalla più piccola ginnasta di ben 3 anni, fino alla più esperta del settore agonistico LE.
E il temperamento delle atlete si è letto nelle loro espressioni. La voglia di dimenticare questo momento e concentrarsi solo sulle proprie passioni.
Alla gara vi hanno partecipato 8 società: il Cristallo, di Carmignano, Filoconduttore di Lido di Camaiore, Equilibrium di Piombino, Anna Basta Sport Academy di Pistoia, Il Grifone di Grosseto, Montecarlo, il Poggetto di Firenze e la società Ferrucci Libertas, per un totale di 180 iscritte e 359 bellissime esibizioni.

Mancano solo tre anni a Parigi…

LE PAROLE DI MARCO LODADIO – Ginnastica amara per la spedizione Azzurra. Marco Lodadio non si è qualificato agli anelli delle Olimpiadi di Tokyo 2021. Il ginnasta romano, una storia legata al nostro Ente, ha pagato a caro prezzo gli ultimi 18 mesi estremamente complicati. Il rinvio dei Giochi e un recupero problematico da un’operazione alla spalla lo hanno visibilmente debilitato e purtroppo non era nella stessa forma dei giorni migliori.
Nel suo profilo, queste parole…

"Niente nella vita è scontato e questo ce lo ha già insegnato il Covid, ma soprattutto non lo è una finale olimpica e io questo lo sapevo bene già prima di partecipare alla mia prima Olimpiade.
Credo che essere la prima riserva per una finale sia l’incubo peggiore di qualsiasi atleta di alto livello, ma quello che è successo ieri in gara non è altro che un punto dal quale trarre delle dovute considerazioni e riflessioni. Sono ripartito da zero un anno fa dopo l’intervento alla spalla, ho dovuto passo dopo passo lottare contro me stesso e contro i vari problemi che tutte le volte continuavano a venir fuori nel recupero, ma ogni giorno mi dicevo che la cosa più importante sarebbe stata tornare più forte di prima in vista di questo giorno e che avrei dovuto dare sempre il 100% per non rimpiangermi mai niente, neanche un secondo… Ho fatto proprio così per tornare a questo livello e non mi posso rimproverare assolutamente niente! Quindi anche se da “sconfitto” ho imparato una nuova lezione, perché ho lottato veramente con tutto me stesso per il sogno olimpico e per far sognare tutti con me, non parlo della gara di ieri dove comunque ho dato il massimo, ma di quando stavo veramente male e non sapevo dove sbattere la testa, di quando litigavo con la mia ragazza, i miei compagni e gli amici perché ero eccessivamente nervoso o privo di energie, speranze, con il morale a terra per una spalla che aveva deciso di abbandonarmi proprio nel momento migliore della mia carriera. Ho lottato sempre e comunque fino alla fine e credo di aver capito solo ieri cosa significhi veramente vivere lo spirito olimpico. Questa “medaglia” non si vince in un minuto di esecuzione ma giorno dopo giorno, quando sei in palestra, nel traffico o prima di addormentarti, quando soffri mentre ti alleni e continui a soffrire con la fisioterapia… Per molti sarò stato una scommessa persa, per altri una delusione e per alcuni un “hai visto non era così forte come sembrava”, ragazzi mi dispiace ma nonostante tutto sono arrivato a coronare uno dei sogni più belli della vita di un atleta e comunque non mi fermerò proprio ora, ormai mancano solo tre anni a Parigi!". 

 

Le prime gare con ASI
Queste le parole di Marco Lodadio che racconta il suo rapporto con il nostro Ente: ”Mio padre Marco è Direttore Tecnico della Nazionale di ASI Vitattiva di Alfonso Rossi e Presidente della Gym Point, società affiliata ad ASI. Attualmente poi ho gareggiato, oltre che per l’Aeronautica Militare, con la AS Gin Civitavecchia che è anche un polo di allenamento ed è affiliata ASI. Inoltre, le mie prime gare sono state all’interno dei circuiti degli Enti di Promozione Sportiva e io stesso, quando allenavo i bambini in palestra, li portavo poi a fare gare ASI. La formazione dei giovani atleti nel vivaio degli EPS è eccellente e contribuisce alla diffusione della disciplina anche preparando i campioni di domani".

"Alla fine del 2018 sono stato anche premiato da ASI in occasione del premio Sport e Cultura poi è stata emozionante la partecipazione all’Assemblea Nazionale allo Stadio Olimpico".