Notizie

31.10.2020

Istituzionale

Lo sport lombardo scende in piazza per manifestare il suo dissenso alle decisioni del Governo Conte

Si mobilitano gli sportivi lombardi. Primo appuntamentio, sabato mattina davanti al Cimitero Monumentale, luogo storico e rappresentativo di Milano, ASI Lombardia in collaborazione con ARISA (associazione Regionale Imprenditori dello Sport, delle Arti e del benessere) organo di riferimento di Confcommercio riunisce ben 250 dirigenti, tecnici e atleti delle società sportive, nelle numerose discipline che rappresenta sul territorio. La sinergia con il Comitato Regionale della FIN, ha dato ulteriore lustro e visibilità all’iniziativa. Tutti gli organi di stampa della televisione e della carta stampata erano presenti ed hanno immortalato i momenti salienti della manifestazione.

“ASI Lombardia – ha spiegato Contardi – ancora una volta si è resa protagonista, un momento che verrà ricordato, unire Federazioni, Enti di Promozione e Associazioni che rappresentano il mondo delle Palestre, Piscine e dello Sport tutto ha lanciato un segnale importante alle Istituzioni.
Lo Sport deve essere rispettato e gli va riconosciuto un ruolo fondamentale sociale, sanitario e di crescita del Paese, ASI,  in questo processo è e sarà sempre protagonista”.

Nel pomeriggio le Scuole di Danza, provenienti da tutta Italia, si sono, invece, ritrovate in Piazza Castello per manifestare, evidenziando i valori della danza, cultura, sacrificio e passione. Le ragioni della Danza sono state sottolineate durante la manifestazione. Dopo i discorsi iniziali le scuole, con tutti partecipanti in abito bianco hanno animato la piazza sotto l’occhio divertito e interessato dei passanti.

ASI presente anche a Brescia, Piazza Vittoria in centro, per una manifestazione, senza sigle ufficiali, di palestre, piscine e centri sportivi. Lo slogan prescelto è stato “Lo sport è vita”. Con Davide Magnabosco era presente il Comitato di Brescia. 

In Primo Piano
In Evidenza