In scena le minimoto con il Trofeo Pepsi ASI 2022

Quest’anno è la terza edizione del Trofeo Pepsi ASI 2022 che si svolge a Sbiellopark, una edizione con griglie di piloti più folte e di conseguenza anche il paddock era allegramente popolato per tutte e cinque le date. Famiglie, amici e atleti in erba si sono divertiti dedicando il proprio tempo con passione verso lo sport che amano, tutti gli appuntamenti sono stati accompagnati da bella musica che ha contribuito rendere sereni e spensierati gli animi degli avventori.
I pilotini della Scuola Moto Milano alle prime guide si sono esibiti con successo mostrando prima di ogni partenza una loro sessione di prova “garetta” all’apertura di ogni vera gara dei più grandi.
I campioni minimoto del Trofeo Pepsi ASI 2022 sono Mattia Passarella 7y cat. Primi Passi, Gabriele Zaffaroni 10Y cat. Junior A, Alberto Sicolo 36y cat. Senior, Emilio Ciraudo 38y cat. miniMotard i quali saranno premiati con importanti Trofei.
I piloti vincitori saranno candidati per i campionati FMI del 2023 compreso anche le tappe del Trofeo Simoncelli.
Si ringraziano ASI, la Croce Bianca di Magenta, Pepsi e Rovera salumi per i premi, Lovati Car-Fast assembler-Logos tre Magenta-Sicurauto-Cerutti ricambi-Alemoto corse e tutto lo Staff di Sbiellopark per l’enorme supporto.
Un arrivederci alla stagione 2023 in cui il Direttivo Racing Team Sbiellati di Sbiellopark ha già programmato un campionato che interesserà anche altre piste della Lombardia e del Piemonte.
Di seguito un link per te rivivere un momento sulla nostra pista: “gara trofeo sociale“.

Il Formula X Racing Weekend regala emozioni nel gran finale a Monza

Un fine settimana ad alto tasso di adrenalina celebra la conclusione della stagione 2022 nel tempio della velocità italiano. Assegnati gli ultimi titoli al termine di una sequenza scoppiettante di gare.

Il glorioso palcoscenico dell’Autodromo Nazionale di Monza ha ospitato l’atto finale della stagione 2022 del Formula X Racing Weekend targato ASI. Nelle giornate di Sabato 28 e Domenica 29 Ottobre, oltre 290 concorrenti suddivisi tra dodici categorie hanno dato vita ad un fine settimana ricco di emozioni, accompagnato da una splendida cornice di pubblico che ha seguito con grande partecipazione le numerose gare in pista e le attività d’intrattenimento nel paddock. La serie organizzata da Luca Panizzi chiude così nel migliore dei modi un’altra annata densa di soddisfazioni, in attesa di proseguire la propria crescita anche nel 2023 con tante novità in rampa di lancio.

L’appuntamento sul velocissimo tracciato brianzolo ha incoronato gli ultimi campioni delle categorie presenti per l’evento, ospitando al contempo per la prima volta anche i campionati esteri Super Seven e Twingo Cup; oltre ad essi, non sono mancate le attesissime sfide che hanno visto le monoposto di FX Pro Series, FX3, Trofeo Predator’s, FX2, Formula Class Junior, FX600 e Formula Classic contendersi il gradino più alto del podio, oltre alle competizioni a ruote coperte con i campionati ATCC, Legends Cars Italia e Speed Euroseries che hanno assegnato i rispettivi titoli in palio nel gran finale andato in scena nel mitico ‘Tempio della Velocità’.

Un fantastico schieramento di oltre trenta vetture ha caratterizzato l’appuntamento finale della serie ATCC, con Silvano Bolzoni (Bolza Corse) e Pasquale Notarnicola (Autostar Motorsport) che si sono divisi la posta in palio al termine delle due manche. Denis Babuin ha potuto completare la propria rimonta in classifica sul duo Bodega-Ferri (non presente al via nella tappa brianzola) conquistando con la sua Audi LMS RS3 il suo secondo titolo consecutivo nella Prima Divisione. Il duo Bolzoni-Marchesini si è invece aggiudicato il trono nella classe GT4, mentre Pierluigi Nebuloni ha suggellato con un altro successo il suo trionfo nella Seconda Divisione. Lo sloveno Miha Primozic si è invece imposto nella graduatoria assoluta della Terza Divisione, con i successi assoluti di tappa conquistati da Claudio Grispino e Massimiliano Moro.

Emozioni forti anche nella Legends Cars Italia, con Simone Borghi che ha potuto festeggiare la conquista del titolo 2022 grazie al terzo posto ottenuto in gara-1 ed alla vittoria centrata nella manche conclusiva. Ottimi riscontri anche per Gabriele Torelli, autore della pole position e primo sul traguardo della sfida inaugurale, mentre sul podio ha trovato posto anche Alessandro Bollini con un secondo ed un terzo posto.

Anche la serie continentale Speed Euroseries ha eletto i propri trionfatori 2022, con Ivan Bellarosa (Wolf GB08 F Extreme) che è riuscito ad aggiudicarsi il titolo assoluto al termine di un tiratissimo confronto con Agustin Cabanillas e Matteo Roccadelli, vincitori rispettivamente delle classi Unlimited e Thunder. Le due gare hanno invece registrato il trionfo di Danny Molinaro nella prima prova e dello stesso Bellarosa nella seconda.

Passando alle monoposto, l’ultimo atto stagionale della FX Pro Series ha salutato il successo di Tommaso Lovati in gara-1, abile a precedere in volata il terzetto formato da Simone Saglio, Giovanni Maschio e Elia Galvanin. Nella seconda prova è stato invece Maschio ad imporsi autorevolmente, precedendo con ampio margine Saglio e Andrea Raiconi; quest’ultimo ha inoltre celebrato al meglio il proprio recente titolo nella classe AM con un doppio successo, senza dimenticare la conquista del trofeo assoluto da parte di Andrea Bodellini soltanto due settimane fa a Magione.

Emozioni incredibili nella FX3, con un doppio arrivo al fotofinish che ha esaltato il folto pubblico di Monza. Nella prima manche, Matteo Manzo ha preceduto sul traguardo per soli 18 millesimi Davide Critelli, con Matteo Zaniboni sul terzo gradino del podio; nella seconda prova, un’altra emozionante volata ha decretato il successo di Andrea Giagnorio davanti a Andrea Zaniboni e Marco Luzzi, al termine di una prova estremamente combattuta. Sempre nel medesimo schieramento, l’ultimo appuntamento del Trofeo Predator’s European Challenge ha registrato nella prima manche il successo del neo-campione Luca Vanzetto, abile ad imporsi nei confronti di Gabriele Bini e Devis Padovan, mentre nella prova seguente è stato lo stesso Bini a precedere sul traguardo Vanzetto e Padovan.

Sandro De Virgilis ha potuto celebrare il suo primo centro stagionale nel campionato FX2, dopo il titolo già aritmeticamente conquistato in precedenza da Francesco Galli. Il portacolori Alpha Team Racing ha avuto la meglio in gara-1 nei confronti di Stefano Pezzoni e Valentino Carofano, mentre nella seconda manche è stato Andrea Masci a completare con successo una bella rimonta dal fondo, imponendosi nei confronti di De Virgilis e Pezzoni. A dividere la stessa griglia anche i protagonisti della Formula Classic, con Emanuele Aralla che ha centrato un doppio successo nella graduatoria assoluta, mentre Luca Spoggi ha preceduto in entrambe le occasioni Andrea Grassano nella classifica riservata alla classe Abarth.

L’appuntamento di fine stagione ha inoltre applaudito l’attesissimo ritorno della Formula Class Junior sul circuito brianzolo. Marco Visconti si è aggiudicato il titolo assoluto svettando nel Trofeo ‘Romolo Tavoni’ grazie ad un doppio successo nella categoria Platinum centrato nel round finale, mentre a conquistare la vittoria assoluta sono stati Antonio Vessicchio e Massimiliano Vichi (Super Junior). A svettare nella classe Gold è stato invece Jacopo Prescendi, nuovo re del Trofeo ‘Alberto Baglioni’; l’ottimo Camillo Centamore si è poi imposto per due volte al top nella classe Silver, che ha visto Simone Pontellini aggiudicarsi il Trofeo ‘Sandro Corsini’. Nella classifica riservata alle Predator’s, oltre alle vittorie di Seriano Milan e Leopoldo Spinelli, da segnalare anche il podio ottenuto da Corrado Cusi al volante del primo modello di Predator’s mai realizzato.

Infine, tra le Caterham della Super Seven a svettare sono stati Diogo Tavares (CRM Motorsport) e José Carlos Pires (Speedy Motorsport), mentre nella Twingo Cup i successi sono andati a Mihajilo Mladenovic (ASK Mixa Racing Team) e Rok Cerar (Lema Racing).

Luca Panizzi (organizzatore Formula X Racing Weekend): “Siamo davvero orgogliosi di aver potuto chiudere questa fantastica stagione proprio sul circuito di Monza. Si tratta di un traguardo molto importante per la nostra realtà, che ha portato in pista un numero record di iscritti e regalato gare spettacolari ed emozionanti. Il pubblico ha avuto modo di divertirsi sulle tribune e nel paddock, a conferma di come l’evento abbia riscontrato grande interesse tra gli appassionati. Questa tappa per noi rappresenta un nuovo punto di partenza dal quale poter ulteriormente crescere e migliorare, con la passione e l’intraprendenza che ci contraddistingue. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i piloti e i team che hanno creduto nel nostro progetto, insieme ad ACI Sport e ai partner che ci hanno sostenuto. Questo finale di stagione ci regala una carica ancora maggiore in vista del prossimo anno, in vista del quale presenteremo numerose novità ed un calendario ancor più accattivante!”

ASI accende i motori per il primo Industrial Driver

Si è tenuto a San Dorligo della Valle, in provincia di Trieste, il primo Industrial Driver organizzato dalla Asd Trieste Racing Club Accademy, nostra affiliata, impegnata da anni non solo nell’organizzazione e nella partecipazione a eventi di carattere motoristico, ma anche nella promozione e divulgazione nelle scuole di corsi sia di avviamento alla guida che di guida sicura.

Moltissimi piloti provenienti da diverse regioni pronti a partire al via per affrontare un percorso ricavato in una proprietà privata di oltre un chilometro, da ripetere per sei giri divisi in quattro manche. Le classifiche sono state divise, come di consueto, per categorie in base alla cilindrata e al peso delle vetture. Molto importante è stata la presenza femminile, tante giovani driver pronte a sfidarsi e a sfidare i colleghi alla guida delle loro vetture dimostrando, ancora una volta, che lo sport non conosce differenze di alcun tipo. Un evento di vero successo, dove i partecipanti hanno potuto apprezzare il territorio e le sue specialità, degustando assaggi di olio d’olivo offerti da una ditta locale. Appuntamento, dunque, alla prossima stagione automobilistica a tutto gas!

Il Formula X Racing incorona a Magione i primi vincitori 2022

Non sono mancate le emozioni nel corso del Formula X Racing Weekend andato in scena Sabato 15 e Domenica 16 Ottobre sul circuito di Magione, in occasione del penultimo round della stagione 2022. Una sequenza di gare scoppiettante ha scandito la frenetica attività in pista del fine settimana sul tracciato umbro, incoronando già i primi vincitori in attesa del gran finale in programma a fine mese sull’Autodromo Nazionale di Monza. Ben undici categorie hanno regalato spettacolo sul tortuoso layout dell’impianto perugino, che ha celebrato tra gli altri la conquista aritmetica dei titoli 2022 da parte di Andrea Bodellini nella FX Pro Series, di Lyle Schofield nella FX3 e di Luca Vanzetto nel Trofeo Predator’s, quest’ultimo campionato giunto al suo appuntamento conclusivo.

A festeggiare sono stati anche Massimiliano Moro e Kevin Liguori nelle rispettive categorie della Sprint Series, mentre la sfida conclusiva si preannuncia intensissima in vista del gran finale sul ‘Tempio della Velocità’ del prossimo 29-30 Ottobre: la lotta per la classe regina ATCC vedrà presentarsi diversi piloti racchiusi nello spazio di pochi punti, specialmente dopo la perentoria doppietta conquistata dal campione in carica Denis Babuin a Magione. Giochi ancora aperti nella Terza Divisione ATCC e nella Formula Class Junior, quest’ultima attesa al proprio ritorno in grande stile sull’autodromo che tenne a battesimo la propria progenitrice Formula Monza negli anni ’60.

Passando al resoconto specifico di quanto successo nel round umbro, Andrea Bodellini ha potuto finalmente coronare la propria rincorsa al titolo 2022 della FX Pro Series. Il giovane portacolori del team Eureka Competition ha gestito con grande saggezza il già ampio margine costruito nei confronti degli avversari, aggiudicandosi così il suo secondo titolo consecutivo dopo quello conquistato lo scorso anno in FX3. A festeggiare in quel di Magione è stato anche Tommaso Lovati (Lema Racing), autore di una perentoria doppietta davanti allo stesso Bodellini, mentre Andrea Raiconi (Mondiale Racing) si è aggiudicato il terzo posto nell’assoluta ed il successo nella graduatoria AM, con Alex Tarasconi (G_Motorsport) subito alle sue spalle.

Il ruolo di assoluto protagonista della stagione FX3 per Lyle Schofield non è mai stato messo in discussione, ma la certezza aritmetica del titolo è arrivata soltanto in occasione del round di Magione. Il giovane pilota irlandese ha portato a casa l’ennesima doppietta, regolando in gara-1 Matteo Zaniboni e Fabio Daminato, mentre nella seconda ha completato la sua rimonta dopo l’inversione della griglia avendo la meglio nei confronti di Marsilio Canuti e Davide Fanton. Nella classifica AM a centrare il successo sono stati Matteo Manzo e lo stesso Fanton, con quest’ultimo che ha conservato la leadership in classifica in vista dell’appuntamento finale a Monza.

Sempre rimanendo nell’ambito delle vetture realizzate da Corrado Cusi, Luca Vanzetto si è aggiudicato matematicamente il titolo di campione 2022 del Trofeo Predator’s. Per lui è stato sufficiente cogliere un terzo ed un quarto posto, in un week-end che ha visto salire sul gradino più alto del podio Niccolò Bettini e Nazareno Compagnoni. Ottimi piazzamenti in gara-2 anche per Andrea Frizza e Devis Padovan, mentre Nico Potche si è aggiudicato la graduatoria AM in un round che ha visto quest’ultimo dividersi i successi in palio con Leonardo Arduini.

La sfida in vista del finale di Monza si preannuncia interessantissima nel campionato ATCC riservato alle vetture Turismo e GT. Nello schieramento riservato alla Prima e Seconda Divisione, Denis Babuin (Bolza Corse) su Audi RS3 LMS ha colto una perentoria doppietta, riducendo il margine che lo separa dalla vetta della classifica. Fulvio Ferri (Meteco Corse) ha mantenuto la leadership con Giuseppe Bodega grazie ad un doppio secondo posto, mentre Enrico Riccardi e Mauro Cesari sono saliti sul terzo gradino del podio nell’assoluta. Successi di classe anche per Miha Primozic nella GT4 davanti a Bolzoni-Marchesini e a Francesco Palmisano, mentre Cesari si è aggiudicato anche la GT Light al volante della BlackM. Nella Terza Divisione ATCC è stato Matteo Pioppi a mettere a segno un week-end da incorniciare, grazie a due successi ottenuti in altrettante gare. Sul podio dell’assoluta si sono piazzati anche gli sloveni Miha Primozic e Nik Stefancic, con Walter Lilli e Lorenzo Flavi a dividersi la posta in palio nella RS Trophy. Maurizio Fumi ed Emidio Luzi si sono aggiudicati il confronto nella classe E, mentre Tonino Scocco ha firmato una doppietta nella classe F.

Spettacolo e grandi emozioni anche nel doppio schieramento riservato all’agguerritissima Sprint Series, giunta al proprio appuntamento finale. Massimiliano Moro si è laureato campione nel Ford Challenge MPM, dopo la squalifica inflitta nel post-gara a Giuseppe Gulizia. Quest’ultimo ha conquistato il terzo posto finale in campionato alle spalle di Antonio Auricchio, mentre a brillare è stato anche Riccardo Mandolese grazie ad un doppio piazzamento sul podio di tappa. Gioia anche per Kevin Liguori, primo campione della nuova classe Twingo Cup al termine di un acceso confronto con Matteo Pala che ha visto i due aggiudicarsi una manche a testa. Sul podio anche Andrea Basso (terzo in gara-1), mentre Maurizio Giberti e Giuseppe Marech hanno completato il podio nella seconda prova.

Il romano Andrea Masci (Ruote Scoperte Motorsport) ha festeggiato il primo doppio centro stagionale in FX2, in un appuntamento che ha visto la sfida riservata alla Formula Classic premiare Matteo Aralla e Andrea Grassano, precedendo Romano Zani e Cristiano Zanotti.

Fabio Contini si è imposto in entrambe le manche nella Formula Class Juniora Magione. Essendo quest’ultimo “trasparente” ai fini della classifica (trovandosi al volante dell’unica SuperJunior in gara), è stato quindi Marco Visconti a centrare un doppio successo nella classe Platinum, con quest’ultimo che ha dunque potuto rafforzare la propria leadership in vista dell’attesissimo finale a Monza tra due settimane. Giuliano Zecchetti ha inoltre conquistato un posto sul podio nell’assoluta di gara-2, mentre Jacopo Prescendi e Roberto Di Modugno si sono spartiti il bottino nella classe Gold. Giuseppe Angilello ha infine dominato nella graduatoria Silver.

Non sono mancate sul tracciato umbro nemmeno le emozioni in modalità “full electric”, vista la presenza delle Tesla del campionato E-STC Series (le quali hanno dato vita ad un’esibizione in modalità ‘Time Attack’), e dei protagonisti del campionato Smart EQ fortwo e-cup.

Luca Panizzi (organizzatore Formula X Racing Weekend): “Siamo tornati per la seconda volta in stagione sul circuito di Magione e le emozioni di certo non sono mancate. Grandi complimenti vanno ai piloti che sono stati in grado di aggiudicarsi il titolo, ma il ringraziamento va rivolto a tutti coloro che hanno reso possibile la perfetta riuscita di questo evento. Adesso ci concentriamo sul finale di campionato, che ci vedrà impegnati nella nostra ‘première’ sul mitico circuito di Monza: stiamo registrando un’adesione straordinaria e contiamo anche di vedere una massiccia presenza di pubblico. Sarà il modo migliore per concludere una stagione per noi ricca di grandi soddisfazioni!”.

Un equipaggio ASI in Croazia per il Rally Porec

Trasferta estera per un equipaggio targato ASI Friuli Venezia Giulia. Paolo Di Pinto e Alberto Grassi a bordo di una Lancia Delta Evoluzione Gr. A hanno preso parte al Rally Porec in Croazia lo scorso 1 e 2 ottobre. Il rally, molto lungo e impegnativo è valido per il campionato europeo rally ed è diviso in 2 parti. Una per i piloti “locali” e una per gli “ospiti”. E proprio in quest’ultima categoria si iscrivevano i 2 portacolori dell’ASI.

L’evento, come detto, organizzato sotto l’egida della Fia e della locale federazione automobilistica croata, è giunto alla sua 23° edizione. Il rally è stato davvero molto molto difficile in quanto durante la prima tappa si è rovesciata sul percorso tutta la pioggia che è mancata in questi mesi rendendo le strade croate ancora più scivolose e insidiose del solito mettendo a dura prova i partecipanti. Fortunatamente la seconda tappa si è svolta sotto un bel sole autunnale anche se non sono mancati i tratti di strada letteralmente invasi dal fango che hanno reso ancora più difficile la guida. I portacolori dell’ASI Fvg hanno letteralmente dominato la gara nonostante alcuni problemi tecnici alla loro vettura patiti nell’ultima parte di gara. Si sono portati in testa sin dalla prima prova speciale e non hanno più lasciato spazio agli avversari aggiundicandosi così la gara. La presenza di ASI Fvg all’estero quindi si amplia sempre di più dopo l’organizzazione del Sahara Racing Cup il rally Raid organizzato in Tunisia a fine aprile.