El Jebli e Varricchione vincono la prima edizione della Corsa del Ricordo di Aversa

Ha riscosso grande successo la prima edizione campana della Corsa del Ricordo – manifestazione podistica organizzata in ricordo degli esuli Giuliani, Fiumani e Dalmati da ASI e dall’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD) con circa duecento iscritti provenienti da tutta la regione Campania che si sono confrontati su un circuito di poco più di 10Km (diviso tra il parco Pozzi ed il centro di Aversa), la gara, presente nel circuito regionale Fidal, è stata organizzata dal Comitato Regionale Asi della Campania e dall’Asd Asi Polisportiva Bellona con la collaborazione della Federazione Italiana Camminatori Sportivi (FICS) e con il patrocinio della Città di Aversa, della Provincia di Caserta e della Regione Campania. 

Vincitore assoluto è stato Ajjaj El Jebli della Asd Atletica Vomano seguito da Luigi Junior Palmieri della Asd Atletca Nolana e da Marco Pascarella della Asd Polisportiva Bellona. Prima donna all’arrivo è stata Roberta Varricchione della Asd ASI Polisportiva Bellona, seconda Clare Huges e terza Carmela Borzacchiello.
In base al posizionamento di propri atleti, prima società sportiva classificata è stata l’Asd Podistica Normanna. Al secondo posto Asd Polisportiva Bellona. Terza classificata l’Asd Atletica Marcianise.

LA PREMIAZIONE

A premiare gli atleti sono stati il sindaco di Aversa, Francesco Matacena, il president4e regionale Asi della Campania, Nicola Scaringi, il responsabile nazionale Asi di atletica leggera, Sandro Giorgi, il governatore regionale Panathlon, Paolo Santulli, ed il comandante della polizia municipale di Aversa, Stefano Guarino.
“Nata a Roma nel quartiere Giuliano-Dalmata, la Corsa del Ricordo festeggia, nel 2024, il dodicesimo anno di attività – ha dichiarato Sandro Giorgi – e sono felice che sia entrata anche la Campania nel novero delle regioni che organizzano una tappa di questo evento. Il campo profughi di Aversa è stato uno dei più grandi e importanti del Mezzogiorno, un approdo sicuro per quanti, abbandonando la terra natia, hanno contribuito a far grande la patria italiana”.

“Comincia da Aversa l’avventura della Corsa del Ricordo in Campania – ha commentato Nicola Scaringi – che, certamente, si rinnoverà anche nei prossimi anni. La regione è stata sede di più campi profughi e sono stati tanti i giuliani, fiumani e dalmati che hanno deciso di restare qui e che ricordano ancora, con profondo affetto, i difficili anni dell’accoglienza. La nostra intenzione è quella di non fermarci alla sola manifestazione sportiva, che certamente si ripeterà, ma di realizzare un insieme di iniziative che possano ripercorrere sul territorio la storia degli esuli in Campania”.

“Così come accolse gli esuli, Aversa accoglie, oggi, questi atleti che vogliono ricordare con lo sport uno delle pagine più complesse della storia italiana – ha dichiarato il sindaco Francesco Matacena – ma che ha avuto nella nostra città una delle pagine più felici sotto il profilo dell’accoglienza. Aversa non dimentica il campo profughi, il cui ricordo è vivo nella mente di ogni cittadino, e continueremo a ricordarlo con manifestazioni come questa”.

Ordine di arrivo maschile:
1) Hajjaj El Jebli Asd Atl. Vomano 0:35:33
2) Luigi Palmieri Luigi Junior (Asd Atletica Nolana) 0:36:11
3) Marco Pascarella (Asd ASI Polisportiva Bellona) 0:36:54

Ordine di arrivo femminile:
1) Varricchione Roberta Asd ASI Polisportiva Bellona 43:42
2) Clare Huges (Gran Bretagna) Run Card 0:50:36
3) Carmela Borzacchiello Run Card 0: 56:46

Presentata ad Aversa la tappa campana della Corsa del Ricordo

Domenica 7 luglio la partenza dal parco Salvino Pozzi. 
È stata presentata questa mattina presso la sala consiliare del Comune di Aversa la tappa campana della Corsa del Ricordo, manifestazione podistica organizzata da ASI in collaborazione con l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia,  in ricordo degli esuli Giuliani, Fiumani e Dalmati – che si terrà nella cittadina normanna domenica 7 luglio con partenza alle ore 08.30 in via Roma presso il parco Salvino Pozzi, sede dove fu allestito il campo profughi che accolse, nel dopoguerra, più di cinquemila italiani provenienti non solo dal confine orientale ma da tute le terre d’oltremare.

 

L’EDIZIONE DI AVERSA

Con una lunghezza di 10Km, la Corsa del Ricordo ad Aversa si snoda nel centro cittadino realizzando due giri di un circuito che, a partire da parco Pozzi, toccherà le aree nelle sue immediate vicinanze ed attraverserà parte del rione Costantinopoli dopo il passaggio per porta Napoli e lungo quasi l’intera lunghezza di via Roma.
La gara, presente nel circuito regionale Fidal, è stata organizzata dal Comitato Regionale ASI della Campania ed all’Asd ASI Polisportiva Bellona con il patrocinio della Città di Aversa, della Provincia di Caserta e della Regione Campania.
“Organizzata la prima volta nel quartiere Giuliano-Dalmata di Roma, la Corsa del Ricordo diviene, ogni anno, in circuito sempre più grande – ha spiegato Sandro Giorgi, responsabile nazionale ASI del settore atletica leggera – che punta a toccare tutte le città italiane dove ha avuto sede un campo profughi giuliano. Quest’anno si aggiunge alle tappe nazionali anche la Campania, significativamente con la città di Aversa che ospitò uno dei campi più grandi del Mezzogiorno d’Italia”.

“Aversa è solo la prima tappa della Corsa del Ricordo in Campania – ha spiegato Nicola Scaringi, presidente regionale ASI Campania – ed è per noi significativo ospitarla proprio qui dove gli esuli furono accolti da una popolazione per nulla ostile ed, anzi, attenta ai bisogni di molti. Tantissimi portano ancora Aversa nel cuore, così come gli aversani conservano un amorevole ricordo di quanti sono passati da qui o hanno scelto di mettervi radici”.

LA PRESENTAZIONE

L’evento di presentazione ha goduto della presenza di un testimone d’eccezione, Arsenio Milotti, esule fiumano che visse nel campo profughi di Aversa dal 1946 al 1958. “Ho un ricordo straordinario di Aversa e degli aversani – ha ricordato – così come del campo profughi che, pur nelle grandi difficoltà, era pieno di verde e ci garantiva diversi servizi. Dopo la fuga da Fiume, Aversa ha accolto me e la mia famiglia, mi ha permesso di ricevere un’istruzione, di svagarmi rincorrendo un pallone insieme a tanti giovani appassionati aversani e di coltivare tante amicizie resistite fino ad oggi. Sono legato a questo territorio, che ha visto nascere anche una delle prime sezioni italiane dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, e lo porto sempre nel cuore”.
Presenti in aula consiliare il neo sindaco di Aversa, Francesco Matacena, che ha salutato i presenti ricordando quanto aversa sia legata agli esuli e significativamente annunciando che proprio presso il parco Pozzi sarà realizzata la tanto attesa pista di atletica leggera. Accanto a lui il delegato CONI di Aversa, Guglielmo Moschetti, il Presidente regionale Fidal Campania, Bruno Fabozzi, il Consigliere nazionale Fidal e delegato nazionale corse su strada, Carlo Cantales, il governatore regionale Panathlon Campania e Presidente onorario Atletica Aversa, Paolo Santulli, l’allenatore delle nazionali italiane Fidal under 23, Tonino Andreozzi, ed il responsabile regionale ASI Campania di atletica leggera e presidente Asd ASI Polisportiva Bellona, Pino Romano.

La Corsa del Ricordo approda in Campania

Domenica 7 luglio 2024 appuntamento ad Aversa.
Nel suo itinerario da Nord a Sud per l’Italia la Corsa del Ricordo approda anche in Campania, altra regione che fu meta dell’esodo Giuliano Dalmata. Domenica 7 luglio la manifestazione organizzata da ASI e da ANVGD (Associazione Nazionale Venezia  Giulia e Dalmazia ) si svolgerà ad Aversa, città dove le vicende post-belliche, che coinvolsero tanti nostri connazionali, fu dolorosamente vissuta. La città normanna fu infatti sede di uno dei 109 campi profughi disseminati nello Stivale. I discendenti di coloro che, dopo la Seconda Guerra Mondiale, furono ospitati in città ci vivono ancora, tenendo viva la memoria dei loro antenati istriani, fiumani e dalmati cacciati o costretti alla fuga dalla loro terra di origine. Per ricordare quei tragici momenti storici nello scorso mese di febbraio, in occasione del Giorno del Ricordo, è stata realizzata presso il Liceo Cirillo una mostra a tema che fatto da cassa di risonanza e di conoscenza su fatti che ancora non sono completamente noti a tutti.

L’organizzazione della 1^ edizione della Corsa del Ricordo di Aversa è affidata all’Asd ASI Polisportiva Bellona che avrà la collaborazione del Comitato Provinciale ASI di Caserta del Il Comitato Regionale Campania ASI, e della Città di Aversa. La gara, competitiva di 10,300 km, è inserita nel calendario Regionale Fidal.

Si correrà all’interno del Parco Salvino Pozzi, il più grande polmone verde della città, un’area attrezzata di oltre 22.000 metri quadri, che ha un valore particolarmente significativo perché sorge proprio dove erano poste le baracche che ospitavano i profughi, demolite soltanto nel 1990, in occasione visita in città del Pontefice Giovanni Paolo II.
La partenza della Corsa del Ricordo è prevista per le 8.30 mentre il ritrovo di giurie e concorrenti è fissato per le 7.00.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE E QUOTE DI PARTECIPAZIONE
Le iscrizioni prevedono un tetto massimo di 500 atleti e chiuderanno entro le ore 12.00 di giovedì 4 luglio o al raggiungimento dei 500 iscritti. Dopo la chiusura non sono consentite cancellazioni ma solo sostituzioni tra atleti della stessa società.
La quota di iscrizione è di 10 €.
Le buste con i numeri ed i cip verranno consegnate la mattina della gara a partire dalle ore 7:00 e comunque non oltre le ore 8:00 o il Sabato pomeriggio dalle ore 16:00 alle ore 20:00.
ONLINE: sul portale ENDU pagamento con carta di credito o bonifico bancario utilizzando le coordinate messe a disposizione al termine della procedura di iscrizione
OFFLINE: compilando il modulo excel messo a disposizione dalla società organizzatrice e pagando la quota di iscrizione tramite bonifico bancario a COMITATO REGIONALE ASI, codice Iban: IT39 D0760 1149 000 000 59 78 57 82 oppure CC –  CONTO CORRENTE POSTALE.
59 78 57 82 intestato ad ASI COMITATO REGIONALE CAMPANIA
Modulo e copia del pagamento dovranno essere inviati in allegato a ricordoaversa@evodata.it.
Le società EPS dovranno inviare, unitamente al file excel e alla copia del pagamento, anche dichiarazione di tesseramento su carta intestata con timbro e firma del Presidente a garanzia di tutti gli iscritti.
Le iscrizioni chiuderanno giovedì 4 Luglio 2024 alle ore 12:00. In via del tutto eccezionale, previa disponibilità dei pettorali, sarà possibile iscriversi domenica 07 luglio fino alle 8:00. I pettorali, sia per le società che per i singoli, si possono ritirare sabato 6 Luglio 2024 presso Parco Pozzi oppure domenica mattina 7 Luglio sul luogo del ritrovo entro le ore 8:30.

Trofeo Bravin. Sabato a Roma i migliori cadetti e allievi italiani

Dopo la sbornia di risultati e di vittorie azzurre nei Campionati Europei appena andati in archivio, i riflettori si spostano sul tradizionale Trofeo Giorgio Bravin, la più antica manifestazione giovanile di atletica leggera che si svolge in Italia, organizzata da ASI, che nel 2024 festeggia la 57^ edizione.
La manifestazione quest’anno si svolgerà in una nuova e prestigiosa location, lo Stadio dell’Esercito all’interno del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito alla Cecchignola di Roma, grazie alla disponibilità del CSOE che ha messo a disposizione il suo impianto per lo svolgimento di quella che sarà, come ogni anno, una vera e propria vetrina per i giovani più promettenti d’Italia i quali cercheranno, sulle piste e sulle pedane romane, i minimi per i campionati italiani di categoria.

Come ogni anno il Trofeo Bravin, che riscuote una notevole popolarità e credibilità, per gli alti livelli organizzativi che garantisce, avrà anche quest’anno un’oceanica partecipazione. Alla chiusura delle iscrizioni risultano 784 gli atleti, nelle due categorie, provenienti da club di tutta la penisola. Una fiumana di talenti pronti a demolire record nazionali, della manifestazione e a stabilire il proprio personal best. Da nord a sud saranno dodici le società rappresentate: Friuli Venezia Giulia, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sardegna.

Fra i tanti che indosseranno il pettorale alcuni dei più forti protagonisti delle categorie cadetti ed allevi che, come tanti altri in passato, troveranno proprio nel Trofeo Bravin lo slancio per raggiungere nei prossimi anni traguardi importanti e la maglia azzurra.

Nella categoria cadetti saranno certamente protagonisti Gabriele D’Amico (Atletica Grosseto) che quest’anno ha stabilito il miglior tempo stagionale sui 300 piani; Belsino  Randriamikasa (AICS Hadria Pescara), migliore prestazione dell’anno nel lungo con la misura di 6,58; Simone Esposito (Arca Atletica Aversa), fra i più accreditati nell’alto che quest’anno ha saltato 1,95, seconda migliore prestazione dell’anno; Gianmarco Bellucci (Elite Academy Bari) promettente ostacolista autore di grandi performance nel corso della stagione sia sugli 80 hs che sui 300 hs. La gara del giavellotto vivrà esaltanti momenti grazie alla sfida fra il secondo e terzo d’Italia nella categoria, fra Ivan Davide Muraro(Atl. Villa Gordiani), accreditato della misura di   60,92, e Davide Colucci (Atl. Tor Tre Teste) che vanta un personal best di  59,06.

Nella categoria cadette c’è attesa per la prestazione della pesista Chiara D’Addario (ACSI Italia Atletica), la più accreditata protagonista italiana della specialità; altra atleta dalle enormi potenzialità è Sabrina Romagnoli (Fiamme Gialle) che con il tempo di 11.65 ha il terzo tempo stagione negli 80 hs.; in grande forma è data Kimbery Fortes Brito (Cinecittà Pro Sport) che sulla pedana del Bravin punta a migliorare il suo personale nel salto in alto.

Fra gli allievi brillerà la stella di Vittore Simone Borromini il palermitano tesserato per la Toscana Atletica Jolly, che è accreditato di un eccellente di un 8.10.78 migliore prestazione stagionale dell’anno nei 3000 metri; altro atleta dal quale si attendono misure importanti è il giavellottista Leonardo Di Mugno (Studentesca Rieti) che quest’anno ha scagliato l’attrezzo a 63,63, seconda prestazione dell’anno della categoria.

Non meno qualificato il lotto delle partecipanti nella categoria allieve nella quale spiccano tre atlete della Capanne Pro Loco: La giavellottista Cinzia Burzicchi, che vanta la terza prestazione italiana nel lancio del giavellotto; Caterina Caligiani, una delle migliori interpreti nazionali nei 400 piano; la velocista Linda Uguccioni che quest’anno ha stabilito con 11.97 la quarta prestazione italiana nei 100.

L’edizione 2024 del Trofeo Bravin manderà in scena anche una gara nei 100 mt. paralimpici riservata agli atleti FISPES.

Oltre 3000 partecipanti alla 21^ edizione Mujalonga Sul Mar

La Mujalonga Sul Mar, l’ormai tradizionale Festa dello Sport a 360°, ha accolto sul lungomare di Muggia oltre 3000 partecipanti regalando a tutti una giornata fuori dall’ordinario, tra attività all’aria aperta e tanto divertimento, proponendo, a compendio una gara agonistica di alti contenuti tecnici. L’evento organizzato dall’Asd Trieste Atletica Aps con la collaborazione del Comune di Muggia, ha rispettato le aspettative della vigilia confermando, ormai, un appuntamento entrato nel DNA della città rivierasca.

Sul tracciato disegnato sul lungomare muggesano, partenza e arrivo sono stati allestiti nel Piazzale Lodovico Salvatore di Porto San Rocco (Muggia), mentre il viraggio dei 5km è stato posizionato all’interno della Base Logistica del Lazzaretto. La gara ha visto trionfare tra gli uomini Aouani che ha lasciato le briciole agli avversari. Il vincitore ha fatto la differenza già nella prima metà di gara, gestendo a proprio piacimento i secondi 5 km caratterizzati dal vento contrario e chiudendo la sua fatica in 30:28. Alle sue spalle si è piazzato Ahmed El Mazoury (Atletica Casone Noceto), che fin dalle prime battute ha messo in cassaforte la seconda posizione, timbrando poi il crono di 30:46. Il podio è stato completato dal ventitreenne toscano Pietro Pellegrini (Atletica Firenze Marathon), autore di una prestazione in progressione che gli ha consentito di chiudere in terza piazza con il crono di 31:11.

Anche in campo femminile non c’è stata storia con la slovena Liza Šajn che si è dimostrata di una spanna superiore alla concorrenza sfoderando un assolo senza diritto di replica e tagliando il traguardo dopo 34:06. Alle sua spalle si è scatenata la lotta per la seconda piazza tra Sara Carnicelli (Asd Imperiali Atletica, 37:12) e la siciliana Barbara Vassallo (As. Dil. Pol. Atl. Bagheria, 37:22). Alla fine ha prevalso la Carnicelli che si è presa di forza il secondo posto, quarta la slovena Kim Amersek (Ad Kronos, 40:01), costretta ad accomodarsi ai piedi del podio.  Dalle 11:00 sul lungomare muggesano si è scatenata, invece, l’energia e l’entusiasmo dei partecipanti della Mujalonga Family Run, vero simbolo di questo evento. Sui 5 km della Family si è chiusa anche il viaggio della Staffetta Solidale più grande d’Italia, la quarta edizione della Run4Hope Massigen, curata dalla “Run4Hope Italia Onlus e che quest’anno donerà il ricavato della raccolta fondi all’AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma) per sostenere la ricerca e la cura delle malattie ematologiche. 20 regioni d’Italia, 400.000 podisti coinvolti, 8 tappe anche in Friuli-Venezia Giulia e la chiusura della staffetta, affidata a Muggia alle mani e alle gambe del Presidente del Gs San Giacomo Ruggero Poli (categoria SM85), figura storica anche del Trofeo Trieste.