Mille di corsa per ricordare la tragedia delle foibe e l’esodo giuliano-dalmata

La Corsa del Ricordo quest’anno “for Woman”: la manifestazione organizzata da ASI si è svolta contemporaneamente in quattro città. È stata una festa di sport ma anche un significativo momento per ricordare una tragica pagina di storia.

Quattro città, da Nord a Sud della penisola, Trieste, Milano, Roma e San Vito dei Normanni accumunate da un evento sportivo, organizzato da ASI che è indubbiamente qualcosa di più di una gara podistica. La Corsa del Ricordo for Woman, con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia è stata una festa di sport di grande coinvolgimento emotivo. Lo start è stato dato simultaneamente alle 9.30 in diretta Facebook, ed ha visto la partecipazione di oltre 1000 atleti che hanno corso per passare una sana giornata di sport ma anche per ricordare e commemorare sportivamente la tragedia delle foibe e l’esodo delle popolazioni italiane nel periodo successivo alla Seconda Guerra Mondiale. Quest’anno la Corsa del Ricordo “For Woman”, era volta a porre l’accento sulla tematica legata alla violenza di genere e, più in generale, per dare risalto allo sport coniugato al femminile troppo spesso svilito rispetto a quello maschile. L’evento, realizzato anche grazie al contributo del Dipartimento per lo sport – Presidenza del Consiglio dei ministri.

Il momento solenne della deposizione della corona

A ROMA TRIONFANO MARTEDDU E LA FRIULANA MONTAGNIN
Brividi sulla pelle in via Oscar Sinigaglia quando le note dell’inno nazionale hanno preceduto la partenza, con le bandiere delle associazioni Giuliano Dalmate, sventolate orgogliosamente davanti agli atleti pronti a partire.
Subito buono il ritmo di gara degli atleti di testa con un drappello che ha fatto la selezione prendendo un buon margine sul gruppone dei tanti partecipanti.
Nella gara maschile a tagliare per primo il traguardo l’atleta della Libertas Unicusano Livorno Tito Marteddu che ha completato l’impegnativo percorso, fatto di saliscendi all’interno del quartiere Giuliano Dalmata e della Città militare della Cecchignola, con il tempo di 32:22. Alle spalle del vincitore Rafal Nordwing ‘il polacco di Roma’, alfiere della LBM, vincitore della VI edizione che ha tagliato il traguardo in 32:41. Terza piazza per Daniel Battaglia della Runners Ciampino, che ha chiuso in33:06.
Altrettanto entusiasmante la gara femminile che ha visto il successo della friulana Giulia Montagnin che ha concluso in 38:02. Al secondo posto un’altra nota conoscenza del podismo romano Paola Patta, punta di diamante della Podistica Solidarietà con il tempo di 38:12. Al terzo gradino del podio Kalliopi Schistochili brillante mezzofondista della ASD Romatletica, che ha completato in 42:03.

 

A MILANO VITTORIE PER LIBERATORE E GRASSI
L’atmosfera che si respira è strana: si percepiscono gioia e malinconia. La gioia perchè, anche nella grande Milano, finalmente abbiamo la Corsa del Ricordo, malinconia… impossibile non provarla. La maggioranza di chi ha vissuto la tragedia delle foibe e dell’esodo non c’è più, i riconoscimenti delle loro sofferenze sono arrivati, purtroppo tardivi. Le candele si sono spente una a una… ma la Corsa del Ricordo, come il Giorno del Ricordo, tardivi risarcimenti, sono arrivati ed oggi al bellissimo Parco delle Cave, a Milano, c’è gioia e c’è aria di festa.
Tanta gente, giovani e meno giovani, atleti e famiglie, atlete che, con la loro presenza hanno voluto onorare la nostra Norma Cossetto – donna e vittima di inaudita violenza – e perfino la bassottina Norma ha partecipato a questo evento a far capire che le tragedie si rivivono in molti modi.
Le atlete, dieci, con ottimi tempi, hanno concluso la gara La Corsa del Ricordo for Woman dedicata a Norma Cossetto e, non appena finita, hanno indossato la speciale t-shirt rosa realizzata dall’ASI per quest’importante occasione.
Il vincitore assoluto maschile è stato, il romano Domenico Liberatore della Podistica Solidarietà che ha chiuso con il tempo di 33:25, alle sue spalle Giuseppe Lucia, atleta della Insubria Varese Como che ha completato il percorso in 33:51, al terzo posto Andrea Ernesto Assanelli della Runners Milanco che ha chiuso in 34:29.
Nelle donne primo posto per Camilla Grassi (DK Runners Milano) che ha chiuso in 40:13,  al secondo posto Silvia Maria Pasquale (ASD Ortica Tem Milano) al traguardo in 40:52, Elvira Marchianò (Milano Atletica) è terza in 43:32.

 

A TRIESTE DOMINANO BELTRAME E GUIDOLIN
Nella quinta edizione dell’appuntamento di Trieste si sono sfidati in 200, tra atlete e atleti, sul Carso triestino. Sul tracciato di 9km (2 giri da 4,5km), con partenza e arrivo allestiti nei pressi della Foiba di Basovizza, hanno conquistato il successo Tobia Beltrame (Trieste Atletica) e Nicol Guidolin (Tornado). Tra gli uomini dopo una prima fase in cui i portacolori della Trieste Atletica, dominatori della manifestazione fin dalla prima edizione del 2017, hanno sgranato il gruppo Beltrame, specialista delle corse su strada, ha preso progressivamente il largo imponendo un ritmo impossibile da seguire per gli sfidanti. Il ventottenne professore di educazione fisica ha chiuso la sua fatica dopo 31’36” precedendo il compagno di squadra Fabio Vicig (32’11”), già secondo nel 2021, mentre il podio è stato completato dal triestino del Malignani Udine Giovanni Silli (32’35”). Si è dovuto accontentare della quarta piazza invece Daniele Torrico (Trieste Atletica, 32’53”), capace di iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro dell’evento lo scorso anno. Nella prova in rosa Nicol Guidolin si è resa protagonista di una cavalcata solitaria che le ha permesso di tagliare il traguardo a braccia alzate dopo 37’33” infliggendo distacchi abissali alle inseguitrici. Si è colorata d’argento la diciannovenne del Cus Trieste Giada Antonazzo (40’30”) che è riuscita a staccare nella seconda parte di gara la carnica Letizia Pugnetti (Carniatletica, 41’00”), terza all’arrivo.

 

A SAN VITO DEI NORMANNI VINCONO CALCAGNI, ATLETA PARALIMPICO E LA D’AGNANO
Nella prima edizione della Corsa del Ricordo di San Vito dei Normanni oltre 260 atleti, provenienti da diverse parti della Regione Puglia hanno preso il via in Piazza Leonardo Leo. Un notevole successo organizzativo per un evento fortemente voluto dall’amministrazione del centro pugliese. Toccante il momento della lettura della lettera dell’esule Rodolfo Decleva, scomparso nella giornata di ieri. Tutta la cittadinanza, il Sindaco Errico, il Consigliere delegato allo sport Cavaliere e tutti gli organizzatori si sono uniti al dolore che ha colpito la sua famiglia.
Nella gara maschile il successo è andato ad uno straordinario personaggio della sport, Carlo Calcagni, il Colonnello del Ruolo d’Onore dell’Esercito Italiano che ha festeggiato il suo cinquantaquattresimo correndo per le strade di San Vito dei Normanni fermando il tempo in 35:10, dimostrando la sua grande capacità di atleta paralimpico in grado di mettersi alle spalle atleti normodotati. Secondo posto per il laziale Pietro Carbotti dell’Atletica Colleferro che ha completato la gara in 36: 50 ed ha preceduto Andrea Petarra dell’Apuliathletica staccato di quasi due minuti (38:31).
Tra le donne splendida performance di Anna Maria D’Agnano (Folgore Brindisi) che ha tagliato il traguardo con il tempo di 46:35. Alle sue spalle Margherita Ligorio (Runners San Michele Salento) in 48:10. Chiude il podio Lorena Chezzi (Altetica Mesagne) con il tempo di 49:01.

Corsa del Ricordo. For Woman

Il via alle 9.30 da Via Oscar Sinigaglia nel cuore del quartiere Giuliano-Dalmata
CORSA DEL RICORDO FOR WOMAN PER DIRE NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE

La Corsa del Ricordo, voluta da ASI, quest’anno si arricchisce di un’importante iniziativa, la Corsa del Ricordo For Woman, una gara dedicata alle donne volta a porre l’accento sulla tematica legata alla violenza di genere e, più in generale, per dare risalto allo sport coniugato al femminile troppo spesso svilito rispetto a quello maschile. L’evento è realizzato anche grazie al contributo del Dipartimento per lo sport – Presidenza del Consiglio dei Ministri. La Corsa del Ricordo For Woman sarà dedicata a Norma Cossetto. Previsti premi speciali per le atlete che si metteranno in maggior luce nel corso delle quattro gare che si svolgeranno a Roma, Milano, Trieste e San Vito dei Normanni. Una speciale t-shirt, realizzata per l’occasione, sarà simbolicamente donata alle atlete. Il tutto nel pieno rispetto della sostenibilità ambientale ottenuta attraverso l’utilizzo di adeguati materiali di riciclo.

LA IX EDIZIONE DELLA CORSA DEL RICORDO – Saranno in tantissimi gli atleti che si presenteranno sulla linea di partenza della IX Edizione della Corsa del Ricordo a Roma che prenderà il via domenica 30 ottobre alle 9.30 da Via Oscar Senigaglia, nel cuore del quartiere Giuliano-Dalmata di Roma. La gara organizzata da ASI quest’anno ha assunto una dimensione nazionale. Oltre che a Roma, dove la gara è nata nove anni fa, si correrà in contemporanea anche a Trieste e, per la prima volta a Milano, e San Vito dei Normanni. Un ideale nastro tricolore percorrerà la penisola per commemorare ‘sportivamente’ le vittime delle Foibe ed il tragico esodo delle popolazioni Giuliano-Dalmate negli anni immediatamente successivi la fine della Seconda Guerra Mondiale. La manifestazione, tradizionalmente collocata a febbraio nella settimana del 10 febbraio, Giorno del Ricordo, è stata spostata ad ottobre per motivi legati alla pandemia.

5° TROFEO TOKYO DI MARCIA DEDICATA AL CAMPIONE FIUMANO ABDON PAMICH – Torna una delle tradizioni più significative legate alla Corsa del Ricordo. Nel contesto della IX edizione romana si svolgerà la V edizione del Trofeo Tokyo di Marcia, al quale possono partecipare a uomini e donne, che prenderà il via contemporaneamente alla gara podistica. Prova di marcia è dedicata ad Abdon Pamich, atleta fiumano che ha dato lustro all’atletica italiana, profugo fiumano dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale (crebbe nel campo di raccolta di Novara), si è sempre impegnato per la conservazione della memoria storica della comunità giuliano-dalmata in Italia e in particolare a Roma, anche come membro della Società di Studi Fiumani che vinse l’oro Olimpico a Tokyo nel 1964.
La radio ufficiale della IX Corsa del Ricordo di Roma è New Sound Level sintonizzandovi sui 90,00 FM a Roma e sui 96,6 FM sul litorale, sarà possibile ascoltare notizie, interviste e tanto altro sulla Corsa del Ricordo. Inoltre, il 30 ottobre, il giorno della corsa, ci sarà la diretta da Piazza Giuliano Dalmati dove gli speaker ed i giornalisti di New Sound Level racconteranno l’evento.

IL PERCORSO – La gara romana, che prevede una competitiva di 10 km certificati dalla Fidal, e una non competitiva di 3,5 km aperta a tutti, si snoderà sull’ormai collaudato percorso che attraverserà, grazie alla collaborazione con l’Esercito Italiano, per un lungo tratto i viali della Città Militare della Cecchignola per ritornare nel punto della partenza dove è posto anche il traguardo e dove, davanti alla stele commemorativo dell’esodo saranno effettuate le premiazioni.

La Mezza di Caprera: una maratona tra blu e “green”

Vacanza, natura e sport. Queste le premesse alla base della Mezza di Caprera, manifestazione che quest’anno ha registrato un alto numero di presenze, sia da tutta Italia che dall’estero (sul podio maschile troviamo l’ucraino Oleksandr Choban, Matteo Lometti e il britannico Robert Frewen).
L’ASD Spsortisola – organizzatrice dell’evento – ha trovato la giusta formula per fidelizzare i partecipanti e ottenere nuove adesioni, merito anche della meticolosa salvaguardia ambientale. I percorsi che si snodano tra il blu ed il verde della Maddalena e di Caprera sono stati preservati mediante l’utilizzo di gadget, premiazioni e veicoli 100% plastic-free. Il ristoro inoltre è stato confezionato con cibo a chilometro zero e acqua proveniente dalle fonti di Tempio Pausania.
Una tappa perciò obbligatoria, non solo per chi corre ma anche per chi desidera scoprire gli scorci naturali di uno dei luoghi più incantevoli d’Italia senza dover rinunciare al movimento: nelle intenzioni degli organizzatori, la Mezza di Caprera è proprio questo, il connubio perfetto tra sport e turismo – dall’anima ecologica – che già non vede l’ora di replicarsi il prossimo anno. 

[ Mattia Colella ]

Corsa del Ricordo. Aperte le iscrizioni

SI CORRE IL 30 OTTOBRE IN QUATTRO CITTA’: ROMA, MILANO, TRIESTE E SAN VITO DEI NORMANNI.
Lo start in contemporanea alle 9.30.

Da oggi è possibile iscriversi alla Corsa del Ricordo 2022 che, il prossimo 30 ottobre 2022, si svolgerà in contemporanea in quattro città: Roma, Milano, Trieste e San Vito dei Normanni. Un ideale nastro tricolore unirà l’Italia da nord a sud per ricordare correndo la tragedia delle foibe e l’esodo Giuliano/Dalmata. Lo start verrà data simultaneamente alle 9.30 e alla fine verrà stilata una classifica congiunta che decreterà il vincitore assoluto della manifestazione. A livello nazionale, la Corsa del Ricordo è organizzata e promossa da ASI con il contributo fattivo dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia.

A sottolineare l’importanza storico-culturale della Corsa del Ricordo il nostro Presidente Claudio Barbaro: “Quando otto anni fa ASI decise di dare vita alla Corsa del Ricordo a Roma, lo fece molto probabilmente interpretando un bisogno di ricordare attraverso lo sport il tragico evento delle foibe e l’esodo delle popolazioni giuliano dalmate, eventi taciuti per anni, nonostante un orrore che aveva coinvolto tanti esseri umani e cittadini italiani. L’immediato successo mediatico e di partecipazione, riscontrato sin dalle prime edizioni, ci diede la consapevolezza di aver intrapreso un percorso giusto e ci persuase ad andare avanti. Oggi possiamo essere orgogliosi di quanto fatto. Quest’anno si correrà in quattro città Roma, Trieste, Milano e San Vito dei Normanni unite dal medesimo bisogno: quello di ricordare una comunità che è parte della nostra storia”.


ECCO LE MODALITÀ DI ISCRIZIONE NELLE QUATTRO SEDI

ROMA – Nella Capitale la 9^ edizione della Corsa del Ricordo è organizzata dall’ A.S.D. Atletica ASI Roma collaborazione con il Comitato Regionale e Provinciale di Roma, e la collaborazione tecnica del GS Bancari Romani. Sono previste una gara competitiva di 10 km e una non competitiva di 3,0 km. Nel contesto dell’evento si svolgerà, come tradizione, una di marcia di 3,0 km  “5° Trofeo Tokyo 60” .
Il costo delle iscrizioni è di € 10,00 (dieci/00) per la gara competitiva con pacco gara e di € 5,00 (cinque/00) per quella non competitiva e per la gara di marcia. Modalità di iscrizione:
ONLINE: Tramite il portale ENTERNOW. Pagamento con carta di credito o bonifico bancario da effettuare all’iban riportato al termine della procedura di iscrizione
In questo caso NON sarà necessario inviare nessuna copia del pagamento via email
OFFLINE: (riservato alle società) compilando il modulo excel messo a disposizione dalla società organizzatrice e pagando la quota di iscrizione tramite bonifico bancario a
ASI Comitato Regionale LAZIO • codice Iban: IT92V0503403269000000001337.
Le preiscrizioni alla gara competitiva chiuderanno martedì 25 Ottobre 2022  e in via del tutto eccezionale domenica mattina fino alle 8,30 con una maggiorazione della quota di iscrizione di 2€ per oneri di segreteria. Le preiscrizioni debbono essere inviate via mail a info@asilazio.itcon l’indicazione del cognome, nome, sesso, anno di nascita, società di appartenenza, numero di tessera e indicazione dell’ente di affiliazione.
La quota di iscrizione  dovrà essere versato al ritiro del pettorale o via bonifico bancario intestato a: ASI Comitato Regionale LAZIO, codice Iban: IT92V0503403269000000001337.
I pettorali, sia per le società che per i singoli, si possono ritirare sabato 29 ottobre 2022 presso il punto vendita LBM in Via Tuscolana 187/a dalle ore 11,00 alle ore 19,00, oppure domenica mattina 10 febbraio sul luogo del ritrovo entro le ore 8,30.
MILANO – Nel capoluogo meneghino la 1^ edizione della Corsa del Ricordo sarà organizzata dall’ Associazione Sportiva Dilettantistica Top Training Asd . Si correrà su percorso di km 10 certificati.
La quota d’iscrizione alla gara agonistica di 10 km è di € 10,00.
La quota di partecipazione non è rimborsabile, anche in caso di disdetta.
ONLINE: Tramite il portale ENTERNOW Pagamento con carta di credito o bonifico bancario da effettuare all’iban riportato al termine della procedura di iscrizione.
In questo caso NON sarà necessario inviare nessuna copia del pagamento via email.
OFFLINE: (riservato ai Gruppi sportivi /società) compilando il modulo excel messo a disposizione dalla società organizzatrice e pagando la quota di iscrizione tramite bonifico bancario al seguente IBAN:
IT 60 W 05034 01752 000000001593 intestato a ASI COMITATO REGIONALE LOMBARDIA
Copia del pagamento va inviata, unitamente al modulo di iscrizione, via email a lacorsadelricordo@tds.sport 
TRIESTE – Nella città giuliana la V edizione della Corsa del Ricordo sarà organizzata, come nelle precedenti,  da “Trieste Corre”, con la coorganizzazione del Comitato Regionale FVG ASI, Ass. Nazionale Venezia-Giulia e Dalmazia Lega Nazionale ed il Patrocinio della Regione FVG assessorato Turismo.
La partecipazione alla corsa competitiva è riservata ad atleti dai 16 anni (millesimati):
–    italiani tesserati per società affiliate Fidal o in possesso di RUN card (previa presentazione di certificato per attività agonistica in corso di validità al 30 ottobre 2022);
–    italiani tesserati per gli enti di promozione sportiva purchè in possesso di certificato di medico per attività agonistica in corso di validità al 30 ottobre 2022;
–    stranieri tesserati per le rispettive federazioni nazionali o in possesso di RUN card o, comunque in possesso di certificato medico per attività agonistica in corso di validità al 30 ottobre 2022;
La manifestazione è a numero chiuso: 300 iscritti per la gara competitiva.
Ci si può iscrivere collegandosi al sito http://www.corsadelricordo.it/ Tramite il portale ENTERNOW  Pagamento con carta di credito o bonifico bancario da    effettuare all’iban riportato al termine della procedura di iscrizione.
SAN VITO DEI NORMANNI – Nella cittadina in provincia di Brindisi la 1^ edizione della Corsa del Ricordo è organizzata dall’ Associazione Sportiva Dilettantistica Atalas San Vito dei Normanni, sotto l’egida della FIDAL Comitato Provinciale di Brindisi ed il patrocinio del Comune di San Vito dei Normanni, la gara è provinciale competitiva di corsa su strada, e sarà valida come prova del circuito “Sulle vie di Brento 2022”, Circuito regionale “Dolichos”& XVI^ Stranormanna.
La partecipazione è aperta:
– agli atleti in regola con il tesseramento presso le società affiliate FIDAL nel 2022 delle categorie Allievi, Juniores, Promesse, Seniores M/F, in regola con le norme assicurative e di tutela sanitaria previste dalla legge;
– agli atleti tesserati con gli Enti di Promozione Sportiva sez. atletica riconosciuti dal CONI, a condizione che la tessera sia stata rilasciata ai sensi della Legge sulla tutela sanitaria dell’attività sportiva agonistica e nel rispetto delle convenzioni stipulate con la FIDAL. Il tesserino deve essere in corso di validità e corredato da copia del certificato medico di idoneità sportiva agonistica;
– agli atleti possessori di Runcard rilasciata direttamente dalla FIDAL. La loro partecipazione è comunque subordinata alla presentazione agli organizzatori del certificato medico di idoneità sportiva agonistica specifico per l’atletica leggera in corso di validità;
Le iscrizioni dovranno pervenire entro le ore 24.00 di giovedì 27 ottobre 2022, e saranno interamente gestite attraverso il portale www.tds.sport
La quota d’iscrizione FULL è di € 7,00 sette/00 (con premio di partecipazione), oppure BASE € 6,00 sei/00 (senza premio partecipazione).
Modalità di iscrizione: ONLINE: Tramite il portale ENTERNOW Pagamento con carta di credito o bonifico bancario da effettuare all’iban riportato al termine della procedura di iscrizione
In questo caso NON sarà necessario inviare nessuna copia del pagamento via email.
OFFLINE: (riservato alle società) compilando il modulo excel messo a disposizione dalla società organizzatrice e pagando la quota di iscrizione tramite bonifico bancario da effettuarsi sul conto
BancoPosta intestato ad ATALAS SAN VITO DEI NORMANNI ASS. SPORTIVA DILETTANTISTICA ed avente le seguenti coordinate IBAN: IT30 V076 0115 9000 0007 0601 919
Copia del pagamento va inviata, unitamente al modulo di iscrizione, via email a lacorsadelricordo@tds.sport.
Non saranno accettate iscrizioni e/o sostituzioni il giorno della gara. Le Società sono responsabili dei propri atleti e qualora ci si scambi di pettorale.
Per ogni ulteriore informazione consultare il sito www.corsadelricordo.it

I PERCORSI

A Roma si tornerà a correre nel tradizionale percorso nel quartiere Giuliano-Dalmata, con partenza con partenza ed arrivo in via Oscar Senigaglia dove è posta la stele commemorativa in ricordo dei 300000 esuli giuliano-dalmata.
A  Milano la gara si svolgerà su un suggestivo tracciato di 10 km intorno ai quattro laghi del Parco delle Cave nella zona ovest della città. 2 giri di 5 km ciascuno con partenza e arrivo all’altezza di via Cancano.
A Trieste si tornerà sul collaudato e suggestivo percorso, con partenza ed arrivo nella Foiba di Basovizza.
A San Vito dei Normanni Partenza ed arrivo in Piazza Leonardo Leo, gara che si dipanerà su un suggestivo percorso urbano ed extraurbano.

La Corsa del Ricordo si correrà il 30 ottobre. La manifestazione presentata oggi in Senato

BARBARO: “La Corsa del Ricordo per la prima volta in contemporanea a Roma, Milano, Trieste e San Vito dei Normanni”. 

Sport e cultura sono compagni di viaggio fondamentali nelle nostre vite e la Corsa del Ricordo è un impegno preciso nei confronti di una storia lasciata nell’oblio per tanti, troppi anni. Trecentocinquantamila italiani d’Istria, Fiume e Dalmazia abbandonarono le sponde dell’Alto Adriatico disperdendosi in tutta Italia, dove vennero sistemati nei 109 Centri raccolta profughi sparsi in tutta la penisola. Oggi i figli di quei martiri, attraverso lo sport, tengono viva la memoria, così Claudio Barbaro, Presidente di ASI (Associazioni Sportive e Sociali Italiane, Ente organizzatore dell’evento) e intervenuto questa mattina alla conferenza di presentazione della Corsa del Ricordo svoltasi in Senato presso la Sala Nassyria e trasmessa in diretta da Senato Tv .
“Quello della Corsa del Ricordo, è un progetto, cresciuto negli anni tanto da svolgersi in questa edizione in contemporanea in quattro città sul territorio nazionale, da Nord a Sud della penisola, ed essere ospitato all’interno di una prestigiosa sala di Palazzo Madama a sottolineare la portata ormai nazionale della manifestazione podistica”, spiega ancora Barbaro.
Grande partecipazione di autorità sportive e politiche in rappresentanza delle quattro città. Agli organizzatori sono arrivati anche i saluti del Presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni e del Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute, Vito Cozzoli.

La corsa, nata nel 2014 grazie al Comitato Provinciale ASI di Roma e del suo Presidente Roberto Cipolletti, sostenuta dalla struttura nazionale dell’Ente, si avvale della fattiva collaborazione dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (presente oggi alla conferenza stampa il Vicepresidente Nazionale Donatella Schürzel, che ne ha sposato le finalità storiche, ed ha voluto sostenere gli sforzi di ASI, rendendo possibile una programmazione così articolata e complessa, dando modo ai podisti, di tutta Italia e provenienti dall’estero, di partecipare ad un evento che, visti gli obiettivi che si prefigge, è molto di più di una gara sportiva.

La gara si svolgerà quest’anno in una data insolita rispetto a quella canonica legata al Giorno del Ricordo del 10 febbraio, a causa dell’emergenza Covid. Nel 2023 saranno annunciate le altre città che hanno chiesto di organizzare analogo evento in occasione del decennale della corsa.

 

[ Nella foto di apertura, da sinistra, Roberto Cipolletti, Presidente ASI Lazio e organizzatore della corsa, il Presidente di ASI Claudio Barbaro, Donatella Schürzel, Vicepresidente vicario dell’ANVGD (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia) e Riccardo Viola Presidente CONI Lazio ]

 

LE DICHIARAZIONI NEL CORSO DELLA CONFERENZA STAMPA

Roberto Cipolletti, Presidente ASI Lazio e organizzatore della Corsa del Ricordo. “La Corsa del ricordo nasce nel lontano 2014 per commemorare sportivamente la tragedia delle foibe e l’esodo giuliano-dalmata caduto nell’oblio per molti anni e del quale ancora oggi si parla troppo poco. Siamo orgogliosi che dalla nostra idea sia nato un grande evento oggi nazionale”.

Donatella Schürzel, docente e Vicepresidente vicario dell’ANVGD (Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia). “Grazie ad ASI per aver fortemente fatto crescere questo evento. Lo Sport e la corsa in particolare contengono dati caratterizzanti di unione e coesione. E’ importante per la risonanza che danno alle problematiche ancora oggi troppo spesso ignorate. Le donne nel mondo fiumano istriano e dalmata hanno avuto un ruolo di primo piano. Domani sarà ricordata Norma Cossetto in una manifestazione organizzata dal Comitato Dieci Febbraio che si svolgerà in tutta Italia e giunta alla quarta edizione”.

Sen. Luca Ciriani, Capogruppo al Senato di Fratelli d’Italia. “Chi come me ha vissuto le storie del confine orientale, conosciuto tanti esuli e battuto per il riconoscimento di una pagina di storia, non può non guardare con favore a questa iniziativa. Raccontare tutto questo è doveroso: lo dobbiamo per la storia d’Italia, per le vittime, per tutti gli esuli”.

Roberto Tavani, Ufficio di staff del Presidente della Regione Lazio, con Delega allo Sport. “Come Regione Lazio siamo stati vicini a questa manifestazione sin dalla sua nascita. Un giorno in cui si ricorda ma anche nel quale si riuniscono quelle famiglie che condividono una storia comune”.

Riccardo Viola, Presidente CONI Lazio. “Guardando al passato si costruisce il futuro. Questo lo scopo della corsa. Vent’anni fa conobbi Roberto Roberti, grande dirigente sportivo ed esule polano: con lui tante serate a parlare di quei fatti tragici. Pagine di storia così importanti erano purtroppo sconosciute per molti. Non per me che avevo la fortuna di una testimonianza diretta”.

Alessandro Piemonte, Presidente comitato organizzatore della Corsa del Ricordo a Trieste. “Sono triestino e figlio di esuli. Come tale percepisco quanto i sentimenti delle nuove generazioni stiano mutando. Molti, pur attenti alle storie dei padri, vedono rarefarsi le emozioni di chi quei fatti li ha realmente vissuti. L’iniziativa della corsa e tanti altri momenti di ricordo, servono anche a sensibilizzare i nostri giovani. Pensando a chi ha sofferto rimanendo orgoglioso della propria italianità. La Corsa del Ricordo ‘ha dato voce’ a 350mila esuli”.

On. Federico Rocca, Consigliere di Roma Capitale e membro della Commissione Sport. “È approvata una legge che punisce i negazionismi. E allora, sia applicata anche per chi sminuisce la portata storica di quanto accaduto nel confine Nordorientale. Quanti negano devono fare i conti con la propria coscienza e anche con i tribunali italiani”.

Luciano Cavaliere, Consigliere comunale San Vito dei Normanni con delega allo Sport. “Tanti esuli arrivarono sulle nostre sponde. Sbarcarono a Restinco tra Brindisi e San Vito dei Normanni. Il nostro fu un caso positivo di accoglienza. Negli anni sono stati anche molti gli atleti di quelle terre che hanno indossato i colori della nostra città”.

Marco Contardi, Presidente ASI Lombardia e organizzatore della corsa di Milano. “Era tempo che avremmo voluto portare questa corsa anche a Milano. Fondamentale ora continuare a coinvolgere altre città in un’ottica di unità nazionale anche su questa tematica così delicata”.  

Matteo Gherghetta, Presidente ANVGD Milano. “Sono esule di prima generazione. Sono partito nel 1961 quando a scuola noi italiani studiavamo in lingua serbocroata. Sono felice che il velo di silenzio si sia squarciato. Per poter parlare di una parte della storia nazionale c’è voluta una legge dello Stato…”.

Carla Cace, Presidente Associazione Nazionale Dalmata, Presidente del Comitato Dieci Febbraio e componente Giunta Esecutiva ASI. “Lo scorso dieci febbraio abbiamo portato la narrazione della Corsa del ricordo al Parlamento europeo presenti delegati di tutta Europa. La domanda ricorrente è stata legata all’esigenza di portare questa corsa ovunque. Siamo sulla strada giusta”.

Marino Micich, Direttore del Museo Archivio Storico di Fiume a Roma. “Per tanti anni anche nello sport, abbiamo assistito a eventi in cui gli esuli erano insultati o anche peggio. Questo nuovo ‘Giro d’Italia’ della cultura e dello Sport nasce oggi con ben altre caratteristiche”.

On. Andrea De Priamo, Consigliere Roma Capitale, neo-eletto in Senato. “Sport è comunicazione e promozione sociale per eccellenza. La costanza dell’azione degli organizzatori della Corsa del Ricordo e la continuità negli anni sta avendo i suoi frutti”.

Fabrizio Ghera, Consigliere Regione Lazio. “Non lasceremo mai sole le associazioni degli esuli. La loro storia è la nostra storia e merita rispetto e impegno”.

Teresa Maria Di Salvo, Presidente del Municipio IX. “Rappresento un territorio in cui la comunità Giuliano-Dalmata ha le sue radici ed è numerosissima. Conosco le storie di questa gente e sono felice di essere oggi qui. La corsa traduce un’ambizione in un fatto concreto”.

 

ALLA CORSA DEL RICORDO I SALUTI DI GIORGIA MELONI E VITO COZZOLI

On. Giorgia Meloni, Presidente di Fratelli d’Italia. “Desidero ringraziare e salutare l’ASI e il suo Presidente, il senatore Claudio Barbaro, per aver voluto organizzare anche quest’anno la ‘Corsa del Ricordo, manifestazione nata nel 2014 e diventata rapidamente un appuntamento imprescindibile nel calendario delle celebrazioni legate alla memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata. Un evento al quale ho avuto il piacere di partecipare in passato (…)”.

Vito Cozzoli, Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute. “(…) Sport e Salute sostiene le iniziative come la Corsa del Ricordo, legata agli eccidi delle foibe e all’esodo delle popolazioni di Istria, Fiume e Dalmazia, perché non è mai troppo il tempo trascorso a riflettere. Dobbiamo essere fieri che anche una corsa può fare memoria e può fare cultura (…)”.  

L’EVENTO E I PERCORSI

Domenica 30 ottobre sarà una giornata davvero speciale, dedicata alla corsa su strada ma soprattutto volto a lanciare un forte messaggio culturale per commemorare, contemporaneamente in quattro città, i massacri delle foibe e il drammatico esodo delle popolazioni di Istria Fiume e Dalmazia dai territori nazionali occupati dalle forze del Maresciallo Tito al termine della Seconda Guerra Mondiale.
La Corsa del ricordo, nata a Roma nel 2014, ma che ha già vissuto anche a Trieste quattro edizioni, quest’anno si svolgerà in contemporanea a Roma, Milano, Trieste e San Vito dei Normanni. Un grande progetto voluto fortemente da ASI (Associazioni Sportive e Sociali Italiane), che ha deciso, compiendo un grande sforzo organizzativo, di portare l’evento in quattro location che vanno da nord a sud della penisola. La manifestazione si avvale della fattiva collaborazione dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, che ne ha sposato le finalità storiche, ed ha voluto sostenere gli sforzi di ASI, rendendo possibile una programmazione così articolata e complessa, dando modo ai podisti, di tutta Italia e provenienti dall’estero, di partecipare ad un evento che, visti gli obiettivi che si prefigge, è molto di più di una gara sportiva.
La data scelta in questo 2022 non è nella tradizionale settimana del 10 febbraio, quella dedicata al Giorno del Ricordo in virtù della legge 30 marzo 2004 n. 92 voluta dal Governo Italiano. Gli impedimenti legati alla pandemia hanno costretto ASI a rinviare la Corsa del Ricordo in autunno, ma il suo significato storico di certo non cambia. La gara tornerà a disputarsi a febbraio nell’edizione 2023 e gli organizzatori stanno già lavorando per aggiungere altre città, che ne hanno fatto richiesta, a quelle che hanno già aderito.
Le gare saranno strettamente collegate fra loro.  Lo start sarà dato in contemporanea alle 9.30 e verranno stilate classifiche congiunte che decreteranno i vincitori assoluti 2022 della Corsa del Ricordo.

A Roma si tornerà a correre nel tradizionale percorso del quartiere Giuliano-Dalmata, con partenza ed arrivo in via Oscar Senigaglia dove è posta la stele commemorativa in ricordo degli esuli.
A Milano la gara si svolgerà su un suggestivo tracciato di 10 km intorno ai quattro laghi del Parco delle Cave nella zona ovest della città.
A Trieste si tornerà sul collaudato e suggestivo percorso, con partenza ed arrivo nella Foiba di Basovizza.
A S. Vito dei Normanni la partenza e l’arrivo saranno posti in Piazza Leonardo Leo, con percorso nelle strade della città completamente chiuse al traffico.

 

LE ASSOCIAZIONI CHE SOSTENGONO LA CORSA DEL RICORDO

La FederEsuli (che raccoglie al suo interno l’Associazione Dalmati Italiani nel Mondo – Libero Comune di Zara in Esilio, l’Associazione delle Comunità Istriane, l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, il Libero Comune di Fiume in Esilio, il Libero Comune di Pola in Esilio), l’ANVGD – Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia; il Coordinamento Adriatico; l’Associazione delle Comunità Istriane; l’Associazione Dalmati Italiani nel Mondo – Libero Comune di Zara in Esilio; l’Associazione Nazionale Dalmata; l’Associazione Giuliani nel Mondo; l’Associazione Libero Comune di Fiume in Esilio; l’Associazione Libero Comune di Pola in Esilio; il C.D.M. – Centro Documentazione Multimediale della Cultura giuliana, istriana, fiumana e dalmata di Trieste; il Centro di Ricerche Storiche di Rovigno; il Circolo di cultura istro-veneta “Istria”; il Comitato 10 Febbraio; la Fondazione Scientifica Rustia Traine; l’I.R.C.I. – Istituto Regionale per la Cultura Istriano-fiumano-dalmata; la Lega Nazionale di Trieste, la Società Dalmata di Storia Patria di Roma e di Venezia; la Società di Studi Fiumani, l’Unione degli Istriani – Libera Provincia dell’Istria in Esilio; l’Unione degli Italiani; l’U.P.T. – Università popolare di Trieste.