Pesaro, Scudetto nel Calcio a 5. Una vittoria che viene da lontano…

ItalService Pesaro Calcio a 5: il segreto nel settore giovanile.
Grande soddisfazione per la squadra di calcio a 5 Italservice Pesaro: è arrivata la vittoria tanto attesa del 3º scudetto consecutivo in 4 anni (con un titolo non assegnato per Covid) contro i rivali della “Feldi” Eboli. I ragazzi di Mister Fulvio Colini aggiungono così un’altro trofeo nel palmares societario.  Il percorso di trionfo del campionato 21-22 da parte della squadra pesarese era cominciato contro il Ciampino Aniene nei quarti di finale per poi concludersi ai Playoff arrivando fino a gara-3 contro gli ebolitani.  Tanta è la soddisfazione anche per come era iniziata la prima gara della serie playoff (prima partita finita 1-1 dopo tempi regolamentari poi persa ai calci di rigore) e per come poi è finita la serie stessa, con una rimonta in quest’ultima da cardiopalma ed una partita finale che ha tenuto tutti i tifosi della città marchigiana con il fiato sospeso grazie ad una inversione di rotta a 10 minuti dalla fine (risultato finale in gara-3 per 4 reti a 3 in favore dei biancorossi).
I giovani crescono con ASI
Una vittoria che parte da lontano. Da uno dei settori giovanili più prolifici della massima serie. La società pesarese punta molto sui giovani e i risultati ne danno ampio riscontro. Proprio il settore giovanile dell’Italservice Pesaro Calcio a 5 è affiliato anche ad ASI Comitato Regionale Marche per poter promuovere le discipline del mondo calcistico in genere, applicando una rigorosa metodologia e sotto tanti aspetti anche una specificità del movimento per i differenti settori/ruoli della competizione.
Dello stesso avviso anche Paolo Del Grosso, preparatore dei Portieri Italservice Pesaro Calcio a 5 e figura storica del sodalizio pesarese. “E’ veramente bello poter vedere i risultati dei propri sforzi”, commenta Del Grosso in relazione alla vittoria di sabato sera. ”Tanta soddisfazione anche perché per me è il terzo scudetto con l’Italservice. Per gran parte della serie finale Play-off scudetto, i portieri si sono fatti trovare pronti e tanto merito va attribuito a Carlos Espindola, primo portiere della squadra che ha disputato dei Playoff eccezionali, mantenendo un livello altissimo in termini di prestazione e subendo pochissimo goal. Menzione particolare anche per i portieri Cianni, Vesprini e Mariani che sono dei ragazzi giovanissimi ma già preparatissimi, che da tempo si allenano assieme a me e al settore giovanile Italservice”.
Proprio lo stesso Paolo Del Grosso , tramite l’associazione sportiva dilettantistica “PDG”, anch’essa affiliata ad ASI Comitato Regionale Marche, organizza e promuove da anni dei CAMP Intensivi riservati esclusivamente ai futuri portieri che si svolge a Pesaro dal 30 giugno al 3 luglio. La formazione nel CAMP Intensivo è adattata ad ogni età e quest’ultimo può essere svolto da bambini, ragazzi e adulti con modifiche di programma relative ad età e competenze specifiche di ognuno. L’ultima novità è anche il sito di Coaching On-Line www.lacasadelportiere.com dove è possibile trovare tante novità e poter partecipare a percorsi di formazione direttamente da casa, sempre a cura di Paolo Del Grosso.