Notizie

09.07.2021

Istituzionale

ASI, il valore di un’identità, la forza di una comunità

Lettera aperta del nostro Presidente.

Oggi le bandiere dell’ASI sventolano ancora più forte e con grande orgoglio. Nella fine di un incubo per Gianni Alemanno c’è anche un pizzico di ASI.
Da 27 anni a Destra, sempre altrettanto orgogliosamente, ci occupiamo di sport, di attività sociali, di solidarietà.
Nati in continuità con la storia della Destra sportiva italiana, da sempre siamo un riferimento per tutto il nostro mondo.
Lo eravamo per la Destra di governo, lo siamo stati nei momenti di smarrimento quando il nostro popolo non aveva più punti di riferimento, lo siamo a maggior ragione oggi quando la Destra è rappresentata da Giorgia Meloni, da colei che ha saputo ricostruire un mondo sino a farlo diventare il primo partito del Paese.
Siamo stati sempre al nostro posto, porto sicuro per chi volesse fare anche politica attraverso forme diverse da quelle tradizionali o per i più disparati motivi. Anche umani. Si, politica perché anche noi siamo politica, ma siamo soprattutto comunità. 
Ieri eravamo al fianco di chi ha sempre creduto in noi e insieme a Gianni Alemanno abbiamo vinto anche noi.
Molti ancora non hanno ben chiara la portata dei fini istituzionali dell’ASI o della sua dignità politica. Non ne abbiamo mai sofferto, perché abbiamo sempre fatto il nostro dovere e per noi questo è sempre stato più importante. Siamo tra le più grandi organizzazioni sportive del Paese, ma siamo soprattutto passione. Per quello che facciamo e per come lo facciamo e per chi lo facciamo.
Orgoglioso di essere il Presidente di questa comunità. 
Orgoglioso di poter dire che noi ci siamo sempre. 
 

Un abbraccio affettuoso a Gianni, a tutti quelli che hanno creduto in lui e, se permettete,
a tutti quelli che hanno creduto in noi.
FORZA ASI.

Claudio Barbaro

 

In Primo Piano
In Evidenza