Notizie

25.11.2020

Istituzionale

Approvata la riforma dello sport

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la riforma dello sport voluta dal Ministro Vincenzo Spadafora. Tra i cinque decreti ratificati, diventa ora ufficiale l’abolizione del vincolo sportivo che lega i giovani atleti alle proprie società con rapporti di durata pluriennale. Una rivoluzione che potrebbe sconvolgere le modalità di tesseramento nel settore dilettantistico.  Non è stato approvato invece il ‘’decreto uno’’, che avrebbe modificato la governance del CONI e delle federazioni sportive.
Entro il luglio 2022 si arriverà al riconoscimento della libertà contrattuale per i tesserati attualmente vincolati (come nei professionisti), ma saranno previsti anche premi di formazione per le società e le associazioni sportive.
La riforma dello sport contiene anche altri punti importanti come l’affermazione delle pari opportunità per lo sport femminile, professionistico e dilettantistico; il riconoscimento di pari diritti delle persone con disabilità nell’accesso alla pratica sportiva di tutti i livelli; la tutela dei minori e dei cittadini con disabilità nell’ambito della pratica sportiva; la tutela e il sostegno del volontariato sportivo; l’istituzione di un “Fondo per il professionismo negli sport femminili”; l’istituzione della figura professionale del chinesiologo di base, di quello sportivo e del manager dello sport.
 
 

APPROFONDIMENTI
"ASI Sport Fisco", struttura operativa del nostro Ente che riunisce professionisti in materia fiscale e tributaria, è a lavoro per il consueto lavoro di approfondimento. Sul sito di Sport Fisco è possibile consultare rubriche di natura fiscale, legale, consulenza del lavoro e formazione: per essere sempre informati sulle novità normative e per partecipare ai corsi che ASI organizza in tutta Italia. 
 
In Primo Piano
In Evidenza