World Cup Iaksa targata ASI

Torna con la decima edizione – finalmente di nuovo in presenza – la World Cup Iaksa organizzata dal settore ASI kick boxing e ASI sport da combattimento. Ideato nel 2012 dal Maestro Giandomenico Bellettini e sviluppato negli anni dal Presidente Iaksa International e coordinatore del settore ASI Kick boxing Paolo Gherardi, questa Coppa del Mondo è stata senza dubbio una delle meglio riuscite.
Circa 700 gli atleti in gara provenienti da una quindicina di Stati. Questo l’eccezionale risultato di una co organizzazione diretta da Manuela Caironi che ha visto la partecipazione di atleti provenienti da varie federazioni internazionali rinomate come Fesam – Iaksa – Fight net – Etf – Wkf e altre minori.
Due giornate di full immersion sportiva con tanti eventi paralleli alla World Cup come il Campionato Nazionale Assoluto Iaksa, il Campionato Nazionale Assoluto Fight net, alcuni riconoscimenti ASI e CONI e diversi stage internazionali.
Nessuno avrebbe mai creduto si potesse arrivare a una ripartenza sportiva così eclatante e rapida.
Momenti di commozione alla manifestazione di apertura grazie all’esibizione in un combattimento di Light Contact di Giada Ciarafoni, vincitrice del cinturone di Special Champion (atleta con trisomia 21).    Apertura presieduta dalle più alte cariche sanmarinesi come il Segretario di Stato allo sport Teodoro Leonfernini, il Segretario Generale del Comitato Olimpico Eros Bologna e il Presidente della Federazione Arti Marziali Maurizio Mazza.
Per tutta la giornata di sabato si sono susseguiti combattimenti con relative assegnazioni dei titoli nazionali assoluti per le varie specialità dal Point Fighting al K1 light, passando dalla Light boxing al contatto pieno.
Altro successo di eccezione è arrivato dallo stage internazionale di Difesa personale diretto dal Maestro Enrico Giovanni Perego, responsabile del settore, in stretta collaborazione con i docenti Marco Banin, maestro formatore di Pugnale italiano e arma corta, il Maestro Pierluigi Lisco, referente per il Krav maga, il capitano Sergio Mastropasqua e il Maestro Nicola Grazzo, operatore delle forze dell’ordine esperto di tecniche Police krav maga. Purtroppo, un po’ di delusione da parte dei numerosi partecipanti per l’assenza del Maestro Vargas, addestratore dell’esercito ecuadoreno impossibilitato alla partecipazione all’ultimo minuto, compensata però dalla dimostrazione e insegnamento di alcune tecniche speciali da parte dell’Israeliano Fadi Haiyadre, campione di MMA e K1 praticante di Krav maga.
Sabato sera per tutti un po’ di relax al prestigioso Hotel Palace dove hanno partecipato alla cena di gala circa 200 tra maestri, atleti e accompagnatori. Diversi i riconoscimenti, encomi e incarichi consegnati.
Una serie di certificazioni di World Master siglati AIKAM (prima sigla organizzatrice di eventi di kick boxing in Italia) sono state assegnate da parte del Dott. Bellettini presidente ad Honorem e fondatore Iaksa, pioniere della kick boxing in Italia. Presente il Presidente Fight net Emiliano Lanci, coordinatore del settore Sport da combattimento nazionale ASI che ha consegnato ufficialmente le certificazioni Asi di Maestro Formatore.
Trai i vari passaggi di grado risaltano quello VIII dan del Maestro Paolo Allegri, responsabile del settore contatto pieno Iaksa, il VII dan del Maestro Michelangelo Ramunni, responsabile internazionale dello sviluppo della sigla iaksa e il IV dan del Maestro Raffaele Adamo insignito anche del riconoscimento di Miglior Maestro dell’anno.
Una domenica intensa di combattimenti per il Gran finale della Worl Cup, 10 aree di gara attive dalle ore 10 alle 19 (8 tatami, 1 ring, 1 gabbia) hanno visto gareggiare oltre 400 atleti nelle specialità della kick boxing, Muay thai e MMA a contatto leggero e pieno. 105 i cinturoni di campione nazionale assoluto assegnati ai vari atleti che rappresenteranno le rispettive nazionali alle prossime gare all’estero.
Grande soddisfazione da parte delle istituzioni di San Marino e tanti i ringraziamenti da parte di tutti i partecipanti, ringraziamenti che vanno rivolti a tutti i maestri e dirigenti che hanno reso possibile questo Multievento, in particolare ai Maestri Marco Lacaita e Luca Scorrano coordinatori della trasferta dalla regione Puglia e i Maestri Marco Palumbo e Michele Gasparro dalla regione Sicilia.

Successo per il ritorno della World Cup Iaksa

Torna con la decima edizione – finalmente di nuovo in presenza – la World Cup Iaksa organizzata dal settore ASI Kick boxing e ASI sport da combattimento. Ideato nel 2012 dal Maestro Giandomenico Bellettini e sviluppato negli anni dal Presidente Iaksa International e coordinatore del settore ASI Kick boxing Paolo Gherardi, questa Coppa del Mondo è stata senza dubbio una delle meglio riuscite. Circa 700 gli atleti in gara provenienti da una quindicina di Stati. Questo l’eccezionale risultato di una co organizzazione diretta da Manuela Caironi che ha visto la partecipazione di atleti provenienti da varie federazioni internazionali rinomate come Fesam – Iaksa – Fight net – Etf – Wkf e altre minori.

Due giornate di full immersion sportiva con tanti eventi paralleli alla World Cup come il Campionato Nazionale Assoluto Iaksa, il Campionato Nazionale Assoluto Fight net, alcuni riconoscimenti ASI e CONI e diversi stage internazionali. Nessuno avrebbe mai creduto si potesse arrivare a una ripartenza sportiva così eclatante e rapida. Momenti di commozione alla manifestazione di apertura grazie all’esibizione in un combattimento di Light Contact di Giada Ciarafoni, vincitrice del cinturone di Special Champion (atleta con trisomia 21). Apertura presieduta dalle più alte cariche sanmarinesi come il Segretario di Stato allo sport Teodoro Leonfernini, il Segretario Generale del Comitato Olimpico Eros Bologna e il Presidente della Federazione Arti Marziali Maurizio Mazza. Per tutta la giornata di sabato si sono susseguiti combattimenti con relative assegnazioni dei titoli nazionali assoluti per le varie specialità dal Point Fighting al K1 light, passando dalla Light boxing al contatto pieno.

Altro successo di eccezione è arrivato dallo stage internazionale di Difesa personale diretto dal Maestro Enrico Giovanni Perego, responsabile del settore, in stretta collaborazione con i docenti Marco Banin, maestro formatore di Pugnale italiano e arma corta, il Maestro Pierluigi Lisco, referente per il Krav maga, il capitano Sergio Mastropasqua e il Maestro Nicola Grazzo, operatore delle forze dell’ordine esperto di tecniche Police krav maga. Purtroppo, un po’ di delusione da parte dei numerosi partecipanti per l’assenza del Maestro Vargas, addestratore dell’esercito ecuadoreno impossibilitato alla partecipazione all’ultimo minuto, compensata però dalla dimostrazione e insegnamento di alcune tecniche speciali da parte dell’Israeliano Fadi Haiyadre, campione di MMA e K1 praticante di Krav maga.

Sabato sera per tutti un po’ di relax al prestigioso Hotel Palace dove hanno partecipato alla cena di gala circa 200 tra maestri, atleti e accompagnatori. Diversi i riconoscimenti, encomi e incarichi consegnati. Una serie di certificazioni di World Master siglati AIKAM (prima sigla organizzatrice di eventi di kick boxing in Italia) sono state assegnate da parte del Dott. Bellettini presidente ad Honorem e fondatore Iaksa, pioniere della kick boxing in Italia. Presente il Presidente Fight net Emiliano Lanci, coordinatore del settore Sport da combattimento nazionale ASI che ha consegnato ufficialmente le certificazioni Asi di Maestro Formatore. Trai i vari passaggi di grado risaltano quello VIII dan del Maestro Paolo Allegri, responsabile del settore contatto pieno Iaksa, il VII dan del Maestro Michelangelo Ramunni, responsabile internazionale dello sviluppo della sigla iaksa e il IV dan del Maestro Raffaele Adamo insignito anche del riconoscimento di Miglior Maestro dell’anno. Una domenica intensa di combattimenti per il Gran finale della Worl Cup, 10 aree di gara attive dalle ore 10 alle 19 (8 tatami, 1 ring, 1 gabbia) hanno visto gareggiare oltre 400 atleti nelle specialità della kick boxing, Muay thai e MMA a contatto leggero e pieno. 105 i cinturoni di campione nazionale assoluto assegnati ai vari atleti che rappresenteranno le rispettive nazionali alle prossime gare all’estero.

Grande soddisfazione da parte delle istituzioni di San Marino e tanti i ringraziamenti da parte di tutti i partecipanti, ringraziamenti che vanno rivolti a tutti i maestri e dirigenti che hanno reso possibile questo Multievento, in particolare ai Maestri Marco Lacaita e Luca Scorrano coordinatori della trasferta dalla regione Puglia e i Maestri Marco Palumbo e Michele Gasparro dalla regione Sicilia.

A Milano Boxe e Kickboxing. C’è “Azzurri d’Italia”

Il Centro Sportivo MGM di Milano ha ospitato “Azzurri d’Italia”, il Campionato Nazionale di selezione della Martial Kombat Sport Italia e della Global Boxing Italia. L’evento è stato patrocinato da ASI e coordinato dal Prof. Biagio Vitrano, organizzatore esecutivo di tutta la competizione milanese. Gli incontri sono stati diretti e giudicati dallo staff arbitrale Nazionale coordinato dal M° José Miguel Ranauro, dal M° Angelo Lo Iacono, da Rolando José Peruana, Cristian Basile e Kevin Andrade. L’evento ha preso il via alle ore 13:00 e si è concluso alle ore 17:00 e ha visto un eccellente livello tecnico, che vede inseriti nella rappresentativa nazionale gli atleti italiani primi classificati. Dalla Sicilia al Piemonte, dalla Lombardia all’Abruzzo, agli atleti maltesi, presenti nella boxe, tutti hanno avuto un comportamento sportivo e corretto. Tutta la manifestazione, poi, è stata disponibile in diretta streaming sui canali ufficiali Martial Kombat TV e Global Boxe TV per poter permettere anche a chi non avesse potuto raggiungere la sede della MGM a Milano di assistere ai match. Una bella giornata di sport, ben riuscita, nonostante Milano ospitasse altri due eventi di sport da combattimento, organizzati da promoters del posto.

“Dopo 30 anni – commenta il Prof. Vitrano – sono tornato ad organizzare a Milano ed ho vissuto una bella esperienza. MGM è un impianto sportivo nuovo, adatto ad ospitare gala ed eventi PRO. Una struttura dinamica e ben gestita. Saremo ancora all’MGM di Milano, sabato 28 maggio, per un superbo Night Gala di “Boxe & Kick Boxing”, con un Titolo Mondiale PRO di K1 della World Martial Kombat Federation ed incontri di Boxe, Thai Boxe e Kickboxing di eccellente livello, per poi concludere con “Euro Cup”, il 13 novembre, sempre sotto l’egida di ASI”.

A collezionare il maggior numero di medaglie il Team Biondo che si assicura il metallo più prezioso su 8 dei 17 podi (ovviamente diviso tra le varie discipline). Lo segue il Team Malta che fa quasi l’en plein proprio nella Boxe con 3 podi su 4.

 

Il pdf con le classifiche complete: AZZURRI D’ITALIA – classifica

 

Photo Gallery

Un minuto di silenzio. Poi l’incontro

Un pensiero rivolto al team che, doveva partecipare, quello ucraino, fermato dagli eventi che tutti noi conosciamo. E un minuto di silenzio per i caduti della guerra e a tutte le persone scomparse per il Covid.
Tutto è cominciato così alla MGM di Milano, racconta l’organizzatore della manifestazione Franco Scorrano, Responsabile Nazionale ASI del settore Sport da Combattimento Moderno. Nell’International Championship, un altro evento Importante della WFC, WBFC e WKAFL. Momenti di commozione davanti a un folto  un pubblico di appassionati esperti, davanti ai quali si sono esibiti, in match spettacolari e di alto contenuto tecnico, circa 400 atleti appartenenti a 134 club, 12 club dalla Francia, dalla Svizzera e con atleti da Marocco, Bulgaria, Senegal, Albania, Brasile, Romania, El Salvador e Lettonia.

Franco Scorrano insieme con i suoi atleti

Erano in gara tutte le fasce d’età  Kids e Adulti, nelle specialità Light e Full. Si sono svolti un settantina di match a contatto pieno su 2 ring. Sugli altri 4 tatami si sono svolti una novantina di match di bambini e ragazzi fino a 15 anni, e circa 150 match di juniores e seniores nelle discipline di Pugilato, Kick Boxing, K1, Muay Thai, Grappling e Mixed Martial Arts. Gli atleti hanno dato vita a un vero e proprio spettacolo, confrontandosi dandosi battaglia, senza esclusione di colpi, fino all’ultimo secondo. L’ambita cintura è stata assegnata sicuramente al più meritevole, le premiazioni sono state assegnate fino al 4° classificato. A tutti gli atleti sono state assegnate le medaglie di partecipazione. Complimenti, da parte nostra al Presidente WFC Franco Scorrano, presente con il collega della WKAFL Alessandro Piavani, che con la sua Diplomazia Italica, propriamente detta, gha saputo “segnare ” una “rete ” spettacolare, per tutte le Martial Arts Italiane, da dirigente professionale.

 


Photo Gallery

"Dopo tanto tempo di nuovo insieme"… Gli Sport da combattimento a Formello

Serata da incorniciare quella di ieri sera ai giardini comunali di Formello, per Invictus Arena, una manifestazione promossa da ASI. La kermesse è iniziata intorno alle ore 19:00 e ha visto sul ring alcuni tra i migliori pugili della capitale. Arrivati alle 21 inizia la parte principale della serata con gli incontri professionistici di Kick boxing e Muay thai e ben 3 titoli.

Il titolo nazionale di Muay Thai vinto dal Romano Gianmarco Giosi ai danni del Sardo Giuliano Lai, match interrotto al primo round per una ferita causata da Giosi ai danni di Lai con una gomitata.
Altra cintura della serata era il torneo a 4 WKN che aveva tra i protagonisti un atleta umbro, un siciliano, un calabrese e un Romano.
E' proprio il romano Roberto Oliva a vincere i suoi due incontri nella stessa serata e a portare a casa la cintura WKN. Main event della serata l'incontro internazionale WKN tra il romano Alessandro Moretti e il francese Sediri Kais del noto team Nasser di Lione. Incontro entusiasmante fin dalle prime battute che alla fine dei 3 round vede vincitore con verdetto unanime Moretti.
Da segnalare anche l'eccellente prestazione di un altro romano, Francesco Picca che si impone sul forte Piemontese Daniel Colacino anche stavolta con verdetto unanime.

Ospiti della serata il campione del mondo Giovanni De Carolis, l'Assessore allo sport del Comune di Formello, Roberta Bellotti, il Vicesindaco Cristiano Lancianese e il Presidente di ASI Claudio Barbaro ringraziato pubblicamente sul ring da Riccardo Lecca con una targa dedicata a tutto lo sforzo impegnato da ASI per la promozione sportiva: "ASI in questi mesi di chiusura delle attivita’ sportive e’ stato senza dubbio l’ente di promozione sportiva piu’ attivo e vicino al mondo dello sport, dimostrandolo sempre in maniera concreta e ritengo che sia questa un occasione per dimostrare la riconoscenza del mondo sportivo che rappresento a una persona che ci ha supportato e sostenuto in maniera concreta".

"Dopo tanto tempo siamo insieme. Emozionante essere qui per celebrare un momento di festa", ha detto l'Assessore allo Sport di Formello, Roberta Bellotti.
Claudio Barbaro: "Ancora non siamo a regime, per quanto riguarda la ripresa, ma abbiamo ottenuto risultati importanti nel ruolo di pungolo per il Governo e nel ricordare che lo Sport è la soluzione e non il problema. Chi organizza e promuove lo Sport ha sempre rispettato tutte le prescrizioni: i controlli lo hanno dimostrato. Questa è una serata di festa. Ora dovremo ripartire restituendo allo Sport la dignità e la libertà che merita".
"Una serata importante per tutti noi. Ricomincia lo Sport": ha detto De Carolis. Conclude il Vicesindaco Cristiano Lancianese: "Una serata importante. Sono qui sul ring con uomini e donne di sport. Che hanno contribuito al rilancio dello sport stesso".

(Claudio Barbaro tra l'Assessore allo sport del Comune di Formello Roberta Bellotti e l'organizzatore, Riccardo Lecca)
(Giovanni De Carolis, campione mondiale dei pesi Supermedi, saluta il pubblico presente)

(Da sinistra, Giovanni De Carolis, l'Assessore allo sport del Comune di Formello Roberta Bellotti, il Vicesindaco Cristiano Lancianese, il nostro Presidente Claudio Barbaro e il padrone di casa, Riccardo Lecca)