15.05.2016

Sportivando

Le associazioni sportive dilettantistiche tesoro di etica sportiva

Anche il 2016 ha visto svolgersi la Festa dell'Etica nello Sport organizzata da MECS Movimento italiano per l’Etica, la Cultura e lo Sport, in collaborazione con ASI Associazioni Sportive e Sociali Italiane.

Il sodalizio tra i due soggetti dura da sei anni e si è consolidato giacché entrambi pensano che sia fondamentale dal punto di vista sociale e civico (!) rafforzare i principi etici nel settore sportivo. Da sempre ASI si è fatta portavoce di questa esigenza; nel 2010, ad esempio, istituimmo un premio denominato ‘Cartellino verde’ (recentemente anche la Lega di Serie B ha fatto una cosa simile) che voleva essere un riconoscimento per i comportamenti virtuosi – come quelli di chi auto-ammette una violazione sfuggita ai giudici o agli arbitri della gara, oppure di chi aiuta un compagno di squadra o un avversario in difficoltà . Un cartellino, appunto, che diversamente da quelli giallo o rosso usati nel calcio, gettasse luce su episodi positivi. Nel 2012, invece, organizzammo il talk show ‘L’Etica nello Sport’ e chiamammo a relazionare l’allora presidente della Federcalcio Giancarlo Abete che, nonostante i clamorosi arresti della sera precedente l’appuntamento, dovuti all’inchiesta sul calcio scommesse, decise di essere presente e di parlare apertamente del tema.
Oggi, continuiamo ad investire risorse ed energie nella promozione del binomio sport-etica, perché crediamo che questi debbano viaggiare in sintonia, visto che lealtà  e correttezza rappresentano i principi fondanti del primo e, al tempo stesso, sono conseguenze naturali della seconda.

Come Ente di Promozione Sportiva, poi, questa attenzione e questo impegno – che divengono forma mentis – sono molto naturali: le grandi reti di volontariato costituite dalle nostre associazioni sportive, ci offrono quotidianamente, infatti, uno spaccato di ciò che ha rilevanza etica. Per la loro natura giuridica, l’assenza di lucro e la loro inclinazione sono il più grande palcoscenico di comportamenti virtuosi: il bene comune ogni giorno viene raggiunto attraverso la convivenza, la cooperazione e la solidarietà .

Abbiamo pertanto modo di vedere l’intrinseca eticità  dell’attività  sportiva-culturale, a prescindere dal tipo di disciplina e dalla latitudine a cui viene praticata.
Eppure, sembrerebbe che fossimo in pochi consapevoli delle potenzialità  e del valore di questo tesoro. Le Istituzioni troppo poco spesso riconoscono a quella che è la vera spina dorsale dello sport italiano la sua grande rilevanza sociale, tendendo invece a sottovalutare la portata del loro agire.
Il sostegno a soggetti come MECS – oggi più di ieri un solido ancoraggio sul tema in mezzo al crescere di premi e iniziative che sembrerebbero scopiazzarne la missione – appartiene ad un preciso obiettivo che come Ente di Promozione Sportiva cerchiamo di raggiungere: dimostrare come l'eticità  delle associazioni sportive e sociali italiane risieda nei loro piccoli gesti quotidiani che, nel silenzio dei più, si ripetono generosamente e naturalmente a catena.

09.05.2022

Sport nella Scuola. A troppo piccoli passi

Dal prossimo settembre – sul giorno si stanno pronunciando le singole Regioni – gli oltre 400 mila bambini delle quinte elementari, avranno un insegnante in più, quello di ‘Educazione motoria’. La critica del Sen. Claudio Barbaro

06.04.2022

Sport nella Costituzione. Antesignano, Giulio Maceratini

Dalla rivista Primato, marzo 2022. …se sono quello che sono, se siamo quello che siamo, lo dobbiamo a uomini come […]

09.03.2022

Piccole, ma preziose: il nostro invito affinché le nuove regole del Terzo Settore chiamino tutti alla partecipazione

Dalla rivista Primato, febbraio 2022. ASI è stata riconosciuta come Rete Associativa Nazionale del Terzo Settore Come molti di voi […]

07.01.2022

Scuola, Costituzione e una rivoluzione culturale che non accenna a decollare

Dalla rivista Primato, gennaio 2022. Ultimi in Europa nelle ore di educazione motoria… Che strana sorte tocca allo Sport. Gli […]

07.11.2021

Il paradosso dello sport italiano

Dalla rivista Primato, novembre-dicembre 2021. Come noto a molti di voi, Primato nasce per approfondire fatti di politica sportiva, con […]