Karate tradizionale. ASI Piemonte in tour

Con la gara di Fubine del 4-5 giugno e con la precedente a Burgdorf in Svizzera del mese di maggio, si è concluso il secondo semestre sportivo del Dipartimento Piemonte – Karate Tradizionale. Molto è stato fatto, con seminari e preparazioni tecniche per accedere alla sessione di esame del 22 maggio 2022, nonché specifici allenamenti per i ragazzi agonisti che hanno partecipano e parteciperanno ai vari tornei di Karate Tradizionale già a calendario in nel prossimo semestre. Il 29-30 settembre e 1 ottobre, saremo con i nostri atleti a Karlovy Vary in Repubblica Ceca, per partecipare al Campionato del Mondo di Karate Shotokan SKDUN. Porteremo con noi i vessilli del nostro Kan e dell’ASI Piemonte. Il prossimo semestre, per noi Karatekas rappresenta in effetti il primo  dell’anno sportivo 2022/2023, abbiamo in programma di partecipare a una decina di gare in Piemonte , ai Campionati Italiani, nonché a quattro gare internazionali quali Campionati Europei e Mondiali di due diverse federazioni. Intanto i nostri piccoli campioni crescono e il futuro sarà di tutto divertimento.

Alla sessione di esame del 22 maggio 2022 sono stati insigniti del grado superiore i seguenti Karatekas:
LORENZO TUTINO  1° DAN
ROSARIO BADAMI   2° DAN
MICHELE PASQUALINO 3° DAN
ENRICO D’AVASCIO  3° DAN
ALESSANDRO BADAMI 3° DAN
La Commissione d’esame è stata presieduta dal Maestro Giorgio Bortolin 9° Dan Hanshi e dai Maestri Emmi Nunzio 6° Dan e Francesco Mandracci 5° Dan. Oltre al loro grado riconosciuto dalla I.K.A. International Karate Association del Gran Maestro Takayuki Kubota e dalla U.I.K.A. Union International Karate Association  della UPKL, essi saranno iscritti nel registro Europass – progetto Erasmus -XG Hepa   European Community. Saluti. M° Giorgio Bortolin Capo dipartimento del Karate ASI Piemonte Capo Dipartimento per l’Europa della U.I.K.A.

Trofeo ASI Piemonte di Karate: successo e divertimento

Approfittando della pausa per le vacanze di Carnevale, nella mattinata di domenica 23 febbraio, si è svolto presso il palazzetto dello sport di Sant'Antonino di Susa il secondo Trofeo ASI Piemonte di Karate.
Un evento organizzato splendidamente dai maestri Salvatore Sacco della Tiger Valsusa, Francesco Sollazzo della Ronin Valsusa e Giuseppe Lannino dell'associazione Budo Ryu Mappano.

Hanno presenziato alla manifestazione il presidente dell'ASI Piemonte Sante Zaza che ha portato il saluto istituzionale dell'Ente e il sindaco di Sant'Antonino di Susa Susanna Preacco, che si è rivolta ai presenti ringraziando tutti per l'impegno sostenuto sia dai praticanti che le loro genitori.
Era presente anche il maestro Domenico Garone presidente dell' Okinawa karate Torino nonché responsabile ASI del dipartimento organizzativo del settore karate, che ha coordinato in modo impeccabile gli arbitri e giudici di gara.

Quest'anno hanno partecipato all'evento più di 152 atleti, provenienti da numerose associazioni di tutto il Piemonte. I dieci giudici di gara e i sei presidenti di giuria sono riusciti ad esaminare tutte le pool, comprese la specialità Kata a squadre e la categoria diversamente abili in tre ore consentendo così uno svolgimento fluido della gara.

Gli atleti tutti ottimamente preparati hanno evidenziato il buon livello tecnico della manifestazione.

I ragazzi sono rimasti soddisfatti poiché, oltre a coppe e medaglie consegnate ai vincitori, tutti i karateka hanno ricevuto un ricordo per la partecipazione. Inoltre, il briefing arbitrale tenutosi la settimana precedente ha permesso di esprimere valutazioni maggiormente obiettive delle performance degli atleti.

La ASD Okinawa Torino si aggiudica il secondo trofeo ASI consegnato dalle mani del direttore tecnico del karate tradizionale Salvatore Sacco.

Soddisfatti dall'esito crescente di questa manifestazione gli organizzatori ringraziano tutti i partecipanti e tutti i tecnici che hanno reso possibile il successo di questo evento.

Karate. Campionato Europeo di stile in Romania

ASI Karate torna dalla trasferta in Romania dove sabato 22 febbraio a Oradea, in Transilvania, si è svolto il 16.o Campionato Europeo di stile della ESKU, European Shotokan Karate Union, organizzazione fondata a Mosca dal M.o Vladi Vardiero nel 2004 e che promuove questo stile secondo le direttive tecniche della WKF.
Gli inviti sono arrivati direttamente dalla federazione romena di karate. La delegazione era condotta dal M.o Vladi Vardiero, responsabile del settore, e dal M.o Massimo Della Patrona.
Il medagliere finale vede ben 5 ori , 1 argento e 1 bronzo per in nostri atleti. Nella trasferta si sono messi in evidenza Francesca Reale, la quale vince nel kata (forma) femminile sia nella prova assoluta di stile shotokan che in quella di interstile.
Anche Viola Fastigari, atleta del settore giovanile, seguita dal M.o Della Patrona, sale sul gradino più alto del podio per ben 2 volte, anch’essa per la prova di stile che interstile WKF di kata.
Il m.o Vardiero si è dichiarato molto soddisfatto di questi risultati in quanto rappresentano il primo risultato concreto del settore all’estero, segno che la strada intrapresa all’inizio del quadriennio olimpico sta dando i suoi frutti.

 

In Val di Susa lo stage di Natale di karate

Nella cornice innevata della Val di Susa, presso il palazzetto dello sport di Sant'Antonino di Susa (TO), si è svolto il secondo stage di Natale, impeccabilmente organizzato dal maestro Salvatore Sacco 6o Dan, nonché responsabile del comitato Regionale ASI Piemonte.

A questa iniziativa hanno preso parte ottanta partecipanti, seguiti dai Maestri Francesco Sollazzo, Giuseppe Lannino, Alessandro Caizzo, Ferdinando Manfredini che si sono alternati nel seguire gli atleti nelle varie specialità; mentre il Maestro Salvatore Sacco era impegnato nel valutare gli esaminandi che sostenevano il passaggio di kyu.

La manifestazione si è svolta in un clima sereno e gioioso nonostante il rigore e la durezza dell' allenamento. Lo stage si è concluso con la consegna degli attestati di partecipazione e una sessione di passaggi di Dan esaminati dalla commissione formata dai Maestri Sacco, Sollazzo e Manfredini.

I Maestri ringraziano tutti i partecipanti, in particolar modo i genitori che assecondano sempre la passione dei loro figli e danno appuntamento a tutti il 22 febbraio 2020 per il secondo trofeo ASI Piemonte.

Il Karate mondiale passa per ASI

Si è conclusa a Jesolo la Youth League Karate 1, la gara di karate più partecipata al Mondo, sotto l’egida della WKF, la federazione mondiale riconosciuta dal CIO che porterà questa disciplina a Tokyo nel 2020, e della FIJLKAM, la Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali, riconosciuta dal CONI.
Il Comitato Organizzatore Locale, formato da Multisport Veneto e ASI Karate Veneto, entrambe sodalizi di ASI, presiedute da Vladi Vardiero, Responsabile ASI del settore Karate, è riuscito a portare a termine una impresa titanica che pochi hanno pensato potesse essere possibile realizzabile.
Gestire un evento di questa portata, così importante per il karate mondiale, non è stato facile ma la passione del “team ASI” ha consentito di portare a termine una gara considerata dai più un evento unico nel suo genere.

I 3.200 atleti iscritti, provenienti da 65 paesi in rappresentanza dei 5 continenti, arbitrati da 150 ufficiali di gara,  si sono contesi le 31 medaglie  messe in palio per questa edizione nelle categorie under 14, cadetti e Junior. Una fascia d’età di soli 6 anni, molto ristretta, ma estremamente importante per conoscere quale sarà l’evoluzione del karate sportivo nel prossimo quadriennio olimpico. Essere riusciti a dare un servizio ad un così grande numero di atleti, tutti minorenni, tutti estremamente motivati, accompagnati dai loro tecnici e dalle loro rappresentative nazionali, supportati spesso dai loro  genitori i quali si sono sottoposti ad enormi sacrifici per poter assistere al debutto internazionale in un competizione mondiale ufficiale dei propri figli. Una grande festa quindi, oltre che un evento agonistico di altissimo livello, che ha visto protagoniste intere famiglie, tutte accomunate da una grande passione per il karate!
Una così elevato numero di atleti e nazioni presenti è ancor più rafforzato dalla conferma che il Karate sarà disciplina olimpica, dopo Tokyo 2020, anche alle Olimpiadi Giovanili nel 2022 in Senegal. La Youth League quindi ancor più di oggi sarà sede per acquisire punteggi validi per il rank olimpico.
Il medaglie parla chiaro. Al primo posto la Francia con 5 oro, 3 argento e 5 di bronzo seguita dall’’Ucraina con 4 ori e 3 bronzi. Sorpresa il terzo posto della Slovacchia con 4 ori che batte  il Giappone con 3 ori 1 argento e 4 bronzi. L’Italia si deve accontentare del quinto posto con 2 ori, 3 argenti e 10 bronzi.
Il Presidente Barbaro, per il tramite del Responsabile Nazionale del settore karate, ha fatto giungere a tutti i presenti i propri saluti personali e dell’ente a tutti partecipanti, e soprattutto si è complimentato con gli organizzatori, dichiarandosi estremamente orgoglioso per il lavoro svolto dalle società ASI che hanno dimostrato come sia possibile realizzare grandi progetti sportivi collaborando con le federazioni sportive nazionali. Insieme fa bene allo Sport Italiano!
In conclusione dell’evento Vladi Vardiero, nel ringraziare innanzitutto il proprio staff per il successo dell’impresa, assieme a Davide Benetello, consigliere federale e membro dell’esecutivo WKF, hanno dato l’inaspettato annuncio della potenziale candidatura di Jesolo quale sede del Campionato del Mondo Giovanile di Karate nel 2023, evento che sarà assegnato l’anno prossimo dalla WKF.

“I tempi sono maturi – ha dichiarato Vardiero – e noi siamo pronti ad affrontare  questo progetto. Pensare di poter portare in Italia per la prima volta un Campionato del Mondo di Karate ufficiale – ha concluso Vardiero – sarebbe una cosa meravigliosa e tutti i karateka d’Italia, appartenenti a qualsiasi sigla od organizzazione, lo meritano e lo stanno aspettando da tanto tempo!”
 
Qui sotto il link del passaggio in RAI 3 TG Veneto

https://www.rainews.it/tgr/veneto/video/2019/12/ven-A-Jesolo-tappa-italiana-della-Coppa-del-Mondo-giovanile-di-karate-561d056c-8d34-41f9-98f3-557ebbc72809.html