Cala il sipario sul torneo Paralimpico FIB / ASI: successo agonistico, promozionale e organizzativo

​Un fine settimana intenso e denso di eventi al Centro Tecnico Federale di Roma. Il Torneo FIB / ASI ha segnato la ripartenza del movimento boccistico paralimpico, disputato in un weekend in cui la Federbocce è stata protagonista anche di momenti politici importanti, con la Consulta dei Presidenti regionali e il Consiglio Federale. Nell’impianto del Torrino, inoltre, è stata inaugurata la palestra di Boccia Paralimpica e si è tenuto un webinar sullo sport paralimpico che ha visto protagonista anche il nostro Presidente Claudio Barbaro. 

Non poteva esserci evento migliore per la ripartenza. Lo sport delle bocce si è ritrovato nell’ultimo fine settimana al Centro Tecnico Federale di Roma per la prima manifestazione nazionale del 2021, a cui faranno seguito da giugno le fasi finali tricolori di squadra e individuali di tutte le specialità, sia dell’alto livello sia dello Sport per tutti.
Il primo fine settimana boccistico nazionale è stato denso di appuntamenti con le gare di bocce paralimpiche, di Boccia Paralimpica, con la Consulta Nazionale dei Presidenti regionali, col Consiglio Federale, con l’inaugurazione della palestra di Boccia al Centro Tecnico Federale del Torrino e con un webinar sullo sport paralimpico.
La prova è stata pienamente superata tra momenti sportivi, politici, d’immagine e comunicazione: tutti nel pieno rispetto delle normative per contenere il contagio da Covid.
C’era grande attesa attorno all’evento, che era anche un momento per rompere il ghiaccio, in vista della seconda parte del 2021. 
La Federazione Italiana Bocce è stata premiata per l’audacia dimostrata sin dal mese di gennaio, da quando ovvero sono iniziati i Campionati di Società di Alto Livello, da cui, settimana dopo settimana, è ripartita la macchina sportiva boccistica.
La cartolina più bella del fine settimana del Centro Tecnico Federale è stato il sorriso degli atleti paralimpici e dei loro assistenti e accompagnatori. Dopo oltre un anno di sacrifici, già il ritrovarsi sui campi di bocce e nella rinnovata palestra del Torrino è stato il primo successo raggiunto.

Enorme la gioia del presidente Marco Giunio De Sanctis, per il quale “sono stati tre giorni intensi con questo straordinario torneo paralimpico, che mi riproietta nel mio secondo mondo. Sono nato e cresciuto sui campi di bocce, come atleta, persona e amante di una disciplina popolare, ma con una credibilità un po’ distorta rispetto alle sue potenzialità sociali, integrative e agonistiche, e poi il mondo paralimpico a cui sono particolarmente legato e che ha rappresentato tutta la mia vita professionale iniziata nel 1985”.

Il presidente federale De Sanctis ha avuto modo, nel pomeriggio di sabato, di presentare la FIB e le attività agonistiche e promozionali al presidente del CIP, Luca Pancalli, al presidente di Sport e Salute, Vito Cozzoli, al presidente dell’ASI (partner dell’evento), Claudio Barbaro, allo sponsor BMW Specialmente. “Ci tenevo che le massime istituzioni sportive vedessero questo nostro impianto polifunzionale e con esso anche i nostri ragazzi paralimpici della Boccia e delle bocce paralimpiche, sia disabili fisici, Standing e Sitting, che intellettivo-relazionali”, le parole del presidente De Sanctis. “In tutto – ha spiegato De Sanctis a margine del taglio del nastro della palestra di Boccia – abbiamo 1.400 atleti e 172 società paralimpiche. Siamo partiti tre anni fa con 35 tesserati paralimpici e venti società. Un grande risultato se si considera che, nel 2020, la pandemia ha penalizzato oltremodo il nostro movimento e l’attività Paralimpica in particolare, divenuta virtuosa e incrementata virtuosamente”.
Il presidente De Sanctis si è rivolto allo sponsor BMW Specialmente, che supporta la Boccia Paralimpica, “un brand che ha creduto, in primis, nello sport paralimpico, trasferendo questo know how anche nel mondo delle bocce e, in particolare, nella Boccia, disciplina il cui lavoro è indirizzato a porre le basi per una crescita in termini di numeri e affinché qualche azzurro possa qualificarsi alle Olimpiadi di Parigi 2024”.

“La collaborazione con la FIB nasce da una disponibilità del Ministero del Lavoro a finanziare progetti anche in campo sportivo ma con una connotazione sociale particolare", ha spiegato il presidente di ASI, Claudio Barbaro. "Ci è venuto spontaneo pensare immediatamente alla FIB, la Federazione più incline agli aspetti sociali. È stato un connubio naturale che ha dato un grande risultato, sotto gli occhi di tutti. I nostri complimenti vanno alla FIB per la perfetta organizzazione di un evento di grande portata. Gli Enti di Promozione Sportiva sono molto attenti alla dimensione sociale dello sport e l’ASI ha trovato una grande accoglienza nel mondo della Federbocce, una partnership di cui andiamo orgogliosi. Auspichiamo che questa iniziativa avrà una seconda edizione, perché il Torneo Paralimpico FIB / ASI ha regalato a tutti grandi giornate di sport”.

Nell’impianto del Torrino, inoltre, è stata inaugurata la palestra di Boccia Paralimpica e si è tenuto un webinar sullo sport paralimpico.
Presenti Marco Giunio De Sanctis, Presidente FIB, il Presidente del CIP, Luca Pancalli, il Presidente di Sport e Salute, Vito Cozzoli, il Presidente di ASI (partner dell’evento) Claudio Barbaro, Roberto Olivi della Direzione Comunicazione BMW, atleti paralimpici Nicole Orlando e Oney Tapia in presenza, Annalisa Minetti e Martina Caironi collegate in diretta e Marco Principi, atleta del Club Giovani Azzurri della FIB.

 

I RISULTATI


Il Torneo Paralimpico FIB / ASI ha assegnato il Trofeo ‘OSA – Oltre lo Sport Agonistico’, riservato alle competizioni di bocce paralimpiche, e il Trofeo ‘BMW Specialmente’ ai vincitori delle gare di Boccia Paralimpica.

 

Hanno vinto il Trofeo ‘OSA – Oltre lo Sport Agonistico’: Luciano Parrella (Oltre gli Ostacoli Benevento) nell’Individuale Standing, Antonio Friolo (Martanese) nell’Individuale Sitting, Salvatore Cioffi e Angelo Tornusciolo (Oltre gli Ostacoli Benevento) nella Coppia mista (Sitting – Standing) e la squadra DIR composta da Massimiliano Magnarelli (Anthropos), Marco Facchino (Anthropos) e Fabio Cattaneo (Vharese Onlus).

Le classifiche delle competizioni di Boccia Paralimpica sono state vinte da: Diegi Gilli (Bocciabili Sportento Torino) nella categoria BC1, Gabriele Valente dell’ASD Pianeta Boccia Roma nella categoria BC2, Giulia Marchisio della Don Gino Bosticco Asti nella categoria BC3 e Riccarda Ambrosi della Superhabily  nella categoria BC4. Ad aggiudicarsi il Trofeo ‘BMW Specialmente’ della Boccia Paralimpica: Diego Gilli e Carlotta Visconti, entrambi della Bocciabili Sportento Torino.

Alla cerimonia di premiazioni presenti: il presidente della FIB, Marco Giunio De Sanctis, il vice-vicario Moreno Rosati, il vice Roberto Favre, il consigliere federale Vincenzo Santucci, il Segretario Generale della FIB, Riccardo Milana, il Segretario Generale del CIP, Juri Stara, i presidenti regionali Marco Iannuzzi (CIP Lazio), Pierangelo Santelli (CIP Lombardia) e Massimo Porciani (FIB Toscana).

A Roma il Torneo Paralimpico FIB/ASI: programma, atleti al via ed eventi collaterali

Si avvicina a grandi tappe il fine settimana del Torneo Paralimpico FIB/ASI, che assegnerà il Trofeo ‘OSA – Oltre lo Sport Agonistico’ per le bocce paralimpiche e il Trofeo ‘BMW Specialmente’ per i vincitori della competizione di Boccia Paralimpica, quest’ultima disciplina sportiva sponsorizzata proprio dal prestigioso brand automobilistico.

Al Centro Tecnico Federale del Torrino a Roma sarà un weekend che segnerà la ripresa delle attività agonistiche per il movimento boccistico paralimpico, ma rappresenterà anche un importante momento di promozione dell’intera Federazione Italiana Bocce.
Il Torneo Paralimpico FIB/ASI è nato dal protocollo d’intesa sottoscritto tra il presidente della Federbocce, Marco Giunio De Sanctis, e il numero uno dell’ASI Nazionale (Associazioni Sportive e Sociali Italiane), Claudio Barbaro.

I due presidenti saranno i protagonisti del webinar che si terrà sabato 15 maggio, a partire dalle ore 14,15, con la conduzione del giornalista Claudio Arrigoni e trasmesso in diretta streaming sui canali di comunicazione della Federazione Italiana Bocce: la pagina Facebook e il canale Youtube. Sarà un format innovativo e interattivo, in cui si parlerà del movimento sportivo paralimpico, al quale prenderanno parte, insieme a De Sanctis e Barbaro, anche il presidente del CIP, Luca Pancalli, Roberto Olivi della Direzione Comunicazione di BMW, l’amministrazione capitolina, un rappresentante di Campo Marzio (partner della FIB), il Presidente di Sport e Salute, Vito Cozzoli, gli atleti paralimpici Oney Tapia, Nicole Orlando e, in collegamento video, Annalisa Minetti e Martina Caironi.

Prima del webinar sarà inaugurata la palestra di Boccia Paralimpica al Centro Tecnico Federale, “struttura che va a completare il progetto di alto livello della FIB relativamente alla struttura del Torrino”, come ha sottolineato il presidente Marco Giunio De Sanctis.
Sabato 15 e domenica 16 maggio saranno tre le gare, che metteranno in risalto la connotazione altamente inclusiva dello sport delle bocce, con un unico denominatore comune: mettere in campo le abilità dei giocatori disabili intellettivo/relazionali (DIR) e fisici per le bocce paralimpiche e degli atleti che praticano la Boccia Paralimpica, quest’ultima inserita nel programma dei Giochi paralimpici e praticabile da atleti con disabilità gravissime.
Le competizioni si terranno dalle 9 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19,30 di sabato 15 con le finali programmate dalle ore 9,30 di domenica 16.

Al via alla competizione di Boccia Paralimpica, che assegnerà il Trofeo ‘BMW Specialmente’, i seguenti atleti: Eugenio Migliaccio (Pianeta Boccia Roma), Elisa Gili (Disboccia Pinerolo), Giulia Marchisio (Don Gino Bosticco), Diego Gilli (Sportento Torino), Valentina Carratta (Calimerese), Carlotta Visconti (Sportento Torino), Renata Busettini (Superhabily Abbiategrasso), Manuel Tartaglia (Pianeta Boccia), Francesco Ceccarelli (Pianeta Boccia), Leonardo Marchetti (Pianeta Boccia), Daniele Risa (Pianeta Boccia), Andrea Terriaca (Pianeta Boccia), Gabriele Valente (Pianeta Boccia), Riccarda Ambrosi (Superhabily Abbiategrasso).

Per le bocce paralimpiche, ai cui vincitori sarà assegnato il Trofeo OSA, invece, parteciperanno alla competizione Individuale Sitting: Mauro Piacente (AVIS Campobasso), Angelo Tornusciolo (Oltre gli Ostacoli Benevento), Gino Giorgi (ASCIP Ostia) e Antonio Friolo (Martanese). Alla competizione Individuale Standing giocheranno: Luciano Parrella (Oltre gli Ostacoli Benevento), Salvatore Cioffi (Oltre gli Ostacoli Benevento), Vincenzo Masi (Badia Ceccano) e Vincenzo Spinoccia (ASBID Imola). Inoltre, si terrà una gara a coppie con un atleta Sitting e uno Standing.

Disputeranno la competizione riservata ai DIR, che assegnerà sempre il Trofeo OSA: Alberto Borghesi (ASHA Pisa Onlus), Davide Follesa (ASD Arcobaleno, CA), Andreano Porcu (ASD Arcobaleno, CA), Fabio Tenconi (APD Vharese Onlus), Fabio Cattaneo (APD Vharese Onlus), Valentina Cepak (Acquamarina Team, TS), Manuel De March (La Combattente, PU), Lorenzo Bronzini (San Cristoforo, PU), Gennaro Falco (ASCIP Ostia), Mirko Governatori (ASD Anthropos, MC), Massimo Magnarelli (ASD Anthropos, MC) e Marco Facchino (ASD Anthropos, MC).

Sarà un fine settimana importante anche dal punto di vista politico per la Federazione Italiana Bocce: venerdì 14, infatti, si terrà la Consulta dei Presidenti regionali, il giorno successivo il Consiglio Federale. “Ci ritroveremo tutti insieme per la prima volta dopo la grave emergenza sanitaria. Sarà un momento importante e decisivo per la programmazione futura sulla base dei punti programmatici con i quali ho ripresentato la mia proposta, premiata con la rielezione al vertice della FIB”, ha spiegato il presidente Marco Giunio De Sanctis.

Trofei OSA e BMW Specialmente, il presidente De Sanctis presenta il Torneo Paralimpico FIB/ASI

La Federazione Italiana Bocce e l’ASI saranno protagoniste, sabato 15 e domenica 16 maggio 2021, del Torneo Paralimpico FIB/ASI, un evento che radunerà al Centro Tecnico Federale di Roma gli atleti della Boccia Paralimpica e i giocatori delle bocce paralimpiche. In palio il Trofeo ‘OSA – Oltre lo Sport Agonistico’ per le bocce paralimpiche e il Trofeo ‘BMW Specialmente’ per la Boccia Paralimpica.

Presidente Marco Giunio De Sanctis, col Torneo Paralimpico ‘OSA – Oltre lo Sport Agonistico’, ricomincia l’attività del movimento paralimpico dello sport delle bocce. È un momento molto atteso da parte di atleti, tecnici e dirigenti e, più in generale, dall’intera Federazione. Un evento unico nel suo genere.
“L’attività paralimpica è stata quella più penalizzata, rimasta ferma per troppo tempo, a causa della pandemia. Anche gli atleti della Boccia Paralimpica, disciplina inserita nel programma dei Giochi Paralimpici, dal 1984, sono fermi da un anno e mezzo. Questa manifestazione rilancerà l’intero movimento boccistico e credo segnerà l’abbrivio di una serie di eventi a squadra e individuali del mondo boccistico paralimpico”. “La manifestazione – spiega De Sanctis – prevede l’assegnazione, per le bocce paralimpiche, del Trofeo OSA – Oltre lo Sport Agonistico, ai vincitori delle gare nazionali riservate ai disabili fisici, Standing e Sitting, e ai disabili intellettivo relazionali (DIR, ndr) e del Trofeo BMW Specialmente, sponsor della Boccia Paralimpica, quest’ultimo attribuito ai vincitori del torneo di questa disciplina”.

La manifestazione si terrà tra i due momenti elettivi del CONI e del CIP.
“Il torneo paralimpico FIB-ASI si disputerà in un momento importante tra il rinnovo delle governance delle due massime istituzioni sportive. In tal senso, la Federazione Italiana Bocce terrà una Consulta con i presidenti dei Comitati regionali venerdì 14 maggio e un Consiglio Federale il giorno successivo, momenti durante i quali trarremo le conclusioni rispetto al nuovo board del CONI, scaturito dal Consiglio Nazionale Elettivo del 13 maggio, in attesa della nuova governance del CIP. Lo sport italiano, a mio avviso, è fermo da due anni e mezzo per quel che riguarda l’aspetto politico – ha proseguito De Sanctis – Ci sono stati dei decreti, alcuni importanti, come quelli sul lavoro sportivo; altri più discutibili, come quelli sul vincolo sportivo. Il Coni deve riacquisire la propria centralità, vigilando ed erogando i contributi per l’alto livello e lo sport olimpico. Per lo sport per tutti, sociale e scolastico, invece, è necessario che a capo ci sia un solo organismo, che può essere ministeriale, dipartimentale oppure la stessa Sport e Salute”.

Non solo sport, perché il 15 maggio, al Centro Tecnico Federale di Roma, ci saranno anche l’inaugurazione dei campi della Boccia Paralimpica e un webinar in cui si parlerà di sport paralimpico con diversi ospiti d’eccezione.
“Oltre alle gare di carattere nazionale, inaugureremo, al Centro Tecnico Federale di Roma, i campi della Boccia Paralimpica, iniziativa che va a completare il progetto di alto livello della FIB relativamente alla struttura del Torrino. Ci sarà, inoltre, un webinar sullo sport paralimpico, al quale parteciperanno, oltre al presidente del CIP, Luca Pancalli, al presidente dell’ASI, Claudio Barbaro, partner dell’evento con cui la FIB ha sottoscritto un protocollo d’intesa, grazie al quale è stata realizzata questa manifestazione, allo sponsor BMW Specialmente, anche atleti paralimpici d’eccezione”.

Il Torneo Paralimpico OSA segna la ripartenza del movimento boccistico paralimpico dopo la sosta causata dalla pandemia. La FIB ripartirà da questo evento per riprendere il discorso promozionale, intrapreso sin dal 2017, che aveva permesso una crescita esponenziale del numero degli atleti sia della Boccia Paralimpica che delle bocce paralimpiche. Ora, però, sarà indispensabile diffondere le discipline paralimpiche, come quelle tradizionali, in maniera capillare su tutto il territorio.

"Alla crescita vorticosa del movimento paralimpico non ha fatto da contraltare la crescita delle altre specialità, sia per la pandemia sia per il particolare momento storico dello sport italiano. Dal paralimpico occorre ripartire anche per rilanciare le altre attività. Il torneo FIB/ASI può rappresentare un punto di partenza per la rinascita dell’intero movimento boccistico”.

La FIB non è si è mai fermata negli ultimi 14 mesi di pandemia. Tra le diverse attività, sono stati intensificati i corsi di formazione per tecnici, dirigenti e arbitri, per i più piccoli è stato organizzato il contest Bocce in Casa, la Federbocce ha organizzato l’Assemblea Elettiva Nazionale, permettendo alle bocce di esser stato uno dei primi sport a ripartire.
“Nel 2020 siamo riusciti a terminare quasi tutti i campionati a squadre e, con una ridotta attività agonistica, soprattutto a livello individuale, abbiamo incentrato le nostre attenzioni sulla formazione, sulla cultura dello sport, sull’immagine e comunicazione. Anche l’ultima rubrica ‘Boccia e Risposta’ è un mezzo per divulgare il nostro movimento nei suoi aspetti primari e prioritari, ma anche per giustapporlo alle altre discipline. La FIB ha retto questa impalcatura che rischiava di sgretolarsi, a causa del Covid. Abbiamo subito diverse perdite, ma abbiamo retto con grande umiltà, facendo leva su un popolo tenace, abituato ai sacrifici”.

A Sora (FR) inaugurazione del torneo di bocce Memorial Mario Rufa

Partito ufficialmente il Torneo di Bocce Memorial "Mario Rufa", campionato Amatoriale di Bocce  per le Categorie A – B – C .
La competizione è iniziata  il 29 settembre scorso, a Sora (FR), dove si sono riuniti centinaia di partecipanti.
Il dirigente Nazionale ASI, Fabio Bracaglia, insieme al Senatore Gianfranco Rufa e al Presidente dell'Organizzazionoe del Campionato Roberto Cirelli, hanno partecipato all'inaugurazione dei nuovi campi
di bocce.
"E' stato un onore partecipare in veste di dirigente nazionale ASI e come amico della Famiglia Rufa a questa cerimonia. Mario Rufa, anzi il Cavaliere Mario Rufa,  papà dei miei cari amici Gianfranco e Rolando, è stato un grande imprenditore ed un grande uomo politico; e per me, che sono stato per anni suo collega al Consiglio Provinciale di Frosinone, un padre ed una amico", le parole di Bracaglia.