Notizie

29.11.2021

Istituzionale

Politiche sportive e attualità. La tavola rotonda di ASI con Adnkronos – RIVEDI IL VIDEO

ASI e Adnkronos ancora insieme per lo sport: una tavola rotonda ha fatto il punto sulla situazione dello sport oggi alla luce delle nuove normative. 

Prosegue il ciclo di tavole rotonde che, a partire dalle esperienze regionali, affrontano i temi di attualità sportiva. E' il turno del Piemonte in un weekend che è contrassegnato dal decreto sul nuovo Green Pass "rafforzato".
Con la buona stagione ormai alle spalle, i contagi in aumento e le nuove normative sul super green pass, il mondo dello sport si interroga sul proprio futuro. “Assistiamo ad un trend di crescita di associazioni affiliate, ma ad un contemporaneo decremento dei tesserati, segno che le associazioni si sentono supportate da ASI, ma anche che serpeggia la paura tra gli sportivi”, interviene così Achille Sette, responsabile marketing di ASI, dopo aver portato i saluti del Presidente di ASI, Senatore Claudio Barbaro. 

Sante Zaza, presidente di ASI Piemonte, ospite della serata moderata da Valentina Fasolato, ribadisce la necessità di riportare le persone a fare sport, anche attraverso la pressione sul sistema scolastico italiano, oggi fanalino di coda europeo per numero di ore dedicate all’educazione fisica. 

In questo il Comitato ASI Piemonte svolge un ruolo di mediazione tra il popolo dello sport, le istituzioni ed il CONI regionale, qui rappresentato dal Presidente Stefano Mossino, che sottolinea come l’attività fisica sia un elemento fondante della crescita di un giovane e come gli adolescenti che praticano regolarmente attività siano meno a rischio bullismo. 

“Saranno mesi difficili, ma li supereremo”, incoraggia l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte, Fabrizio Ricca, testimoniando un irrefrenabile fermento delle attività: “Gli sciatori potranno quest’anno tornare sulle piste e la Regione Piemonte sarà la regione europea dello sport 2022 presentando un fitto programma di eventi che riusciremo a portare in porto”. 

Lo sport sarà supportato in questo periodo anche dagli ultimi provvedimenti presi dal Governo che, spiega Luca Mattonai, esponente di ASI Sport e FIsco, attraverso il super green pass introdotto dal 6 dicembre al 15 gennaio, garantiranno maggiore sicurezza; tornerà inoltre la diversificazione in colori delle regioni e con essi verranno reintrodotte restrizioni a seconda del grado di rischio della zona. 

Il dott. Massimo Capricci, responsabile area medica ASI Piemonte, invita a riflettere sugli aspetti benefici dell’attività sportiva e sulla conseguente necessità di mantenerla: “Non dobbiamo abbassare la guardia, ma dobbiamo adottare le precauzioni di distanziamento e mascherina anche con persone teoricamente sane”.

A testimonianza dei benefici secondari dell’attività motoria che aiutano a recuperare anche equilibrio psicologico, motorio e sociale, Bruno Garbi, ha portato lo sport in zone in cui i popoli sono privati di diritti basici e quindi più che mai della pratica sportiva, attraverso un progetto nei campi profughi in Iraq. La prima corsa avrà luogo il 14 novembre e nei mesi successivi seguiranno una serie di iniziative diverse.

La chiosa è affidata a Sante Zaza che, nel ringraziare i convenuti e Chiara Minelli dietro le quinte dell'organizzazione, ricorda l’impegno e la vicinanza di ASI durante l’emergenza pandemica auspicando una sempre maggiore volontà di fare rete tra associati, anche attraverso iniziative come questa dei webinar tematici.

In Primo Piano
In Evidenza