Notizie

05.05.2022

Istituzionale

Obbligo mascherine per i lavoratori. Fino al 15 giugno

Nella giornata di ieri, 4 maggio, si è svolto presso il Ministero del Lavoro il tavolo delle parti sociali, al quale hanno partecipato anche il Ministero della Salute e l’Inail, con lo scopo di rivedere le disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro collegate al rischio di contrarre il virus Sars Cov2.
“In tutti i casi di condivisione degli ambienti di lavoro, al chiuso o all’aperto, è comunque obbligatorio l’uso delle mascherine chirurgiche o di dispositivi di protezione individuale di livello superiore”, così recita il testo del protocollo, sottoscritto nel 2020 e rinnovato nel 2021, che continuerà a valere fino al 15 giugno prossimo.
Chi lavora nel settore privato sarà, quindi, ancora obbligato a indossare la mascherina nei casi in cui debba condividere l’ambiente di lavoro (sia al chiuso che all’aperto). Ed è questo il caso di palestre, piscine, scuole di danza e di teatro. Luoghi, in cui il lavoro è, quasi sempre, corale e che, fino al prossimo 15 giugno, vedrà perdurare l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale.
Nessun obbligo, invece, per chi lavora in “condizioni di isolamento”. E nessun obbligo, ancora, ma solo raccomandazione d’uso, per i dipendenti del settore pubblico così come disciplinato dalla circolare del Ministro della Pubblica Amministrazione del 29 aprile scorso.

Insomma, questo nuovo accordo che ha visto la firma di tutte le più importanti sigle sindacali del Paese, ha scavalcato l’ordinanza emessa dal Ministro della Salute alla fine del mese di aprile che superava del tutto (tranne che per piccolissime eccezioni) la fase emergenziale.

Raccomandazioni precise anche in ambito CONI e federale: “Con l’entrata in vigore delle nuove disposizioni in materia di contrasto al diffondersi della pandemia da Covid-19,  si ritiene di applicare anche in ambito CONI quanto disposto da Sport e Salute, in particolare,  si è ritenuto opportuno “prorogare in tutte le sedi l’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale (mascherine) nei luoghi di lavoro, fino al 15 di giugno, anche nel rispetto delle raccomandazione del Governo e in linea con quanto applicato da molte altre aziende“.

 

In Evidenza