Notizie

08.11.2021

Istituzionale

Nessuno rimanga indietro. Lo sportello per chi promuove lo sport

Al via un progetto dedicato alla creazione e allo sviluppo di un servizio di supporto fiscale-legale-amministrativo attraverso uno sportello centralizzato inter-enti al servizio degli sportivi, dei dirigenti e dei rappresentati di ASD/SSD. Promosso da Sport e Salute.
 

LO SPORTELLO DELLO SPORTIVO

Sono gli stessi operatori, quelli che quotidianamento promuovono lo sport, a richierla: una maggiore formazione che favorisca un innalzamento di competenze a seguito di un periodo di così forte emergenza. Una stessa ricerca di Sport e Salute, sulle tendenze della ripartenza, mette tra i desiderata delle organizzazioni una maggiore consapevolezza, una matura e responsabile capacità di confrontarsi con le amministrazioni pubbliche. Quello di dedicarsi all'innalzamento delle competenze per Skills che riguardano in primis la capacità di accedere a bandi pubblici di finanziamento (63%), seguite da competenze in ambito legale e digitale (34 e 33% rispettivamente). Da questo parte l'idea dello "Sportello dello Sportivo".
Troppo spesso, infatti, capita che la mancata, o la tardiva conoscenza dei bandi, unita alla apparente complessità delle procedure per la richiesta e l’assegnazione delle risorse, finisca per spaventare, se non per allontanare, le associazioni da tali opportunità: una linfa vitale che è spesso in grado di fare la differenza nella gestione dell’associazionismo e nella qualità delle attività svolte sul territorio.

 

Gli obiettivi del progetto
Creazione e sviluppo di un servizio di supporto fiscale-legale-previdenziale attraverso uno sportello centralizzato inter-enti al servizio degli sportivi. Coinvolti ASI, ASC, ENDAS, MSP e OPES.

1) Lo Sportello dello Sportivo offrirà un servizio completo di
assistenza e consulenza del lavoro, giuridica, legale, fiscale,
previdenziale completamente gratuita almeno fino al termine
dell'emergenza sanitaria COVID-19, a soci e dirigenti di Società ed
Associazioni Sportive Dilettantistiche affiliate alla rete dei soggetti
proponenti e non solo. Lo scopo principale è quello di contribuire, in
un periodo storico particolarmente difficile per lo Sport e per le stesse Società/Associazioni, ad un'innalzamento delle competenze
gestionali che, di conseguenza, migliorino la qualità delle stesse con un indiretto vantaggio anche per la proposta sportiva sul territorio;

2) Fornire a tutti gli interessati (dirigenti, soci, atleti e chiunque
operi a vario titolo nel mondo dello Sport) strumenti e conoscenze
utili e necessarie sia all’attività istituzionale che gestionale di nuove
ASD/SSD, oltre che un continuo aggiornamento sugli aspetti
amministrativi, fiscali e di management;

3) individuare e suggerire le migliori “buone pratiche” promosse
dalle Società/Associazioni Sportive Dilettantistiche ed incentivare la
loro replicabilità nei singoli contesti.
 

 
In Primo Piano
In Evidenza