Notizie

17.03.2023

Sport

| Pallanuoto

Dopo la vittoria a Padova e il primo posto nella regular season, domani la SIS Roma sfida Bologna

Il ruolino di marcia delle romane nel campionato di serie A1 di pallanuoto conferma la crescita del team giallorosso, che ha ottenuto 16 vittorie consecutive e 48 punti in classifica, un en-plein che promuove la squadra di Capanna, con pieno merito, tra le concorrenti al titolo italiano.

La ripresa del Campionato di serie A1 di pallanuoto femminile ridona il sorriso alla SIS Roma che nella sedicesima giornata va ad espugnare la piscina del Plebiscito Padova (9-7) mettendo in bacheca la vittoria della regular season con due giornate d’anticipo, compresa la prossima gara casalinga con il fanalino di coda del Bologna, in programma sabato prossimo al Polo natatorio di Ostia alle 14.
Il ruolino di marcia delle romane in Campionato conferma la crescita del team giallorosso, che ha ottenuto 16 vittorie consecutive e 48 punti in classifica, un en-plain che promuove la squadra di Capanna, con pieno merito, tra le concorrenti al titolo italiano. A Padova la SIS Roma è apparsa cinica, determinata, forte in difesa e pronta a sfruttare ogni occasione in attacco e soprattutto, accanto a Chiara Tabani, capocannoniere indiscusso del campionato (45 reti) ed alla mancina australiana Abby Andrews (42), ha scoperto due grandi protagoniste di questa corsa al vertice delle romane, Sofia Giustini (41) e Giuditta Galardi (25).
Sono state proprio Sofia Giustini e Giuditta Galardi a trascinare le romane verso una vittoria sudata ma mai messa in discussione dalle venete costrette sempre ad inseguire. Giuditta Galardi ha aperto la strada del successo con una rete giunta dopo 5’ del primo tempo di gioco. La centro-boa ha lottato come una leonessa per tutto il corso dell’incontro, realizzando alla fine una tripletta e finalizzando le azioni manovrate del team romano, una crescita importante in vista delle finali di regular season, in quel ruolo, anche Agnese Cocchiere ha lasciato il segno.

E’ stata una vittoria sofferta. Vincere a Padova è difficilissimo, noi ci siamo riusciti ed il merito è sopratutto di tutte le ragazze”, afferma Marco Capanna, coach del team romano. “Una vittoria che ci consente di festeggiare con due turni d’anticipo la conclusione della regular season, che non significa aver vinto il campionato ma di avere alcuni vantaggi nei play off, primo fra tutti quello di giocare in casa eventuali spareggi (il quinto match nella finale per il primo posto, la terza partita in semifinale). L’impresa di Padova viene a confermare i numeri eccellenti di una stagione regolare che ha confermato la crescita della squadra, non dobbiamo mai dimenticare che la SIS Roma è un progetto in divenire, aperto al contributo di tante giovani, sulle quali stiamo investendo e che darà, ci auguriamo, i suoi frutti. Intanto godiamoci questo primo posto”.

Domani, al Polo Natatorio in via delle Quinqueremi ad Ostia alle 14,00 ultima partita casalinga della regular season con il Bologna, a seguire la trasferta a Catania con l’Orizzonte, altro big-match del campionato. “A Padova hanno giocato tutte bene, ma volevo spendere parole di elogio per Luna Di Claudio, – conclude Marco Capanna – soprattutto per il grande lavoro difensivo che ha messo in mostra. Abbiamo una rosa di qualità, posso contare su 18 ragazze tutte motivate e pronte a sacrificarsi per raggiungere i massimi risultati.”


TABELLINO
CS PLEBISCITO PADOVA – SIS ROMA 7-9
(1-2; 2-2; 2-3; 2-2)

CS PLEBISCITO PADOVA: L. Teani, L. Barzon, V. Valyi 3, G. Citino 1, E. Queirolo 1, A. Casson, A. Millo 1, S. Dario, H. Mckelvey, C. Meggiato, S. Centanni, Cassarà 1, C. Giacon. All. Posterivo
SIS ROMA: E. Eichelberger, M. Misiti, G. Galardi 3, Carosi, S. Giustini 3, C. Ranalli, D. Picozzi, C. Tabani, C. Nardini 1, L. Di Claudio, A. Cocchiere 1, Andrews 1, Galbani. All. Capanna
Arbitri: L. bianco e D’antoni
Superiorità numeriche: Plebiscito Padova 4/13 + un rigore e SIS Roma 4/10 + un rigore.
Note: Uscite per limite di falli Meggiato (P) e Picozzi (R) nel quarto tempo. Teani (P) para un rigore a Giustini a 6’03” del secondo tempo. Espulsi i tecnici Posterivo (P) nel secondo tempo e Capanna (R) nel terzo tempo.

 

In Evidenza