Notizie

19.05.2022

Sport

| Pallanuoto

Derby ASI di Pallanuoto femminile. Nella finale per il terzo posto, vince la SIS

ROMA, CORSARA A VERONA (12-3), SI AGGIUDICA CON UNA GARA D’ANTICIPO IL TERZO POSTO.

Termina davanti ai propri tifosi la stagione della VetroCar Css Verona, sconfitta anche in gara 2 da Roma. La SIS si dimostra ben più rodata e avvezza a partite di peso, mentre le gialloblù si congedano dai propri supporter al termine di un campionato comunque positivo. Per ASI è stato un derby essendo entrambe le realtà affiliate al nostro Ente.

La partenza per Bianconi e compagne è in grande salita, come nelle ultime uscite. L’attacco si batte, ma non trova sbocchi né da boa né dal perimetro e pian piano arretra. Roma invece punisce in tutti i frangenti favorevoli: due fughe, una superiorità e un rigore. Sul fisico le capitoline spadroneggiano, a dispetto dei pochissimi falli comminati dai direttori di gara, e dopo le reti costruite arrivano anche quelle trovate.

Paolo Zizza, tecnico della CSS, parla a fine partita: “La differenza si è vista tutta: loro probabilmente erano ancora scottate dalla sconfitta in semifinale e hanno giocato con una rabbia agonistica che noi non abbiamo mai avuto. Ma non posso che elogiare le mie atlete per l’impegno profuso durante tutta questa stagione. Una stagione difficile per mille motivi, in cui però le ragazze hanno dimostrato professionalità e serietà. Ci tengo a ringraziare loro, come anche il club, lo staff e il preparatore atletico per il cammino svolto assieme”. 

Il coach SIS Marco Capanna, soddisfatto della prova maiuscola delle sue ragazze, tiene a sottolineare: “Volevamo andare in Europa passando dalla porta principale, oppure potevamo non andarci e fare una finale per il terzo e quarto posto deluse e senza anima oppure, nella situazione più difficile, essere una squadra compatta che gioca forte. E così siamo stati:ho visto la squadra che mi aspettavo e sono orgoglioso di questo primo passo. E’ stata una stagione difficile nel corso della quale siamo cresciuti. Ringrazio tanto il Presidente per il sostegno che ci ha sempre assicurato e questo gruppo che ha fatto tanto ed ha vinto una Coppa Italia: questa squadra è una delle fotografie più belle che mi portò dentro”.

Resta la sensazione che alla SIS, il cui Presidente Flavio Giustolisi è stato anche Responsabile del Settore Nuoto ASI, a fine campionato manchi qualcosa. La semifinale combattutissima con l’Orizzonte Catania testimonia il valore indiscusso del team guidato da Marco Capanna, gli episodi alla fine hanno caratterizzato come sempre l’esito di questi sfide equilibratissime. La SIS riparte dal terzo posto ed è pronta a rilanciare la sfida.


SERIE A1 FEMMINILE 2021/22 – PLAYOFF FINALE 3° POSTO GARA 2 

VETROCAR CSS VERONA – SIS ROMA 3-12
Parziali: 0-4, 0-5, 1-2, 2-1
Verona: Sparano, Esposito 1, Ivanova 1, Zanetta, Kempf, Manigrasso, Bianconi, Gragnolati 1, Di Maria, Altamura, Sbruzzi, Gabusi. All. Zizza
Roma: Eichelberger, Cocchiere, Galardi 1, Avegno, Giustini 1, Ranalli 5, Picozzi 2, Tabani 1, Nardini, Di Claudio, Storai 2, La Roche, Brandimarte. All. Capanna
Arbitri: Colombo, Bianco L.
Rigori: Verona 0, Roma 2/4
Uscite per limite di falli: Zanetta (V) nel terzo tempo; Ivanova (V) nel quarto tempo

In Primo Piano
In Evidenza