Notizie

15.11.2019

Sport

| Karate

La Venice Cup verso i trent’anni di vita. E il Karate verso i Giochi Olimpici

La Venice Cup nasce alla fine degli Anni '80 con la precisa volontà di dare un contribuito al movimento del Karate. Il sogno, a lunga scadenza, quello dei Giochi Olimpici. Il traguardo, trent'anni dopo, è stato raggiunto: il Karate sbarcherà a  Tokyo nel 2020.

"La Venice Cup, dopo tanti anni, conta oggi oltre mille atleti partecipanti, 150 società e 12 Paesi rappresentati anche extraeuropei". Numeri da record per un evento storico delle arti marziali in Italia. 
Ne è orgolgioso, a ben ragione, Vladi Vardiero, Responsabile Settore Karate ASI, oltre che Presidente Provinciale di Venezia e del Comitato Organizzatore dell'evento. Vardiero è anche membro della Giunta regionale del CONI e rappresentante dei tecnici.  

"Al canonico appuntamento di Caorle, quest'anno per la seconda volta consecutiva, ci è stato dato mandato dalla federazione mondiale, di organizzare la Youth League: si svolgerà a Jesolo e saranno oltre 3000 i giovani in gara. Per noi, si tratta di un'ideale evoluzione della Venice Cup che ha sempre puntato sulle nuove leve". .  

Si è intanto conclusa all’insegna del successo la 28.ma edizione  con buona partecipazione di atleti e pubblico.
A primeggiare su tutti è stato il gruppo sportivo delle Fiamme Oro che, con 17 medaglie (6 ori, 3 argenti e 8 bronzi), si pone nettamente ai vertici della classifica per club. Segue, il Master Rapid con 10 medaglie (2,3,5) e la rappresentativa spagnola della Federazione Valenciana di karate con 6 (2,2,2).
ASI Karate Veneto, la società di punta dell’ente di promozione sportiva nella specialità del Karate, riesce a salire sul podio con Alice Pedron, argento nella categoria under21 61 kg. femminile, e Francesca Reale, bronzo nella categoria Assoluta kata femminile.

L’esperimento di scorporare la Venice Cup, storico evento del panorama internazionale, dalla seconda edizione della Youth League, in programma quest’anno a Jesolo dal 13 al 15 dicembre, sembra essere riuscito, consentendo di ospitare rispetto allo scorso tutti gli atleti nel confortevole palasport comunale su 3 aree di gara e ampi spazi per il riscaldamento.
 
17.o Campionato Nazionale Karate Giovanile Asi – Caorle (Venezia) 27 ottobre 2019
Oltre 200 atleti con età compresa tra i 5 e 13 anni si sono dati appuntamento a Caorle per provare a fregiarsi del titolo di Campione Nazionale di Karate.
Vince con 36 medaglie la giovane rappresentativa della HELD OLYMPIA TRAINING AND FITNESS ACADEMY SPINEA, seguita dal DOJO KARATE LUCCA con 12, società diretta dalla pluricampionessa europea e mondiale Chiara Bux. Terza la JOHNNYS KARATE BORGO SISA con 10 podi, anche questa un’altra associazione guidata da una vecchia gloria della nazionale azzurra, Michela Nanni.
Grande la soddisfazione del M.o Vladi Vardiero che ha visto ai vertici della classifica nuove società che in poco tempo, applicando questa metodologia, sono riuscite ad affermarsi sul altri sodalizi molto più titolati, soprattutto la presenza di tecnici già campioni del passato che hanno ritenuto strategico portare le loro giovani promesse in un confronto sportivo innovativo come quello proposto da Asi Karate.
Riunione della Commissione Tecnica Nazionale settore Karate Caorle (Venezia) 26-27 ottobre 2019
Nell’ambito degli eventi organizzati a Caorle si è svolta l’annuale riunione della Commissione tecnica Nazionale del settore Karate, diretta dal responsabile nazionale Vladi Vardiero e formata dal responsabile della divisione sportiva, M.o Vittorio Moreno, dal responsabile del settore giovanile, M.o Stefano Nioli e dal responsabile del gruppo arbitrale M.o Claudio Guietti. Presente anche il coordinatore dell’area nord est M.o Marco Leandri.
Il M.o Vardiero ha relazionato circa l’andamento nelle diverse regioni dove durante l’ultimo anno si sono formate le commissioni tecniche, evidenziando la necessità di completare i quadri nelle regioni dove mancano ancora dei riferimenti tecnici.
All’ordine del giorno l’aggiornamento  del regolamento di settore e del regolamento tecnico giovanile che troverà applicazione a partire dall’1.1.2020 e i programmi per il prossimo anno sportivo.
Il membro della Commissione M.o Guietti ha presentato una dettagliata relazione dello stato degli ufficiali di gara, proponendo delle linee guida per la formazione dei futuri arbitri di karate, linee approvate dalla Commissione.
La Commissione ha approvato la proposta di nominare responsabile della divisione tradizionale il M.o Marco Bernardi, la cui nomina va a completare la composizione della Commissione Nazionale di settore.
A conclusione con una breve e significativa cerimonia è stato conferito il grado di 9° dan al Maestro Pierluigi Pajello, 87 anni, uno dei più anziani Tecnici di Karate in Italia, il quale, commosso, ha voluto essere presente nonostante i numerosi acciacchi e  ha ricevuto l’ambita graduazione alla conclusione di una vita dedicata a questa disciplina.

(La commissione tecnica nazionale Settore Karate con al centro Vladi Vardiero)

[  Fabio Argentini  ]

 

In Evidenza