Tutto pronto per la Swimrun Cheers 2019: storia di una fantastica disciplina

08 Mar 2019 | Redazione web ASI
Sportiva | Swimrun

"Nuota, corri, ripeti, e alla fine brinda con i tuoi compagni di avventura. Con una buona birra artigianale, bevanda che come lo sport è cultura, perché mette in relazione le persone promuovendo confronto e socialità. Ed è perfetta dopo un lungo sforzo fisico".Tutto questa è  Swimrun Cheers, la più importante manifestazione italiana dedicata a questa nuova disciplina di endurance. 

La stagione si aprirà il 23 marzo 2019 e continuerà fino al 21 settembre. Un tour itinerante, in 5 regioni italiane. A maggio (7 maggio) verrà offerta anche la possibilità ai giornalisti di provare in prima lo swimrun su un percorso di 10km tra corsa e nuoto.

Si tratta di un progetto nato nel 2016 dalla passione del duo Diego Novella, Diego Novella - coordinatore Nazionale ASI per lo Swimrun - e Veronica Castelli, che anche quest'anno si preannuncia intenso e denso di novità, fedele alla mission che i due fondatori si sono dati, di “condividere la passione per lo swimrun attraverso un progetto sviluppato da chi lo swimrun l’ha provato in prima persona, cercando di andare oltre i propri limiti senza rinunciare al divertimento, per far vivere queste emozioni in prima persona a una community di followers reali”.

Ma che cos'è precisamente lo Swimrun?

Una competizione di nuoto e corsa a frazioni alternate, senza zona cambio. Si nuota con le scarpe e si corre con la muta. Non ci sono distanze fisse, è il terreno a stabilirle. La stessa cosa per il numero di frazioni. Nata in Svezia nel 2002 per una scommessa "alcolica", trova il suo nome ufficiale nel 2011, quando Erika Rosenbaum, podio alla Ötillö World Championship - gara icona della disciplina con 65km corsa, 10km di nuoto passando per 26 isole - conia il neologismo swimrun.
 
Lo swimrun è tra le discipline sportive con la più rapida crescita degli ultimi 5 anni. Le 80 gare nel 2016, sono diventate oggi oltre 518 competizione registrate in 37 diversi paesi. Il crescente interesse dei partecipanti ha motivato sempre più aziende tecniche a sviluppare materiali dedicati alla disciplina. Se solo tre anni fa c’era un solo brand al mondo che producesse mute da swimrun, oggi sono oltre 10, tra cui Arena, nuovo partner tecnico di Swimrun Cheers.
 
“Lo swimrunner - spiega Giovanni Ciampaglia, direttore marketing di Arena - è uno sportivo multidisciplinare e l’aspetto camaleontico di questa disciplina è stato il motivo che ci ha fatto entrare, in punta di piedi, in questa nuova realtà. Ed offre anche un’offerta di comunicazione e servizi completa (test, gare, team, ambassador, training, commerciale, social)".
 
“A quattro anni dalla prima edizione - commentano Diego Novella e Veronica Castelli, fondatori di Swimrun Cheers - ancora facciamo fatica a credere al successo crescente di questa gara e a quanto stiamo raccogliendo. Avere la fiducia di un brand come Arena è per noi una iniezione di fiducia e la riprova che il nostro lavoro sta portando buoni frutti alla causa dello swimrun.”

Modalità

Swimrun Cheers è un percorso sportivo che dura dodici mesi, di cui 8 mesi di attività sportive, che comprendono gli Swimrun Cheers Test di iniziazione alla disciplina e preparazione alla competizione che inizieranno a m,arzo, la Swimrun Cheers Race a metà Giugno, e infine a Ottobre lo Swimrun Party Weekend con la Swimrun by Night.
 
Lo Swimrun Cheers Test è unFormat disponibile in due modalità: Base e Pro.
Gli Swimrun Cheers Test Base sono aperti a tutti coloro che desiderano provare ed avvicinarsi per la prima volta a questa disciplina, senza ansia da prestazione. Si parte e si arriva tutti insieme, aspettandosi durante il percorso. Non c’è una classifica, ma ci sono i materiali da provare e i consigli dei nostri coach esperti.

Gli Swimrun Cheers Test Pro si rivolgono a chi ha già preso confidenza con lo Swimrun e desidera allenarsi e migliorare la propria tecnica con l’obiettivo di diventare il finisher di una gara di swimrun. Nei test Pro l’obiettivo è la prestazione e non si fanno prigionieri.
Quest'anno sono state ampliate anche le tappe: Liguria (Imperia), Veneto (Bardolino), Puglia (Torre dell’Orso) che si aggiungono a quelle in Lombardia (Lago di Monate), Piemonte (Laghi di Avigliana e Lago di Mergozzo).
 

Prerogative

Gli swimrunners sono atleti che macinano km con una “long lasting performance”. Come agli atleti di questa disciplina è richiesto un livello di performance costante e capace di resistere molti chilometri, allo stesso modo i pneumatici Michelin vengono concepiti e realizzati per mantenere prestazioni elevate fino all’ultimo millimetro utile del battistrada. Caratteristiche che ritroviamo anche nelle suole by Michelin delle Salming OT Comp, scarpe ufficiali della competizione.
“A 4 mesi scarsi dalla via della Swimrun Cheers Race – ha aggiunto Veronica Castelli - abbiamo superato il totale degli iscritti del 2018 (74) con partecipanti provenienti da Francia, Uk, Svezia, Germania, Austria, Svizzera. Un risultato importante per noi e per il territorio che ci ospita.”
 

Calendario

- SWIMRUN CHEERS Test PRO: dal 23 marzo 2019, mezze giornate dedicate a chi ha già provato lo Swimrun e desidera allenarsi insieme, “tirandosi un po' il collo!” e magari iscriversi alla sua prima gara.
- SWIMRUN CHEERS TEST BASE: dal 13 aprile 2019, mezze giornate alla portata di chiunque, dove in totale sicurezza, armonia e nel rispetto della preparazione fisica di ognuno, si prova cos’è lo swimrun.
- SWIMRUN RACE IRON e SHORT: 15 giugno 2019 prenderà il via la quarta edizione, nata nel 2016

Programma completo, date, luoghi e iscrizioni su swimruncheers.com

Potrebbe interessarti anche: