Sedentari o atleti: la palestra è per tutti

06 Ago 2019 | Redazione web ASI
Sportiva

Non ci stancheremo di dirlo: andare in palestra è un toccasana per tutti e a tutte le età. Del resto, è ormai un dato acquisito che, al di là di ogni possibile dubbio, fare sport allunghi la vita. Sottolineata ancora una volta questa verità da parte di ASI all'interno del progetto "Happy Age" dedicato alla terza età finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è comunque possibile identificare cinque maxi-categorie che devono affrontare l’allenamento in modo compatibile con le proprie caratteristiche.

  • Sedentari: ovvero tutti coloro che per un motivo o per l’altro da sempre o da molto tempo non praticano alcuno sport ma anzi conducono un’esistenza sedentaria. Ebbene, sono proprio loro quasi sempre a dare grandi soddisfazioni agli allenatori, il momento in cui si decidono ad andare in palestra. Questo perché per loro i benefici dell’attività sportiva sono quasi immediati: il passaggio da una condizione di non fitness ad una di fitness è talmente positivo da restare uno dei ricordi migliori della vita. Il rovescio della medaglia è che gli appartenenti a questa categoria potrebbero incorrere in trami e infortuni dovuto alla scarsa esperienza, a causa di movimenti non corretti in primis. Per questo è assolutamente importante rivolgersi al personale specializzato che si trova in palestra.
  • Sportivi di medio e alto livello: anche per loro la palestra spesso e volentieri diventa un momento importante della “vita di movimento”. In palestra infatti questa categoria, al contrario di quella dei neofiti, in molti casi può recuperare alcuni traumi derivanti dall’attività sportiva professionistica o semi professionistica.
  • Junior: quanto lavoro per gli allenatori! I giovani in palestra devono assolutamente rispettare dei canoni specifici, in primo luogo le posture corrette e i carichi moderati: in una parola devono seguire attentamente le istruzioni dei professionisti chiamati a guidarli.
  • Anziani: benvenuti nel mondo del fitness! Dall’attività in palestra, chi ha diverse primavere sulle spalle, a patto di non soffrire di patologie degenerative importanti, potrà avere grandi soddisfazioni, a cominciare dallo stato dell’umore, che uscirà sensibilmente migliorato.
  • Soggetti con patologie varie: asmatici, diabetici, ipertesi, osteoporotici, cardiopatici, depressi, dopo consulto medico e sotto lo sguardo di validi professionisti possono, anzi devono praticare fitness. Ovviamente per questi soggetti la modalità e l’intensità dell’allenamento deve essere stabilita dall’allenatore tenendo presente le raccomandazioni mediche.

ASI, in collaborazione con l'agenzia 9Colonne, prepara ogni mese una newsletter informativa sul mondo della Terza età. Chi fosse interessato a riceverla può scrivere alla seguente mail: segreteria@asinazionale.it.
 

Potrebbe interessarti anche: