Per circa 15mila Asd e Ssd, accesso a un fondo perduto

10 Giu 2020 | Redazione web ASI
Istituzionale

"Chi gestisce un impianto sportivo, ha avuto maggiori danni. E' importante consentire a tutti di iniziare nel migliore dei modi anche in virtù del fatto che tante Asd e Ssd si appoggiano a questi impianti", così ha spiegato il Ministro Spadafora
Nei prossimi giorni verranno pubblicati i *criteri* di accesso al Fondo Perduto per le circa 15.000 asd e ssd per le quali risulta un *contratto di locazione registrato presso l’Agenzia delle Entrate*. La prima finestra, da lunedì prossimo e per tutta la settimana, è rivolta a tutte quelle associazioni che hanno un contratto di locazione sia con impianti pubblici che privati.
Non vi saranno, viene promesso, richieste burocratiche complicate ma solo il riferimento agli importi che corrispondono al contratto di locazione e altre informazioni relative ad altre agevolazioni già avute. 
Al termine della settimana di raccolta informazioni, il Ministero provcederà a un riparto delle somme disponibili.  
Per le associazioni che non hanno potuto accedere a questa finestra, perchè non in possesso di un canone di locazione, si potrà fare un altro tipo di domanda (nella settimana ancora successiva) per un contributo secco con requisiti in ordine all'attività svolta effettivamente dall'associazione, con numero tesserati, e illiustrazione delle attività sportive "riconosciute": sarà in tal senso pubblicato un elenco.