Palestre e centri fitness: il boom della salute

22 Lug 2019 | Redazione web ASI
Sportiva

Numeri alla mano che ci fanno comprendere più a fondo il tema legato al fitness e al benessere grazie ad ASI, tramite il suo progetto dedicato alla terza età, e non solo, "Happy Age" finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Palestre e centri fitness, benessere, estetica e negozi di attrezzature sportive, integratori alimentari e cosmetici sono cresciuti del +16,7% negli ultimi dieci anni per un totale di 70.280 imprese nel 2019 con un fatturato di oltre 9 miliardi di euro. Nonostante la crescita del settore però quasi quasi 1 adolescente su 5 (17,9%) non fa sport o qualche altra attività fisica con 1,7 milioni di bambini e ragazzi fra i 6 e i 17 anni che hanno problemi con l'eccesso di peso. In Europa, ricorda l'Istituto superiore di sanità, oltre la metà della popolazione adulta del continente è in sovrappeso, a cui si aggiunge un 20% di obesi. Un trend in ascesa che segue quello mondiale, con l'obesità che riguarda 650 milioni di persone, un dato triplicato dal 1975 ad oggi. Chi è in sovrappeso o obeso ha rischi maggiori per tumori, malattie cardiovascolari e persino di demenza. Per questo è necessario incentivare comportamenti salutari, dentro e fuori casa, che vanno da una dieta equilibrata a una maggiore attenzione al movimento anche se non c'è una vera e propria pratica sportiva.

ASI, in collaborazione con l'agenzia 9Colonne, prepara ogni mese una newsletter informativa sul mondo della Terza età. Chi fosse interessato a riceverla può scrivere alla seguente mail: segreteria@asinazionale.it.
 

Potrebbe interessarti anche: