Moto ASI, premiazioni da record

06 Dic 2018 | Redazione web ASI
Sportiva | Motociclismo

Dal ruggito dei motori in pista, alle voci che, da un microfono, hanno scandito i nomi dei premiati dei campionati ASI di Motociclismo fuoristada. Caluso, in provincia di Torino, ha fatto da cornice a un evento partecipato da circa 2mila spettatori. In mattinata è stato il turno delle categorie "Epoca", "Minicross", "Quad", "Femminile", "Young". E "Vespa Club" in collaborazione con la Piaggio: i riconoscimenti, a livello nazionale e internazionale, hanno riguardato attività di regolarità, gimkana e turismo con la mitica Vespa, ovviamente, sempre protagonista, un mezzo che, dal 1946 anno della sua nascita, ha fatto proseliti ovunque tanto da far parte dei musei di design, arte moderna, scienza & tecnica e trasporti di tutto il mondo come nel caso della collezione permanente del Moma a New York.

Al pomeriggio sono state svolte le premiazioni delle categorie "MX1", legata alle cilindrate 450 ed "MX2", cilindrate inferiori. E, poi, "Over 40" e "Campionati Fettucciati", il cui nome deriva dal campo dove il percorso è segnato proprio dalle fettucce diventate popolari nel mondo delle moto. 
"A fianco dell'evento ci sono state società prestigiose come Progrip, Pirelli, Hurly", spiega Yves Valenza, Responsabile ASI Motociclismo, uno dei fiori all'occhiello dell'ente.

E' proprio Valenza a raccontare i numeri e l'attività del gruppo: "L'ASI Motociclismo, con le sue 350 società affiliate, è organizzato in due macro settori - velocità e pista - ed è attivo all'interno dell'ente dal 2012. Si rivolge sia a chi inizia a praticare motociclismo sia a piloti di esperienza con campionati sempre particolarmente seguiti che si svolgono su piste di motocross di prima categoria, quelle dove si corre anche il Mondiale.
Tante le gare che organizziamo nell'arco di una stagione. Nel 2018 sono state oltre 100 (fuoristrada e su pista). A livello organizzativo l'ASI mette in campo 5 staff di cronometristi, 10 direttori di gara, cinque omologatori impianti, 4 segreterie che si occupano delle diverse discipline, e un gruppo di istruttori riconosciuto e qualificato.

Alle gare più importanti abbiamo visto assistere anche mille persone tra appassionati e parenti: questo seguito rappresenta una delle maggiori soddisfazioni per noi.
In più, ASI, solo nel 2018, ha rilasciato 7000 licenze per praticare attività: anche quanto facciamo per chi si avvicina per la prima volta al mondo delle moto e per i più giovani è motivo di orgoglio".

Gallery
Potrebbe interessarti anche: