L'Italia con ASI si piazza seconda al Campionato europeo Vovinam Viet Vo Dao di Ginevra

13 Lug 2016 | Comunicazione ASI
Sportiva | Arti Marziali

Si è svolto dal 2 al 4 luglio nella suggestiva cornice di Ginevra il quarto Campionato europeo di Vovinam Viet Vo Dao, arte marziale vietnamita di indubbio fascino, organizzato dalla European Vovinam Viet Vo Dao Federation.
Al cospetto di importantissime personalità provenienti da tutta Europa, come il Maestro Tran Dai Chieu (6° Dang) e Maestro Michel Sudoruslan (7° Dang) entrambi Membri del consiglio dei Maestri d’ Europa.
 

GLI AVVERSARI DELLA NAZIONALE ITALIANA

La nazionale italiana composta da atleti tesserati con l’Ente di Promozione Sportiva ASI si è vista impegnata in gare tecniche e di combattimento contro numerose nazioni partecipanti: una fortissima Germania, la Francia, la Spagna, il Belgio, la Bielorussia, la Polonia, la Romania, la Svizzera e l’Inghilterra.
 

IL MEDAGLIERE ITALIANO

Capitanata dal Maestro Giuseppe Pollastro, direttore tecnico nazionale, la compagine italiana di atleti ASI ha conquistato 4 ori 7 argenti e due bronzi classificandosi seconda nel medagliere generale, dietro a Germania e seguita dalla Bielorussa.
 

CRONACA DELLE DUE GIORNATE DI SPORT

Il primo oro è arrivato nella categoria Song Luyen Dao (combattimento codificato con il coltello) conquistato da Stefano Smiraglia e Davide Coari. Stefano e Davide, alla loro prima esperienza europea, non si sono lasciati intimorire dagli avversari più esperti salendo sul tatami e lasciando tutti senza fiato, eseguendo la performance in modo esemplare.
 All’oro è seguito l’argento di Stefano Giamboni nella categoria Ngu Moon Quyen (tecnica singola a mani nude) e il bronzo di Astrid Francesconi diciottenne anche lei alla sua prima prova europea nella categoria Long Ho quyen.
 
La giornata si è conclusa con le finali di combattimenti dove i tesserati ASI che rappresentavano l’Italia hanno conquistato tre argenti, rispettivamente con Stefano Gamboni nella categoria 68_72 kg, Shantal Fabbro in quella -61kg e Andrea Falà nella -68 kg.
 
Durante la seconda giornata sono saliti sul tatami i più esperti della rappresentativa ASI, regalando alla nazionale 3 ori. Il primo è arrivato dal tre volte campione mondiale (2011, 2013, 2015) e campione europeo (2014) Stefano Maltagliati nella forma di spada – si conferma così ancora una volta uno degli atleti più forti in questa categoria.
Il secondo oro è stato conquistato dalla coppia Giovanni di Filippo e Lorenzo De Oliveira (campioni europei nel 2014) nella categoria Song Luyen di Matau, combattimento codificato con il macete, che insieme hanno vinto anche un argento nella categoria Song Luyen Ba, combattimento a mani nude n 3.
Il terzo ed ultimo oro è stato vinto dalla coppia Alessandra Oliva e Andrea Sessa nella categoria Tu Ve Nu Gioi Difesa personale.

In quelle a squadre miste, invece, sono arrivati due argenti nelle categorie Da Luyen (combattimento 1 vs 3 misto) Valentina Galli , Marcolin Thomas, Andrea Sessa e Galletti Tommaso e Quyen Dong Doi (forma a squadra) Silvia Barni, Alessandra Oliva e Valentina Galli.

L’ultima medaglia è grazie alla prestazione di Stefano Maltagliati e Matteo Colombo che conquistano un ottimo bronzo nella categoria song Luyen Kiem (combattimento codificato con la spada).

OLTRE AL SECONDO POSTO, L’ITALIA VINCE IL PREMIO BEST FAIR PLAY ACTING

L’Italia con la prestazione degli atleti tesserati ASI continua a dimostrarsi una delle nazioni più forti nel panorama europeo. Rilevante il premio che la rappresentativa si porta a casa soprattutto se visto all’interno del contesto di un Ente di Promozione Sportiva: la nazionale riceve il riconoscimento Best Fair Play Acting – conferito per la presenza e il comportamento impeccabile degli atleti, dello staff (Maestro Giuseppe Pollastro e Claudio Guzzi), degli arbitri (Vittorio Cera, Filippo Pollastro, Luca Marzocchi, Monica Scarano).
 

IL COMMENTO DI GIUSEPPE POLLASTRO

Il direttore tecnico nazionale Maestro Giuseppe Pollastro si dice quindi molto soddisfatto del risultato e già pensa al prossimo appuntamento che la nazionale italiana dovrà affrontare. Il 2017 sarà un anno pieno di impegni internazionali tra i quali il Campionato europeo junior (ragazzi da 11 a 18 anni) che si svolgerà in Romania a marzo 2017 e il Campionato mondiale adulti (da 19 anni in su) che si svolgerà in Vietnam a luglio 2017.

Gallery
Potrebbe interessarti anche: