Il Decreto Crescita ai Raggi X

12 Lug 2019 | Redazione web ASI
Istituzionale

Il Decreto Crescita è stata pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 151 del 29 giugno 2019 diventando così legge. Il provvedimento, contiene misure urgenti per la crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi.
In ambito fiscale, tra le novità più importanti inserite nella legge di conversione, vi è la proroga dei versamenti delle imposte sui redditi al 30 settembre 2019.È ufficiale la nuova scadenza della dichiarazione dei redditi al 30 novembre già dal 2019 così come è ormai definitiva la riapertura della pace fiscale, con il saldo e stralcio e la rottamazione ter delle cartelle la cui scadenza viene fissata al 31 luglio.
Troviamo la moratoria delle sanzioni sullo scontrino elettronico, e le modifiche alle regole sulla lotteria degli scontrini che premieranno i contribuenti che pagano con carte o bancomat.

Altre novità sono :

  • l’apertura della rottamazione ter per le tasse locali, la riduzione strutturale dell’Ires che sostituirà la mini-Ires per investimenti ed assunzioni, fino alle novità sul regime forfettario e sull’obbligo di fatturazione elettronica per le imprese anche per le operazioni verso San Marino;
  • soppressione dell’obbligo di comunicazione della proroga del regime della cedolare secca e distribuzione gratuita dei modelli cartacei delle dichiarazioni;
  • imposta di bollo virtuale sulle fatture elettroniche con possibilità di integrazione da parte dell’Agenzia delle Entrate;
  • estensione alle tasse governative dei pagamenti mediante modello F24;
  • obbligo di invito al contraddittorio prima dell’avvio di procedimenti di accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate;
  • scadenza della dichiarazione dei redditi dal 30 settembre al 30 novembre;
  • emissione della fattura elettronica entro 12 giorni a partire dal 1° luglio 2019;
  • possibilità di ravvedimento operoso parziale;
  • possibilità di sostituire l’invio delle Lipe del quarto trimestre con l’invio anticipato della dichiarazione IVA entro il 28 febbraio;
  • una rivisitazione del “sisma bonus”;
  • un nuovo regime fiscale per gli strumenti finanziari convertibili;
  • norme in materia di banche popolari;
  • modifiche alla disciplina degli incentivi per gli interventi di efficienza energetica e rischio sismico;
  • incentivi alle aggregazioni d’imprese,
  • una nuova disciplina per la vendita di beni tramite piattaforme digitali e fatturazione elettronica;  
  • l’estensione della definizione agevolata delle entrate regionali e degli enti locali;
  • il credito d’imposta per le commissioni riferite a pagamenti elettronici da parte di distributori di carburante;
  • misure di sostegno allo sviluppo dell’attività dei liberi professionisti e per l’assunzione di personale nelle regioni a statuto ordinario e nei comuni;
  • un piano grandi investimenti nelle zone economiche speciali e nelle aree di crisi complessa, con particolare riferimento a Veneto e Campania;
  • una garanzia statale funzionale allo sviluppo della media impresa;
  • norme per la semplificazione della gestione del fondo di garanzia per le piccole e medie imprese;
  • il rifinanziamento del fondo di garanzia per la prima casa;
  • modifiche alla “nuova Sabatini”;
  • misure di sostegno alla capitalizzazione delle imprese e sui tempi di pagamento tra le imprese;
  • norme per lo sblocco degli investimenti nel settore idrico nel Sud;
  • la previsione di nuove dismissioni immobiliari enti territoriali;
  • norme in materia di cartolarizzazioni, agevolazioni a sostegno di progetti di ricerca e sviluppo per la riconversione dei processi produttivi nell’ambito dell’economia circolare,
  • la definizione delle società di investimento semplice (Sis);
  • semplificazioni per la definizione dei patti territoriali e dei contratti d’area;
  • norme per la creazione di nuove imprese “a tasso zero” e per la trasformazione digitale;
  • contributi ai comuni per interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile.
  
In allegato un dossier - per entrare nel dettaglio della materia - realizzato dallo Studio Cassinis. 

 

Potrebbe interessarti anche: