Fitness: come tonificare le braccia

29 Apr 2019 | Redazione web ASI
Sportiva | Fitness

Terza Età.
Che orrore le “alette di pollo” nelle braccia! Ma è possibile risolvere quest’inconveniente con lo sport? La risposta è sì. Prima di affrontare il tema dell’allenamento fisico in senso stretto è bene però sottolineare che questo dovrebbe andare “a braccetto” (è proprio il caso di dirlo) con un’alimentazione corretta. Per modellare le braccia, come qualsiasi altra zona del corpo, è infatti necessario seguire una sana disciplina alimentare se non una vera e propria dieta dimagrante. Fermo restando che il consiglio è quello di evitare il fai da te ma di affidarsi agli specialisti del settore (come ad esempio dietologi e nutrizionisti), ci limiteremo qui a ricordare che i pilastri di una dieta dimagrante sana sono sempre gli stessi: cinque pasti al giorno, non saltare la colazione, una cena leggera, spuntini a base di frutta o verdura crudi (o yogurt magro), evitare i grassi, preferire l’olio extravergine di oliva, non saltare i pasti, rispettare il fabbisogno calorico, mangiare ad orari regolari, masticare con calma e bere acqua durante il pasto per raggiungere più velocemente la sensazione di sazietà. Entrando nello specifico, bisogna ridurre i carboidrati, preferendo quelli integrali a quelli raffinati. Tra gli alimenti da evitare troviamo carne rossa, precotti, raffinati, preconfezionati, formaggi, dolci, snack, grassi animali e sale. Sono da evitare, inoltre, le bevande gassate, le bevande con zuccheri aggiunti e gli alcolici. Tra gli alimenti da privilegiare, invece, troviamo pollo, pesce, legumi, tacchino, cereali integrali, frutta, frutta secca, verdura, yogurt, etc. Ovviamente si consiglia di affidarsi a uno specialista ed evitare gli errori comuni che si commettono nel tentativo di raggiungere risultati ‘lampo’, come ad esempio il digiuno o le diete drastiche.

Raccomandando di affidarsi ad un trainer esperto, ecco alcuni esercizi consigliati:

  • Sollevamenti:alla posizione eretta impugnare un peso per mano e piegare prima un braccio e poi l’altro verso il petto descrivendo un arco;
  • Spinta del muro: stando paralleli al muro, in questo esercizio si posizionano le mani ai lati del torace e si spinge il corpo lontano dal muro;
  • Pesetti: partendo da una posizione eretta, divaricare le gambe e mettere le braccia lungo i fianchi, quindi allargare le braccia in fuori portandole all’altezza delle spalle;
  • Estensione 1: seduti sui talloni, flettere il busto in avanti fino a toccare le ginocchia. A questo punto si estendono le braccia oltre la testa, distendendo bene i muscoli;
  • Estensione 2: in piedi, gambe leggermente divaricate, incrociare le dita delle mani sul petto e poi estendere le braccia sopra la testa, quindi piegare il busto prima verso destra e poi verso sinistra.

ASI, in collaborazione con l'agenzia 9Colonne, prepara ogni mese una newsletter informativa sul mondo della Terza età. Chi fosse interessato a riceverla può scrivere alla seguente mail: segreteria@asinazionale.it.

Potrebbe interessarti anche: