Cerignola dedica il nuovo palazzetto dello sport a Salvatore Tatarella

10 Set 2019 | Redazione web ASI
Sportiva

Un Palazzetto dello Sport, polisportivo, che promette di essere una casa per tantissime associazioni che gravitano nel territorio di Cerignola e che hanno trasformato questo spazio, nel giorno dell’inaugurazione, in un palcoscenico sportivo ricco di colori, divise, maglie e loghi. Tra i murales, a tema sportivo, campeggia una frase: "Chiedo a tutti i cittadini di contribuire a ricostruire la città, ristabilendo l’etica del dovere e della legalità. La città cambierà in meglio solo se ciascuno di noi cambierà”. Sono queste le parole, il lascito, di Salvatore Tatarella, accanto al suo volto presente all’interno del Pala Familia a lui intitolato.



(La gigantografia di Salvatore Tatarella all'interno del Pala Familia. Sul campo, operatori e giornalisti nel giorno dell'inaugurazione)


Cerignola ha reso omaggio, a soli due anni e mezzo dalla prematura scomparsa, a Salvatore Tatarella, il Sindaco. Non importa la strada che abbia percorso nella vita politica che lo ha portato al centro della vita politica a Roma e in Europa. Perché, in quei luoghi, era solo il “Sindaco di tutti”.

“Che la gente abbia voluto ricordare un uomo che ha dato tanto, nella propria vita, per la sua terra, per i suoi ideali e un Paese migliore, come sportivi e per una comune identità, non può che farci felici”, ha commentato Claudio Barbaro.   
“Faccio mie le parole del figlio di Salvatore, Fabrizio: ‘Le future generazioni che praticheranno sport all’interno del Palazzetto, sotto il suo sguardo, saranno il modo migliore per arginare la delinquenza. Ogni giovane portato a praticare sport sarà un giovane sottratto alle devianze di questa società’".

Nello sport, un futuro migliore.