Centri estivi. Una riapertura come prova generale per la scuola

18 Maggio 2020 | Redazione web ASI
Istituzionale

Da oggi via libera alle attività all’aperto, in parchi e giardini, per bambini, con la presenza di operatori. Dal mese di giugno e per il periodo estivo, partono i veri e propri centri estivi nelle scuole, oratori e ludoteche. In un documento denominato "Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza COVID-19", il Diipartimento per le Politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri, riapre le attività ludiche per i più piccoli. Ma resta però una chiusura che pesa e che, per ragioni di sicurezza, deve però protrarsi: quella della scuola. Restano anche le incognite sul come i bambini e i ragazzi stiano elaborando l’interruzione della didattica de visu e la lunga pausa nella dimensione-socialità. In vista della riapertura vera, di settembre, resta ancora da risolvere anche la questione dei centri per l’infanzia, i nidi, rimasti al momento fuori dal piano ripartenza. 
Centri estivi: si tratta di una prova generale per la scuola che sarà. 


DOCUMENTO IN ALLEGATO