ASI tra sport e sociale

12 Lug 2020 | Redazione web ASI
Istituzionale

Giunta Esecutiva, Consiglio Nazionale, Consulta dei Comitati Periferici ASI e Conferenza Organizzativa dei Settori Tecnici. Un weekend di lavori che si è realizzato, considerata la condizione di straordinaria eccezionalità dovuta all’emergenza sanitaria Covid-19, nuovamente in videoconferenza.  


Sia la Giunta Esecutiva che il Consiglio Nazionale la discussione si è incentrata sulla base delle comunicazioni del Presidente, che ha relazionato sulla bozza della Legge Delega, sulla riforma dello sport che è stata presentata nei giorni scorsi. Per gli Enti di promozione sportiva c’è uno stravolgimento sulla loro collocazione nella struttura dello sport italiano, in quanto non saranno più collocati nell’ambito del CONI, ma in quello del Dipartimento Sport del Ministero dello Sport. Cosa potrà cambiare nei particolari, non è ben definito, resta l’aspetto che potremmo avere una progettualità che va oltre allo sport nel cui ambito potremmo avere delle limitazioni.

Tra le altre novità illustrate dal Presidente c’è quella dell’erogazione dei contributi, definiti dal Dipartimento e con una quota che sarà su una base dei contributi già ricevuti ed una quota sarà erogata per un progetto da realizzare insieme ad altri Enti e non singolarmente.  
Tra le altre comunicazioni Barbaro ha evidenziato che il nostro futuro sarà diviso tra attività sportiva e attività sociale. Gli interventi successivi sono serviti a chiarire i vari aspetti confermando l’impegno per operare al meglio affrontando nuovi impegni.

Nel pomeriggio di domenica 12 si è data vita alla Consulta dei Comitati Periferici ed alla Conferenza Organizzativa dei Settori Tecnici, dirette rispettivamente da Andrea Albertin e Umberto Candela. Presente anche il Presidente Nazionale Claudio Barbaro che ha illustrato le prospettive che potranno scaturire dalla legge delega. Successivamente hanno preso la parola Andrea Albertin, Mario Ciampi, Umberto Candela e Achille Sette, che hanno compiutamente illustrato gli argomenti previsti nell’ordine del giorno. Particolare attenzione è stata rivolta alla relazione del Ciampi che è intervenuto sulle prospettive del Terzo Settore. Costruttivi tutti gli interventi dei dirigenti presenti che hanno contribuito a chiarire i problemi che sono alla base della crescita di tutta a struttura periferica dell’ASI. Infine, il Direttore Generale Diego Maria Maulu ha comunicato i criteri per l’assegnazione dei contributi straordinari post Covid 19.  
[  Sandro Giorgi  ]