ASI Teramo senza confini

26 Feb 2018 | Redazione web ASI
Sportiva | Calcio

ASI Teramo è stata orgogliosa di ricevere un invito come rappresentativa di Ente di Promozione Sportiva dell’Italia da parte  del Prof. Mohamed El Shennaey di Damietta sulla foce del NILO(Cairo) Egitto, che si occupa di varie discipline sportive nel suo territorio, collaborando con la Facoltà di Scienze Motorie della Città di Damietta per il periodo dal 1° al 13 febbraio 2018.

L’invito è arrivato in quanto, nel suddetto periodo si svolgeva nella città di Damietta un Torneo Nazionale di Calcio a cinque.
Il torneo ha visto impegnate ben venti squadre, per un totale di oltre 200 tra ragazzi e tecnici coinvolti, per una festa che ha abbracciato più quartieri della città di Damietta.
L’invito rivolto era anche per dare una collaborazione non solo organizzativa ma anche tecnica dirigenziale vista l’esperienza dello Scrivente Comitato.
Durante i giorni soggiornati, si è avuto modo di osservare tecnici e dirigenti sportivi in un Torneo Nazionale di Calcio a cinque, conoscendo così la realtà sportiva della città di DAMIETTA con una popolazione di oltre 1 milione e 800 mila persone.
La città di Damietta ha una posizione storico-geografica importate perché situata sulla foce del Nilo un fiume che per questa popolazione ha sempre rappresentato un ruolo fondamentale in quanto simbolo di “fertilita” e vita Il fiume Nilo permeava la vita dell’Antico Egitto garantendone la sopravvivenza e costituendo un solido connubio con esso e la sua presenza costituì la base per la nascita di una florida e antichissima civiltà. 
Una città in evoluzione in cui stanno nascendo molti quartieri con diverse strutture sportive. Oggi una località industriale nota per la produzione di tessuti e mobili, Damietta si trova sul ramo orientale del delta del Nilo. In modo simile a Rosetta, grazie alla sua posizione strategica anche Damietta era un importante e fiorente porto durante il Medioevo. Venne poi, però, distrutta dai bizantini, occupata dai cristiani e infine conquistata nel 1250 dai mamelucchi, che detennero il potere in Egitto dal XIII secolo fino alla conquista ottomana nel 1517. Durante il dominio Ottomano la città ebbe un notevole rilancio,
 
Grazie al commercio e alle opere di edificazione del facoltoso gruppo di mercanti qui stabiliti, che costruirono le rinomate case e ville in "stile Delta", molte di cui sono tutt'ora visibili.
 

 

Potrebbe interessarti anche: