​Salute: riposare nel pomeriggio riduce la pressione

10 Apr 2019 | Redazione web ASI
Sportiva

Terza Età.
Il riposo pomeridiano riduce la pressione del sangue con effetti comparabili a quelli che si ottengono dalla riduzione del consumo di sale nella dieta o anche all’azione di un farmaco antipertensivo a bassa dose. ASI, all'interno del suo progetto "Happy Age" dedicato agli over 65, riporta uno studio di Manolis Kallistratos, dell’Asklepieion General Hospital a Voula, in Grecia: gli esperti hanno coinvolto 212 ultrasessantenni in cura per ipertensione confrontando la pressione media giornaliera di coloro che facevano un riposino pomeridiano con quella di coloro che non avevano questa abitudine. I primi avevano la pressione massima di 5 millimetri di mercurio più bassa degli altri mediamente nelle 24 ore. Per ogni ora di “pennichella” questa si riduceva di circa tre unità. Il dato è comparabile a quello di altri interventi per ridurre la pressione come appunto la riduzione del consumo di sale o alcolici.

ASI, in collaborazione con l'agenzia 9Colonne, prepara ogni mese una newsletter informativa sul mondo della Terza età. Chi fosse interessato a riceverla può scrivere alla seguente mail: segreteria@asinazionale.it.
 

Potrebbe interessarti anche: